Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Un bilancio azzurro straordinario ai World Roller Games Nanjing ‘17

L’Italia riporta a casa 76 medaglie e 20 titoli mondiali, prima nel medagliere per numero di podi

Superata la sbornia dovuta all’euforia dei successi ed al lungo rientro per l’Italia, è tempo di tirare il primo bilancio della spedizione azzurra in Cina per l’edizione numero 1 dei World Roller Games di Nanjing ’17 che, lo ricordiamo, ha accorpato in un'unica sede, per la 1° volta nella storia, i campionati mondiali di tutte le 10 discipline del mondo roller: Corsa, Artistico, Hockey Pista, Hockey Inline, Inline alpine, Downhill, Roller Freestyle, Inline Freestyle, Roller Derby e Skateboarding.

Il bilancio è straordinario, anche superiore alle migliori aspettative che la Federazione Italiana Sport Rotellistici potesse prevedere in partenza, lasciando il campo ai sogni a cinque cerchi in previsione della nostra prossima presenza agli Youth Olimpic Games di Buenos Aires 2018 con la Corsa e alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con lo Skateboarding.

E l’impresa azzurra assume contorni ancora più evidenti se diamo un’occhiata ai numeri dell’evento con 7 venue, 10 discipline, 65 nazioni ed oltre 4000 atleti.
Ma i numeri dell’Italia sono quelli che ci interessano di più. Abbiamo mandato quasi cinquecento atleti, una vera delegazione olimpica, e loro sono ritornati con un bottino di medaglie incredibile, senza precedenti.

20 medaglie d’oro, 25 d’argento e 31 di bronzo per un totale di 76 podi, ben 21 in più rispetto a quelli conquistati lo scorso anno tra i vari campionati iridati.

Confermiamo il consueto ruolo dell’Italia di leader mondiale nei roller sports. Infatti siamo secondi solo alla Colombia – che però vince esclusivamente nella Corsa – nel medagliere complessivo, dove siamo primi per numero di podi, e conquistiamo titoli e medaglie in 6 discipline, come nessun altro paese al mondo.

Salutiamo Nanjing e la Cina e ci proiettiamo da subito verso la prossima edizione di Barcellona ’19, guarda qui la presentazione,  dove contiamo di fare ancora meglio.

Grazie AZZURRI!

Roma, 15 settembre 2017