Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

tTrissino, come cresce il baby Zen: “Questi campioni mi aiutano a crescere come portiere e come uomo”

Il “Backup” di Adrià Català sabato sera ha risposto presente alla chiamata di coach Resende disputando una buonissima prestazione a Biassono. Con lui abbiamo parlato del successo col Monza, del momento della squadra e del prossimo impegno, il derby di mercoledì sera alle 20.45 al Pala Dante contro Sandrigo

La sua figura è indispensabile nello spogliatoio del GS Hockey Trissino. Parliamo di Elia Zen, il “Backup” di Adrià Català, il giovanissimo prodotto del vivaio trissinese che da due stagioni sta crescendo giorno dopo giorno alle spalle del portierone spagnolo. Elia è un ragazzo molto serio, umile e con tanta voglia di imparare. Finora quando è stato chiamato in causa, come sabato sera a Biassono, ha sempre risposto presente, e questo è la conferma della sua costante crescita, come portiere e soprattutto come uomo. Assieme a lui abbiamo voluto analizzare la trasferta sulla pista del Monza, il momento della squadra e il prossimo impegno, mercoledì sera alle 20.45 al Pala Dante contro Sandrigo.

Elia Zen, la squadra ha giocato sabato sera a Monza, tornando alla vittoria dopo lo scivolone di Follonica. Che valutazione ti senti di fare del risultato e della prestazione?
“E’ stata una buona prestazione di tutta la squadra; abbiamo saputo gestire bene tutte le varie fasi della partita, riuscendo ad avere la meglio di un avversario che aveva tanta voglia di far punti, ma si è trovato di fronte una squadra, la nostra, che non voleva concedere nulla”.

Come valuti la condizione del gruppo in previsione di questi due mesi super intensi?
“Il gruppo si sta impegnando tanto giorno dopo giorno fin dai primi allenamenti di agosto; sappiamo che questi due mesi saranno molto duri, però noi concentrandoci partita dopo partita cercheremo di dare il massimo e portare a casa più punti possibile”.

Questa settimana si torna in casa mercoledì sera col Sandrigo. Che match dobbiamo aspettarci e che insidie può nascondere?
“Il Sandrigo in queste ultime partite sta facendo molto bene; siamo consapevoli di questo, e quindi faremo il massimo per tenere a casa nostra i tre punti”.

A livello personale, cosa ti sta insegnando questa stagione che ti sta dando l’opportunità di giocare in una squadra pieno di campioni?
“Sto imparando molto da questo gruppo: mi stanno aiutando sia a crescere come giocatore che come persona. Sapevo fin dall’inizio che sarebbe stata una grande opportunità quella di allenarmi con questi grandi campioni, e garantisco che cercherò di sfruttarla al meglio”.

Che messaggio ti senti di dare alla gente di Trissino, in previsione di un paio di mesi da vivere tutti col fiato sospeso?
“Che faremo il possibile per intrattenervi e divertirvi, regalandovi spettacolo ed emozioni, anche se da dietro uno schermo per il momento, sperando che si possa tornare presto alla normalità, col Pala Dante pieno di tifosi e di entusiasmo”.

Nicola Ciatti
Ufficio Stampa GSH Trissino
Foto Luigi Mecenero