Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Hockey inline – WRG19 Una buona Italia cede di misura (2-1) al cospetto dei campioni in carica della Repubblica Ceca. Domani sfida agli USA (ore 21.30).

images/medium/ITACZE.jpg

Una buona Italia cede di misura al cospetto dei campioni del mondo della Repubblica Ceca. Finisce 2-1, sugli scudi Mattia Mai tra i pali, migliore degli azzurri. I cechi hanno confermato il loro temibile potenziale, ma gli azzurri hanno tenuto per larghi tratti, giocando in maniera intelligente: “Sono soddisfatto della prestazione – dice subito il CT Rigoni – avevo chiesto di avere pazienza e spezzare il loro gioco, ci siamo quasi sempre riusciti. Il Mondiale è lungo e dobbiamo restare positivi: oggi abbiamo avuto la conferma che se interpretiamo nella maniera corretta le gare possiamo tenere testa ai più forti. Anche il terzo blocco formato da giovanissimi al debutto esce rinfrancato dal confronto con i campioni”. Domani per gli azzurri altra sfida a dir poco difficile, contro gli Stati Uniti (ore 21.30). La formula della prima fase comunque non mette gli azzurri con le spalle al muro.

Cronaca:

Italia al completo per questo esordio Mondiale. Di fronte i fortissimi cechi che partono meglio controllando il gioco nei primi minuti. Gli azzurri incappano subito in due penalità e al secondo tentativo il power play ceco va a segno grazie ad una precisa combinazione che libera Kutak per la deviazione sotto misura. Sono poi i nostri avversari a commettere alcuni falli evitabili, ma in tre occasioni di superiorità numerica l'Italia non riesce a bucare Brabek: ci va vicino Comencini che non supera il goalie ceco da due passi. Anche Rigoni ha una grande opportunità su assist di Delfino, ma si fa ipnotizzare. Dall'altra aprte è Mai a sventare più di una minaccia.

Nel secondo tempo Mai si erge decisamente a protagonista sfoderando alcuni interventi spettacolari. Nel momento più difficile l'Italia si guadagna un power play, sulla coda del quale Ferrari batte Brabek in diagonale. Il pareggio non cambia l'inerzia del match: i cechi alzano il ritmo e col passare dei minuti Mai si ritrova costretto agli straordinari. Capitola al termine di una lunga fase di pressione: gli azzurri perdono un disco dietro gabbia e in un amen Bernad lo riceve dai compagni e può appoggiare indisturbato. Mancano solo 2.55 minuti al termine, Mai, stanchissimo, alza bandiera bianca, subentra Facchinetti per alcuni istanti. Poi la gabbia resta vuota per l'infruttuoso assalto finale.

 

--------------------------------------------------

 Italia Femminile:

Esordio convincente delle azzurre, che battono 2-1 Cina Taipei e guadagnano due punti in classifica al Mondiale di Barcellona: “Nella prima partita – dice coach Ceschini – conta solo vincere. Abbiamo dovuto adattarci ad una pista che non avevamo provato: è andata bene, sappiamo di poter far meglio, ora possiamo già concentrarci sulla difficile giornata di domani”. Stranezze del calendario: l'Italia domani gioca alle 8 contro gli Usa e poi alle 20 contro la Francia, su due piste differenti. Non proprio il massimo: “Sarà un problema – prosegue Ceschini - gestire preparazione e tempi di recupero, ma sono sicuro che il nostro staff farà un gran lavoro”.

L'Italia ha preso in mano le redini del match contro Cina Taipei fin dai primi cambi. Le asiatiche, con soli sei giocatori di movimento, hanno impostato una gara di contenimento puntando sulle ripartenze. Un piano mantenuto anche dopo il vantaggio azzurro, realizzato da Stocker a conclusione di un'efficace iniziativa personale: giro dietro la gabbia e tiro beffardo sul primo palo per l'1-0. Taipei ha pareggiato nel finale di primo tempo grazie ad uno slalom della capitana Hsieh che è andata via centralmente, ha messo a sedere Biondi e depositato il disco in rete. Gol spettacolare, ma azzurre un po' molli in quella situazione. A rimettere le cose a posto ci ha pensato Piccinini in avvio di ripresa facendosi largo di prepotenza nei pressi dell'area di porta, per poi concludere a rete di rovescio. Sul 2-1 il tema tattico è rimasto il medesimo: Italia a fare il match portando anche grande pressione sulle uscite di zone altrui, Taipei a farsi viva di rado dalle parti di un'attenta Biondi. Alla fine il computo dei tiri recita 27 a 12 per le azzurre.

In mattinata: Usa – Francia 3-2.

 

-------------------------------------------------------

 TABELLINI:

ITALIA – REPUBBLICA CECA 1-2 (0-1)

Primo tempo: 6.35 Kutak (RC)

Secondo tempo: 10.31 Ferrari (I), 17.05 Bernad (RC).

 ITALIA: Mai (Facchinetti). Rigoni, Calore, Campulla, Letizia, Comencini, Bellini, Barsanti, Ferrari, Berthod, Vendrame, Lettera, Munari, Ustignani, Delfino.

 REPUBBLICA CECA: Brabec (Frodl). Sebek. Strycek, Loskot, Maly, Cik, Fiala, Gremlica, Bernad, Chamrad, Rubes, Zboril, Kutak, Kafka, Pribyl.

------------------------------------------------------------------

 ITALIA – CINA TAIPEI 2-1 (p.t. 1-1)

Primo tempo: 3.57 Stocker (I), 17.09 Hsieh (CT).

Secondo tempo: 1.02 Piccinini (I).

 

ITALIA: Biondi (Pompanin). Faravelli, De Rocco, Tartaglione, Ercolani, Speranza, Bisi, Roccella S. , Roccella R., Di Giovanni, Guazzi, Cipriano, Piccinini, Stocker, Novelli.

 

CINA TAIPEI: Lin (Cheng). Pan, Chang, Li, Tien, Hsieh, Wu.

 

Qui i roster dell'Italia senior, maschile e femminile:

http://www.fisr.it/hockey-inline/comunicati-ufficiali/category/317-2018-19.html

Livescore ufficiale WRG19: www.inlinehockey.wrg2019.com

Media assets: https://bit.ly/2NgG1iz

SEGUITECI

Su Fisr.it: http://www.fisr.it/hockey-inline/news-hockey-inline.html

Facebook: https://www.facebook.com/fisritalia/

Instagram: https://www.instagram.com/fisritalia

Twitter: https://twitter.com/FISR_news

Foto di Vanessa Zenobini