Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Cover FISR ITA2Dopo una partenza in salita la nostra nazionale si riscatta oggi ottenendo 3 medaglie.

La coppia azzurra Guslandi e Degli Agostini vince la medaglia di bronzo nel Pair Slalom, presentando una run pressoché perfetta. La loro è un’esecuzione precisa, pulita e fluida: la coreografia e i passi sono eseguiti in perfetta sincronia e a tempo con la musica, ma non riescono a convincere appieno la giuria asiatica che li lascia alle spalle delle due coppie cinesi tra lo stupore di tutti i presenti, che si aspettavano di vederli salire sul gradino più alto del podio.
I vincitori Ye Hao Qin e Zhang Hao si esibiscono su una musica rock ed eseguono una run molto veloce e di alto livello con qualche errore e parecchi coni abbattuti; al secondo posto i giovani Gu Kun Qi e Zeng Chen Yu.
Roberto Ferrari e Alessandro Lissoni invece eseguono una run dalla base molto coinvolgente ma con troppi coni abbattuti e terminano all’8° posto.

L’unica categoria in gara oggi nella Battle è la Junior maschi e per l’Italia scendono in pista Enrico La Volpe, Roberto Ferrari e Lorenzo Degli Agostini.
Grazie alla loro posizione nel ranking mondiale tutti e tre gli azzurrini passano direttamente in semifinale. Lorenzo incontra un gruppo abbastanza semplice: il livello medio degli altri 3 atleti è più basso e riesce a passare in finale senza troppe difficoltà.
Enrico e Roberto si ritrovano nello stesso gruppo e insieme a loro ci sono anche Zharkov Mikhail (Russia) e Gu Kun Qi (Cina). La tecnica del cinese è impareggiabile e si aggiudica un posto in finale grazie a una seconda run eseguita con precisione chirurgica. Il russo esegue trick più semplici ed è meno veloce rispetto ai suoi avversari e lo ritroveremo nella consolation final dal 5° all’8° posto. Enrico accusa un po’ di stress e presenta delle run imprecise che lo portano in consolation final, mentre Roberto esegue tre run abbastanza precise e pulite con cui guadagna un posto nella finale.

Nella consolation final dal 5° all’8° posto si sfidano: Timofey Shilov (RUS), Enrico La Volpe (ITA), Chan Tsz Chung (HKG) e Mikhail Zharkov (RUS).
Le run di Enrico sono un crescendo: nella prima un errore nella linea dei 50 lo distrae ma poi nella linea da 80 presenta una buona combo in tacco e cerca di rimediare con tenacia, riprendendosi poi nella seconda run e termina la sua gara eseguendo un last trick veloce ma interrotto prima dello scadere dei 30 secondi.

Lorenzo e Roberto invece, ritrovano in finale Gu Kun Qi e Kongpan Wattapong (THA). Gu Kun Qi esegue tre run ad altissimo livello tecnico in scioltezza e si aggiudica il primo posto. Lorenzo nelle sue run esegue trick puliti e combo dimostrando una padronanza completa sia dei trick in punta che dei trick sul tacco. Termina la sua gara con un meritatissimo secondo posto. Roberto perde l’equilibrio dopo un’ottima prima run ma si riscatta con una seconda run nei 50 precisissima ed ottiene il terzo posto.
L’ultimo componente del gruppo è il thailandese Kongpan Wattapong che risulta avere un livello medio più basso degli altri concorrenti e si classifica quarto.

La giornata di oggi ha decisamente risollevato il morale della squadra che si prepara a chiudere il proprio campionato mondiale con la Battle Senior Men di domani e il Free Jump.

Nanchino, 9 settembre 2017.

logo1-fihplogo2-fihpfirsnlogo4-fihp