Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CopertinaFISRIl giorno decisivo è arrivato, il primo titolo ufficiale di campione mondiale per la disciplina dello Skateboarding è stato assegnato proprio oggi ai World Roller Games. World Skate ha così coronato i migliori Vert Skater in gara allo Sports Lab di Nanjing: 4 run da 30 secondi per portare a casa il titolo.

La giornata è partita con la categoria femminile che, dopo tanta practice, fremeva da ieri per skatearsela: è stata quella dell’australiana Poppy Starr Olsen la prima medaglia d’Oro assegnata nella storia dello skateboarding. La skater australiana si è imposta subito in prima posizione e migliorato i trick ad ogni singola run concludendo all’ultima routine con un punteggio di 92.40. Ha provato fino all’ultimo la californiana Arianna Carmona a sorpassare Poppy ma, con un punteggio di 85.50 all’ultima run, si piazza in seconda posizione. Segue la polacca Amelia Brodka che chiude il podio di questi Roller Games con un punteggio di 80.76 messo in tasca alla terza run.

La giornata nuvolosa, ed il vento minaccioso, ha portato il direttore di gara ad anticipare la categoria maschile di un’ora per non rischiare di trovarsi sotto la pioggia, che alla fine fortunatamente non è mai arrivata.

Superando i già buoni risultati, sono stati vari gli skater ad essere riusciti a spingersi oltre con le run di Finale. L’inglese Paul Luc Ronchetti non riesce a mantenere il secondo posto di ieri nonostante la sua imprebbiabile potenza ed un kickflip big spin indy a far impallidire. Paul termina comunque il mondiale con la medaglia di bronzo e 89.57 come punteggio finale. Va decisamente meglio per il californiano Marcelo Bastos che dalla quinta posizione di qualifica si impone con una run dena di rotazioni ad un “signature” Nollie heel 540. Bastos sfiora il gradino più alto del podio con 91.59, ma termina la gara in seconda posizione lasciando il titolo di Campione Mondiale 2017 al suo connazionale Clay Kreiner dal South Carolina. Clay ha sparato una seconda run perfetta con un mix di manovre impareggiabile: pulito, veloce, tecnico ed al contempo spettacolare ha saputo soddisfare il gusto del pubblico e della giuria al tempo stesso. In mezzo ad una vera e propria tempesta di aerial, rotazioni e flip trick spicca a mani basse un Mc Trist Kickflip Body Varial che ha fatto saltare il pubblico sulle sedie a fine Run. I giudici non hanno potuto fare a meno di dare lui un 92.71. Un punteggio più che meritato che assegna agli Stati Uniti il primo oro per della storia dello Skateboarding maschile.

Arrivati in finale Ivan Federico e Alessandro Mazzara hanno tenuto testa a buona parte dei contenders in gara. Ivan ha usato l’Half Pipe in modo originale, mettendo a frutto la sua recente esperienza in park, con un stile unico ed alcuni trick decisamente fuori dal coro. Benché autore di un'ottima run, Ale Mazzara perde qualche posizione rispetto alla qualifica. Rimane comunque nella top ten anche grazie ad un Cab 720 impareggiato. Settimo posto per Ivan e Ottavo per Ale. Good Job!

E’ tutto, l'appuntamento è al 2019 per i World Roller Games di Barcellona, nel frattempo tenetevi allenati, it’s always Skateboarding time!

 

logo1-fihplogo2-fihpfirsnlogo4-fihp