Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Un 2018 sotto il segno dell'Amatori Lodi

images/1-primo-piano/hp/medium/news_137.jpg

La classifica del 2018 dell'Hockey su Pista: Lodi 56 punti, Forte dei Marmi 52, Breganze 51, Follonica 48, Valdagno 46. Tra i marcatori spicca Federico Ambrosio, top scorer del 2018 con 45 reti.

Con l’anno appena trascorso e archiviato, andiamo a fare alcuni bilanci e considerazioni quanto accaduto nel 2018 e a metà della stagione in corso. C’è un’unica squadra che ha fatto la voce grossa e questa è l’Amatori Lodi la quale ha spadroneggiato in ogni classifica. Prendiamo in considerazione la classifica attuale e quella del passato campionato al giro di boa, troviamo sempre l’Amatori Lodi in testa e campione d’inverno, ciò gli ha permesso di realizzare un record storico, cioè vincere il platonico titolo per due stagioni consecutive e in solitaria. Gli era accaduto già nel 2010-11 e 2011-12 di essere primo, ma nella prima stagione era in coabitazione con Breganze e Cgc Viareggio.

La classifica di dodici mesi fa era: Amatori Lodi 32, Forte dei Marmi 31, Cgc Viareggio 31, Valdagno 26, Bassano 23, Trissino 22, Breganze 21, Follonica 18,Hrc Monza 17, Sarzana 15, Thiene 10, Roller Scandiano 5.  Se raffrontiamo quella attuale scopriamo: Amatori Lodi con 31 (differenza punti con quello precedente, -1), Forte dei Marmi 29 (diff. -2), Valdagno 29 (diff.+3), Sarzana 23 (diff.+8), Breganze 22 (diff.+1), Follonica 22 (diff. +4), Cgc Viareggio 21  (diff. -10), Trissino 17 (diff.-5), Roller Scandiano 17 (diff.+12), Hrc Monza 17 (diff. 0), Bassano 8 (diff.-15), Thiene 6 (diff.-4), Amatori Vercelli e Sandrigo erano in A2.

Considerando solo l’anno solare 2018, sul primo gradino del podio in merito a più punti conquistati in 25 gare, l’Amatori Lodi ne ha raccolti 56, grazie a 16 vittorie, 8 pareggi e una sola sconfitta, quella casalinga col Breganze. Al secondo posto c’è il Forte dei Marmi di Bresciani con 52, terzo il Breganze con 51, quarto il Follonica con 48, a seguire, Valdagno 46, a pari merito Cgc Viareggio e Sarzana con 41, Bassano 34, Hrc Monza 33, Trissino 30, Roller scandiano 29, Thiene 14.

L’Amatori Lodi è stata l’unica squadra ad essere rimasta imbattuta in trasferta per tutto l’arco dell’anno, con 10 vittorie e 3 pareggi, mentre il Follonica di Enrico Mariotti ha lo scettro dell’imbattibilità casalinga, in 11 gare, 9 vittorie e 2 pareggi. Spulciando altre curiosità poniamo in risalto il maggior numero di vittorie complessive del Forte dei Marmi e dell’Amatori Lodi con 16, il miglior attacco del Breganze con 138, secondo il Cgc Viareggio con 119, terzo il Valdagno con 118. La miglior difesa complessiva solo 60 reti subite dall’Amatori Lodi, secondo il Forte dei Marmi con 68 subite, terzo il Cgc Viareggio con 69. I primi tre posti per il miglior attacco casalingo: Cgc Viareggio 78 reti, Sarzana 69, terzo il Breganze con 68. Per la miglior difesa interna: Follonica 25 subite, Forte dei Marmi 27, Breganze 32. Lontano dal proprio palazzetto le tre squadre che hanno segnato di più sono: Breganze 70 reti,  Valdagno 67, Amatori Lodi 64, mentre la miglior retroguardia spetta ai lodigiani con sole 25 reti insaccate, Trissino con 32 e a pari merito terze Cgc Viareggio e Bassano con 35.

Tra i marcatori spicca in questa speciale classifica nell’anno solare 2018: Ambrosio Federico con 45 reti (30 col Breganze e 15 col Forte dei Marmi), secondo Martinez Lucas con 38 (19 col Follonica e 19 col Breganze), terzo Andrea Brendolin 37 (24 reti in A2 col Sandrigo e 13 attuali col Thiene), quarto Massimo Tataranni del valdagno con 36, quinto Xavier Rubio 34 (19 col Sarzana, 15 con lo Scandiano).

L’ultima curiosità la offriamo ai portieri e a coloro che nel 2018 in campionato hanno fatto più “clean sheet”, cioè hanno tirato giù la saracinesca più volte, ebbene questa speciale classifica l’ha vinta Adrià Català con 3 partite su 25 imbattuto, gli era capitato due volte con la maglia dell’Amatori Lodi e una con l’attuale Trissino, al secondo posto troviamo Simone Corona del Sarzana con 2, con una un folto gruppo, Pertegato del Thiene, Barozzi del Cgc Viareggio, Fabio Errico dello Scandiano, Valentin Grimalt dell’Amatori Lodi, Giovanni Menichetti del Follonica ed infine Riccardo Gnata del Forte dei Marmi. 

MONTEBELLO VICENTINO NEL 2018 MIGLIORE SQUADRA

Tra le squadre rimaste in serie A2 tra la passata stagione e quella attuale, il Montebello Vicentino si è contraddistinto come miglior squadra nella serie cadetta. I veneti complessivamente hanno racimolato 48 punti, davanti al Roller Bassano con 37 e al  Forte dei Marmi, sul terzo gradino con 34. Il Montebello Vicentino attuale capoclassifica del campionato, nelle dieci giornate del 2017-18 ha raccolto 17 punti che sommati agli attuali 31 portano il bottino a 48 punti, il bilancio del Roller Bassano è la somma di 13+24, mentre per il Forte dei Marmi è di 19+15. I toscani inoltre hanno una particolare curiosità, sempre tra le squadre rimaste in A2 è colei che nel 2018 del passato campionato, ha conquistato più punti 19, davanti al Cremona e al Pordenone con 18.  Ecco la classifica finale dell’anno solare 2018: Montebello Vicentino 48, Roller Bassano 37, Forte dei Marmi 34, Pordenone 33, Cremona 31,Montecchio Precalcino 27, Amatori Modena 19, Pico 19, Azzurra Novara 10.

Se facciamo anche un’analisi tra i giocatori rimasti in A2, anche in questa speciale classifica svetta un bomber del Montebello Vicentino, Manuel Pasquale con 36 reti. Al secondo posto troviamo Mattia Clavello del Montecchio Precalcino con 31, terzi a pari merito il cileno Gabriel Tudela del Montebello Vicentino e Andrea Marangoni del Roller Bassano  con 28. Il primo però ha alle spalle la somma con due casacche diverse, 12 reti con la sua precedente squadra Pico della Mirandola, più le 16 attuali col Montebello. Al quarto posto, un altro giocatore della squadra allenata da Mirco De Gerone, Alberto Peripolli a quota 27 ad un passo giù dal podio.