Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

IL Presidente WS Aracu e la V. Presidente CONI Sensini aprono il Technical Course SKB Rome 2019

images/1-primo-piano/medium/FotoGruppo.jpg

Oggi sono iniziati presso il Palazzo delle Federazioni di Roma i lavori dello “Skateboarding technical Course promoting gender equality in Skateboarding Judging and coaching practices “ con il saluto di apertura del Presidente World Skate Sabatino Aracu, del Vice Presidente Coni Alessandra Sensini e del Responsabile della Preparazione olimpica del CONI Giampiero Pastore.
Il seminario, in materia di pari opportunità di genere nel quadro delle attività di formazione finalizzate allo sviluppo dello Skateboard sul territorio nazionale ed internazionale, nasce da un’azione corale tra la Federazione Italiana Sport Rotellistici, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, la World Skate e la Commissione Solidarietà Olimpica Comitato Olimpico Internazionale.
Dodici donne (coaches, team managers e giudici) provenienti da diversi paesi del mondo si incontrano a Roma dal 14 al 18 maggio per approfondire e condividere il proprio know-how tecnico ed etico in linea con i principi cardine e gli obiettivi delle politiche di sviluppo, promosse dalla FISR e dalla World Skate, volte alla valorizzazione delle pari opportunità di genere in ambito formativo. Se da un lato infatti il numero di donne skater è in continua crescita e la disciplina dello Skateboard è sempre più recepita quale mezzo di inclusione sociale su scala globale, la parità di genere rimane un importante fattore da affrontare nella formazione e nell’effettivo impiego di giudici e allenatori donne presso eventi e competizioni di rilievo nazionale ed internazionale. Il CONI riconosce altresì la necessità di dare concreta attuazione alle raccomandazioni del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) in materia di pari opportunità.
“Il progetto – ha commentato il Presidente Aracu – oltre a formare giudici per l’imminente competizione olimpica, è concepito per porre le politiche inerenti l’uguaglianza di genere al centro dell'agenda italiana attraverso una maggiore e più efficace cooperazione inter-istituzionale, alla luce della recente inclusione dello Skateboard nei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 e delle raccomandazioni del CIO in materia di pari opportunità.”
Il corso ha, peraltro, notevole rilevanza alla luce del fatto che gli obiettivi del progetto sopracitato coincidono con quelli del programma New Leaders Sport Leadership promosso dal CIO in collaborazione con il Comitato Olimpico Europeo e i Comitati Olimpici Nazionali di Finlandia, Lituania, Irlanda e Azerbaigian, di cui la FISR costituisce l’unica Federazione Nazionale rappresentante l’Italia a livello internazionale con il nostro atleta Daniele Facchinetti.