Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

A Torino e Genova il raduno degli azzurri della Corsa

images/1-primo-piano/medium/Immagine_raduno_piemnte_liguria.png

Questa volta è stato il nord ovest il protagonista della stagione itinerante dei raduni della nazionale di pattinaggio Corsa voluti dal CT Massimiliano Presti insieme al Settore tecnico.
I 25 ragazzi presenti, tutti giovanissimi, sono i promettenti azzurri del vivaio di Piemonte e Liguria, compresa la medagliata olimpica di Buenos Aires la savonese Giorgia Valanzano.
Riscopriamo due bellissime regioni con piccoli tesori nascosti, tra i quali i due impianti che hanno ospitato i meeting: Torino - Parco la Colletta con la storica collina di Superga alle spalle e Genova - Pegli con vista mozzafiato sul mare ligure, strutture bellissime che meritano un’adeguata valorizzazione e su cui settore e CR locali si sono impegnati a lavorare.
Il tecnico Presti ha trovato ragazzi con delle buone basi e, anche qui, molto entusiasmo e grande disponibilità.

Immagine raduno piemnte liguria articolo
Come al solito la parola d’ordine è “lavorare”, sempre nella direzione intrapresa che punta ad organizzare eventi regionali e sviluppare delle situazioni che possano permettere di tirar fuori il meglio degli atleti.
Infatti questi ultimi raduni perseguono gli obiettivi di realizzare opportunità di crescita sul territorio da sviluppare, in collaborazione con i volenterosi allenatori e società locali, al fine di aprire il grande pattinaggio Corsa alla periferia.
Erano presenti i due responsabili regionali della Corsa Giorgio Pasquini (Liguria) e Davide Manera (Piemonte) e, per un saluto, anche le due presidentesse dei locali Comitati regionali Sabrina Benvenuto e Marina Cesarello e Zappalà del Coni regionale ligure, già dirigente federale.