Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

La Bidielle conferma Posito e riaccende i motori con prudenza

Sono due i fronti sui quali è impegnato il Correggio Hockey in questi primi giorni post lockdown. Da un lato la costruzione della Bidielle versione 2020/21 che ad ottobre sarà di nuovo ai nastri di partenza della Serie A1 di hockey pista. Dall'altro la ripresa delle attività in un "new normal" fatto di protocolli, precauzioni e tanta prudenza.
Per quanto riguarda la costruzione della squadra, il presidente Marco Ferretti e i suoi collaboratori stanno lavorando prima di tutto sulle riconferme. Le lusinghiere prestazioni della squadra nel girone di ritorno e prima dell'interruzione hanno ispirato le politiche di mercato: prima confermare l'asse portante della squadra e solo dopo cercare uno o due elementi da inserire per dare a Jara e Bertolucci capitale umano con cui lavorare.
Il cantiere della Bidielle del futuro è già a buon punto grazie alle conferme dello stesso Bertolucci, del portiere catalano Cesc Campor, del capitano Enrico Zucchiatti e del regista Nicolas Barbieri. Adesso si aggiunge anche la conferma di Franco Posito, attaccante argentino andato a segno 12 volte nelle 22 partite giocate con la maglia biancorossoblu. Un bottino che ha un valore maggiore di quanto non dicano i freddi numeri, dato che Posito è stato tra i protagonisti della svolta che ha cambiato in meglio la stagione della Bidielle, andando a segno 8 volte nelle ultime 8 partite.
Posito è rientrato da poco a San Juan, dove ora si trova in quarantena preventiva assieme a Ceschin; il loro viaggio di rientro in patria è stata una vera e propria avventura. Dopo aver atteso più di un mese per trovare un volo per il Sudamerica, il lockdown argentino ha reso epica la traversata da Buenos Aires a San Juan che si trova ai piedi delle Ande, a 1.200 km circa dalla capitale. In totale il viaggio è durato 60 ore, molte delle quali in autobus.
Posito tornerà a Correggio a fine agosto quando inizierà ufficialmente la preparazione in vista della nuova stagione che dovrebbe prendere il via ad ottobre; condizionale d'obbligo in attesa delle ordinanze che chiariranno come e quando il pubblico potrà tornare sulle tribune dei palasport. Intanto, però, il Correggio Hockey sta riprendendo le proprie attività, applicando i protocolli vigenti e muovendosi con la massima prudenza. La scorsa settimana la Bidielle ha svolto tre sedute in due gruppi molto ristretti sotto la guida del preparatore atletico Gabriele Rossi. Questa settimana torneranno a rullare i pattini con altri tre allenamenti, questa volta con il gruppo al completo. Ripartono anche i portieri, agli ordini di Cesc Campor e Toto Bastias, e la squadra di Serie B sotto la guida di Pablo Jara. Per le categorie giovanili ci sarà da pazientare ancora un po', ma l'intenzione della società è quella di riportare tutti in pista e in sicurezza nel giro di qualche settimana e prepararsi ad una estate di allenamenti per riprendere la necessaria confidenza con pattini, bastone e pallina