Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Un’Italia dilagante agli europei di Barcellona di Freestyle

images/1-primo-piano/foto_sabato_29.jpg

Pensavamo che i successi degli azzurri dei CT Ronco e Lualdi di ieri ai campionati europei di Freestyle di Barcellona 2018 fossero straordinari, ma ci siamo sbagliati! I risultati odierni ci hanno costretti a ricrederci. Oggi abbiamo fatto di più, rendendo memorabile il bottino italiano già a metà torneo: eloquente il confronto con i pur brillanti campionati di Busto Arsizio 2017 dove abbiamo conquistato complessivamente quattro ori, dieci argenti e tre bronzi.

Forti delle medaglie pesanti di ieri, partiamo con gli occhi di tutta l’Europa del Freestyle puntati addosso, oggi in cui si gareggiava nelle gare dello speed slalom. E gli occhi li hanno dovuti chiudere avversari e spettatori sugli spalti dell'impianto barcellonese, accecati dall’impressionante fila di fuoco che i nostri ragazzi hanno sparato, in un crescendo che, fatte salve le senior femmine, ci ha visti primeggiare, anzi maramaldeggiare, in tutte le altre gare in programma.
Partono gli junior allenati da Chiara Lualdi, che sta facendo un ottimo lavoro traducendo concretamente i progetti del settore Freestyle federale che sta investendo molto anche sulla crescita del settore giovanile. Maschi o femmine non fa differenza, siamo leader assoluti: conquistiamo i due ori con Sveva Romano ed Alessandro Cosentino e coloriamo di azzurro il podio con Matilde Arosio e Francesca Pettinari tra le donne, mentre tra gli uomini Filippo Medda, Mirko Casini e Stefano Galbiati sono rispettivamente terzo, quarto e quinto.
Supremazia che i nostri ragazzi senior ribadiscono poco dopo con un immenso Alessandro Lissoni che si prende l’oro, mettendosi in scia dal terzo al sesto posto i bravi Savio Brivio, Nicholas Santoni, Enrico La Volpe e Valerio Degli Agostini. Come dicevamo forse sotto le aspettative ma comunque di tutto riguardo i piazzamenti delle senior femmine che arrivano sesta con Elisa Paoli e sesta con Cristina Rotunno. Stessa sorte per l’azzurro Filippo Medda che nella gara di slides categoria junior non riesce ad arrivare a podio finendo comunque con un onorevole sesto posto.
Chiudiamo questo secondo giorno di gare con un bottino di medaglie che parla da solo: 6 ori, 2 argenti e 5 bronzi che consolidano il ruolo di leader continentale del freestyle azzurro.

nella foto la medaglia d’oro Alessandro Lissoni