Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Sergio Silva: "Felice di essere tornato, Follonica può volare alto"

Sergio Silva è il nuovo allenatore di Follonica Hockey 1952. Queste le prime parole del neo tecnico biancoazzurro.

Quanto è stato forte il richiamo di Follonica?
“Follonica ha rappresentato un periodo bellissimo della mia vita. Qui ho giocato, vinto e instaurato un rapporto con la gente del posto davvero unico. Ma questo fa parte del passato e il passato appartiene ai musei. Oggi sono qui come allenatore del Follonica e voglio contribuire a far crescere questa squadra”.

Nella sua breve esperienza come tecnico ha guidato, con risultati positivi, Vercelli e Trissino. Si aspettava la chiamata del Follonica?
“No, è stata una bella sorpresa, questa è una piazza storica che vive di hockey. Da un punto di vista sportivo non ci ho pensato due volte, venire a Follonica credo che sia il sogno di qualsiasi allenatore, poi vivendo con la famiglia a Trissino ci sono state delle problematiche da risolvere che piano piano stiamo mettendo a posto”.

E stata una trattativa lunga?
“Assolutamente no, sono bastate poche telefonate”.

Cosa porterà Sergio Silva al Follonica?
“La mia esperienza e l'entusiasmo. Mi sono buttato in questa nuova avventura da allenatore con grande determinazione e voglia di fare. Ecco porterò con me la cultura del lavoro, non vedo l'ora di cominciare”.

Che idea si è fatto del gruppo che fra pochi giorni inizierà a dirigere?
“E' una buonissima squadra, formata da molti giovani follonichesi che hanno già dimostrato il loro valore. Con l'arrivo di Nando Montigel e Leo Barozzi possiamo contare su un organico molto competitivo".

Si è già posto qualche obbiettivo o è ancora presto per questo tipo di discorsi?
“Ci sono alcune squadre sicuramente più attrezzate di noi, ma credo, conoscendo i ragazzi, che il Follonica possa fare bene, non parlo di vincere ma di fare le cose giuste nel modo giusto, poi sarà come sempre la pista a parlare”.

Per chiudere cosa si sente di dire alla gente di Follonica che non lo ha mai dimenticato?
“Che darò il massimo per questa società, lavorerò duramente per portare Follonica più in alto possibile”

Ufficio Stampa Follonica Hockey