Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

foto ferrara 1 maggioLa Grande Festa sui pattini di piazza Ariostea valida per i campionati italiani corsa su strada master

Sono state due giornate dedicate al pattinaggio in piazza Ariostea, quella "canonica" del 1°maggio (così dal 1959, sessant'anni fa) e quella promozionale del 30 aprile, per far pattinare tutta la Città che annualmente ospita la kermesse, che hanno fatto veramente centro in questa edizione! E il Trofeo del Lavoro "Città di Ferrara" per il 4° anno consecutivo prende la strada di Siena, con la Mens Sana a farla ancora da padrona. Ma andiamo con ordine nel racconto delle due giornate, ospitate nella storica Piazza Ariostea grazie alla collaborazione e al contributo del Comune di Ferrara, sotto l'egida della FISR e patrocinate da Commissione Nazionale per l'UNESCO, CONI, Regione Emilia Romagna, CIP Emilia Romagna, Camera di Commercio di Ferrara, Confindustria Emilia area centro, Panathlon Club Ferrara e Azzurri d'Italia sezione di Ferrara.
Il 30 aprile si fa festa su tutto l'anello con i Ferrara Inline Roller Games, giornata promozionale dedicata ai bambini e all'inclusione sociale dove era possibile provare a pattinare e ricevere i primi cenni grazie allo staff della Rollerblade School capitanato dalla 3 volte Campionessa del Mondo Erika Zanetti, coadiuvata dalla Scuola Pattinaggio Ferrara della Ferrara Hockey e, per chi preferisce i pattini tradizionali, dalle ragazze di Pattinatori Estensi e Pattinaggio Il Quadrifoglio. E grazie alla collaborazione della UISP di Ferrara non solo pattini in piazza ma tanti sport rotellistici e su ruote: "il movimento dello Sport su ruote a Ferrara è in forte crescita e presenta delle realtà strutturate e che offrono attività sportive sociali e integrative. Oltre al pattinaggio che già da anni propone diverse attività abbiamo a Ferrara anche realtà come lo Skatepark Le Mura o attività su monociclo e footbike (svolte da Collettivo Flow e Ferrara in footbike) che sono in crescita ed oltre a essere un veicolo promozionale dello Sport lo sono anche per la sostenibilità ambientale. La UISP punta molto su questo ed insieme alla federazione stiamo lavorando per dare risalto a queste attività." ha dichiarato a fine giornata Andrea De Vivo, responsabile del settore per il comitato provinciale di Ferrara. Sono state oltre 200 le persone che si sono alternate nelle varie zone della piazza, per la soddisfazione di AVIS, che già dall'anno scorso a contribuito a realizzare l'evento, e del delegato provinciale FISR Daniele Zabbari, che ha evidenziato quanto questa giornata di festa collegata all'evento principale di modo di promuove in modo più diretto quanto la federazione e le sue società stiano facendo a Ferrara, consentendo così di avvicinarvisi.
Il 1°maggio è la giornata dei "Campioni" invece, con le gare valide per l'assegnazione del Trofeo del Lavoro "Città di Ferrara", per i punti preziosi per l'Italian Inline Tour - trofeo PFF group (del quale la gara di Ferrara è prestigiosa tappa) e degli 8 titoli italiani della categoria Master. Al mattino corrono, come di consuetudine, i più piccoli, sotto gli occhi felici dell'Assessore allo Sport Simone Merli e del consigliere regionale Paolo Calvano, che hanno scelto di seguire proprio queste categorie, simbolo di speranza verso il futuro. Messaggio evidenziato anche dal vice Presidente della Federazione Michele Grandolfo e dai consiglieri Cristina Marabese, Leandro Naroli e Sandro Cipriani, presenti durante tutta la giornata e che hanno concluso la mattinata premiando tutti assieme i numerosi partecipanti alla sfilata dei primi passi. Inoltre i 4 si sono poi dichiarati molto soddisfatti dell'esito della manifestazione e dell'inserimento nella stessa del Campionato Italiano Master, con il Vice Presidente Grandolfo che ha anche avuo modo di rivolgere il suo saluto a tutti i partecipanti.
Prima dell'inizio delle gare pomeridiane spazio anche ad un momento di formazione tecnica con i responsabili del progetto europeo I W.O.N. - I Work Out Now! (realizzato grazie al contributo del programma europeo Erasmus+ Sport) che hanno presentato praticamente alcune delle metodiche di allenamento per la prevenzione degli infortuni elaborate e lanciato la nuova app appena realizzata.
Il pomeriggio si apre con l'altro momento ludico-motorio della giornata, la RETRORACE dedicata ai pattini tradizionali, momento dal sapore un po' nostalgico che da modo di ricordare tutti i grandi campioni che hanno calcato l'asfalto dell'anello ed in particolare Giorgio Burani, iridato ferrarese prematuramente scomparso. A seguire le prime finali sono proprio quelle valide per il titolo Italiano delle categorie Master, 3 gare sui 5000m per vestire 8 nuovi campioni Italiani, vestiti con le maglie tricolori offerte da pff group, che sono: over 30 Marika Mariani (Skating Club Giussano) e Luciano Siringo (Aretusa Skate Siracusa), over 40 Magdalena Krychniak (Inline 360° Milano) e Emanuele Serena (A.S.Concorrezzo), over 50 Marzia Bonso (Azzurra Pattinaggio Padova) e Luca Bagnolini (Pattinatori Bononia), over 60 la ferrarese Desiana Caniatti (Skating Club Rovigo) e Giuseppe Cortese (Pattinatoi Città di Priolo Gargallo).
Seguono le finali dei "grandi", importantissime per i ranking di categoria dell'Italian Inline Tour che così assume la sua forma definitiva nell'attesa della finale del 2 giugno prevista a Siena. Protagonista di giornata, in una edizione dedicata al sogno olimpico del pattinaggio corsa, quel Davide Ghiotto che alle Olimpiadi c'è già stato, due mesi fa in Corea, e tornato ieri sulle rotelle ha dimostrato uno stato di forma ancora molto alto, stravincendo la prova regina del trofeo, quella di fondo degli assoluti maschili. Davide, vicentino, corre da alcuni sia su rotelle che su ghiaccio con il Gruppo Cosmo Noale ma precedentemente aveva vestito, e vinto, con la maglia del team ferrarese che per tanti anni è stato protagonista nella world inline cup di pattinaggio corsa. Con lui in piazza un'altra Olimpionica di Pyeongchang, la veneziana Francesca Bettrone (anche lei Cosmo Noale), che fa due volte seconda, nella prova sprint dietro la romagnola dello Skating Club Rovigo Benedetta Rossini e nella gara di fondo dietro l'abruzzese della Rolling Bosica Martinsicuro Chiara Luciani. La gara sprint degli assoluti maschi viene vinta invece da Giacomo Bernabei (gruppo Cosmo Noale).
A conclusione delle gare e delle premiazioni individuali, con premiatori d'eccezione come l'iridato ferrarese Valeriano Pellizari e gli altri campioni mondiali presenti in piazza, ecco il momento delle assegnazione dei trofei alle squadre, in una edizione che, nel suo voler sempre coniugare lo sport con il turismo e la solidarietà è stata dedicata ai progetti di ricerca contro l'atassia della Fondazione Acaref, onlus particolarmente legata alla manifestazione in quanto Matteo Sivieri, giovane portatore di sindrome atassica, era un pattinatore negli anni '90, come ha avuto modo di ricordare il presidente dell'associazione Giampietro Domenicali.
Al 5° posto lo Skating Club Rovigo, premiato con il piatto della Camera di Commercio di Ferrara, al 4° il Gruppo Cosmo Noale, premiato dal Panathlon Club Ferrara, al 3° Scaltenigo di Venezia premiato dagli Azzurri d'Italia, al 2° posto e vincitrice del Memorial Burani, offerto dagli amici Achilli e Cavallari e consegnato dal presidente comunale dell'AVIS Sergio Mazzini, la Pattinatori Spinea e, come già anticipato, al 1° posto, vincitrice del Trofeo del Lavoro Città di Ferrara, consistente nell'opera fotodipinta del maestro Samaritani "da Ferrara alle Olimpiadi", offerto dall'amministrazione Comunale.
L'appuntamento con il Tour adesso è per la finale di Siena del 2 giugno e a Ferrara l'arrivederci per il 2019!


Foto di Erika Zanetti e di Isabella Gandolfi

 

 

4 maggio 2018

logo1-fihplogo2-fihpfirsnlogo4-fihp