Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Immagine copertina 2 febbraioAll’astronave – così è famigliarmente noto il monumentale impianto dell’Adriatic Arena di Pesaro – parte la prima giornata di gare dei Campionati italiani di Pattinaggio Corsa su Pista piana Indoor categorie Ragazzi, Allievi, Junior e Senior maschili e femminili, che il capoluogo marchigiano ospita per il terzo anno consecutivo in una pista che, pur conservando stesso fondo e stessa distanza (125 metri) delle scorse edizioni, è stata ridisegnata per renderla ancora più performante e tecnica: ed i risultati non si sono fatti attendere con punte di 45 km orari!

E’ un campionato particolarmente sentito perché apre una stagione agonistica che avrà il suo straordinario prologo in autunno con l’ambito traguardo olimpico degli Youth Olimpic Games di Buenos Aires ’18 che, per la prima volta nella storia, assegneranno medaglie alla nostra disciplina ed il CT Presti è qui per visionare i migliori atleti tra i quali usciranno i due nomi  per l’incredibile sfida argentina.

Le gare della giornata - oggi 14 i titoli assegnati - sono state precedute da una colorita cerimonia inaugurale, introdotta dal saluto del sindaco di Pesaro Matteo Ricci e del Presidente dell’Aspes Luca Pieri con l’ufficializzazione del via da parte del vice Presidente FISR Michele Grandolfo e la partecipazione del paratriathleta olimpico Simone Baldini. Ad aprire la scena una coppia davvero di vecchie glorie: i fratelli ultraottantenni Anna Maria ed Aldo Frulla, che entrano in pista sui pattini, a dimostrazione che il nostro sport resta giovane a tutte le età!

Nella gara più veloce, quella sprint sui 3 giri di pista hanno vinto nella categoria Ragazzi Camilla Beggiato della P. Casier di Treviso e Ardit Mullai della Redblack Roller Team di Cremona, tra gli Allievi titolo a Giulia Serena (anche lei della P. Casier di Treviso) e Riccardo Trillocco (Pattinatori piombinesi), mentre tra gli Junior i titoli vanno ad Asja Varani della Pattinatori Bosica e a Davide Paolì della P. Casier di Treviso.

 Tra i Senior torna prepotentemente sulla vetta dello sprint italiano l’atleta di casa Linda Rossi (ASD Torolski Center di Pesaro) che, con una gara in solitaria condizionata anche dalla caduta della Bormida, supera la coppia della Mens Sana Siena Alessia Mincella, seconda, e Giulia Bonechi, terza, vincendo il secondo titolo consecutivo tra la mura amiche. Più combattuta la gara veloce maschile, anche se condotta in testa dall’inizio alla fine dall’esplosivo Duccio Marsili (Mens Sana Siena) che sale sul gradino più alto del podio davanti ad un ottimo Matteo Voltattorni della Pattinatori Bosica ed a Danny Sargoni della Juvenia di Macerata.

Gli ultimi sei titoli della giornata sono stati assegnati nelle gare a punti dove nella categoria Allievi sulla distanza dei 3000 metri conquistano il titolo tricolore Gioia Rosadi e Gabriele Cannoni entrambi della Mens Sana in Corpore Sano di Siena mentre tra gli Junior, che come nella categoria superiore gareggiano sui 5000 metri, vincono Roberto Maiorca (Pattinatori Siracusa) e Laura Peveri (Redblack Roller Team CR), risultati questi ultimi da tenere a mente per le qualificazioni alle Olimpiadi di Buenos Aires che premieranno i migliori sulle tre distanze dei 500 mt, 1000 mt, ed appunto, dei 5000 metri a punti.

Tra i senior infine, nella gara femminile, orfana della Lollobrigida, arrivata proprio in queste ore a Seul per cercare di vincere anche sul ghiaccio agli imminenti Giochi olimpici invernali, trionfa Luisa Sophie Woolaway (AS Skating Concorezzo) che, da poco divenuta maggiorenne, finalmente ha acquisito la cittadinanza italiana e sale in cima al podio davanti a Federica Di Natale (Pattinatori italiani Palermo) ed a Beatrice Fausti (ASD Roller Green Ascoli). Mentre è dell’altro marchigiano tricolore di oggi Matteo Angeletti della Rotellistica Settempeda di Macerata il successo nella gara maschile conquistata nettamente davanti a Filippo Soldati della Mens Sana Siena ed al nmeo senior Daniele Di Stefano della Derby Roller Team di Ladispoli reduce dai successi iridatik di Nanjing’17.

Le finali di domani, interamente visibili in diretta streaming sulla FisrTv, vedono l’assegnazione dei titoli nei 2000 mt e nei 1000 mt.

Guarda qui sulla bacheca virtuale tutti i risultati ed i fotofinish di oggi.

 2 febbraio 2018

logo1-fihplogo2-fihpfirsnlogo4-fihp