Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Ciao Gabriele! l'allenatore azzurro Quirini ha perso la vita in un incidente stradale

images/1-primo-piano/Immagine_gabriele_quirini.png

Gabriele Quirini non c'è più! La notizia è arrivata improvvisa come un fulmine a ciel sereno e devastante come il più tremendo dei terremoti, lasciando un segno indelebile per tutto il mondo delle rotelle che lo amava come poche altre figure del pattinaggio artistico.

E la forza del dolore sta tutta nelle centinaia di commenti sgomenti ed attoniti che, in pochissimo tempo hanno invaso la pagina Facebook federale e nelle immagini a fondo nero, a significare un lutto straziante, che tantissimi atleti, allenatori, amici del pattinaggio di tutto il mondo gli hanno voluto tributare sui propri profili social.

E' una giornata maledetta, quella di oggi, per il pattinaggio artistico che piange la scomparsa di Gabriele Quirini, grandissimo allenatore delle squadre nazionali azzurre oltre che brillante coreografo, riconosciuto indiscutibilmente come uno dei migliori tecnici a livello internazionale, che ha perso la vita, a soli 44 anni, in un incidente stradale mentre viaggiava a bordo della sua auto lungo l'autostrada del Sole nei pressi di Firenze.

Una carriera straordinaria, bruciante, coronata da tantissimi e prolungati successi agonistici internazionali ottenuti con grandissimi campioni che lo hanno portato a ricevere prima la Palma di Bronzo e, dopo qualche anno, la Palma d'Argento, massima benemerenza per meriti tecnici del Coni.

Nel proprio lavoro lo ricordano attento, preciso, pignolo forse anche severo. Ma queste attenzioni quasi maniacali nella correzione delle coreografie e dei passaggi tecnici.erano il segreto del suo grande successo, insieme ad una sincera umanità, una passione rara ed una altissima professionalità. 

Tutta la Federazione Italiana Sport Rotellistici piange la sua scomparsa e si stringe alla sua famiglia, ai suoi atleti, ai suoi amici.  

Non ci sono parole per raccontare quanto ci mancherà il tuo sorriso. Ciao Gabriele!

I funerali si terranno lunedì 5 marzo alle ore 15 nella chiesa della Parrocchia Spirito Santo alla Ferratella in Via Rocco Scotellaro 11. Roma.

 

 

2 marzo 2018