Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

All'Europeo l'Italia conquista 44 medaglie. Chiusa la pista, da martedì si gareggia su strada

images/medium/EUROPEI_OSTENDA_MEN_terzo_giorno.JPG

Numeri da capogiro per la Nazionale italiana che chiude i primi tre giorni in pista dei Campionati Europei categorie Allievi, Junior e Senior di Ostenda (Belgio) con la bellezza di ben 44 medaglie di cui: 16 d’oro, 18 d’argento e 10 di bronzo. Domani giornata di stop, si ritorna a gareggiare su strada martedì 21 agosto. 

Il team azzurro, guidato dal CT Massimiliano Presti e affiancato dal Responsabile del settore tecnico corsa Antonio Grotto, è sceso in pista per la 1.000m Sprint. Per la categoria Allievi donne, dopo l’oro ottenuto dalla spagnola Luisa Maria Gonzalez, largo al tricolore con l’argento di Sofia Saronni e il bronzo Giulia Corsini. Ottavo posto per Sofia Biagi. Stesso copione per quanto riguarda i colleghi del maschile: prima posizione per l’iberico Ivan Galar, seconda per l’azzurro Marco Bedon e terza per il compagno di squadra Riccardo Bossi. Alessio Clementoni chiude quindicesimo. Si prosegue con la categoria Junior donne e anche questa volta l’Italia chiude con un argento e un bronzo ad opera rispettivamente di Giorgia Valanzano e Laura Peveri. Oro per la Francia con Honorine Barrault. Edda Paluzzi termina quinta. I ragazzi vanno a podio con Vincenzo Maiorca che sale sul secondo gradino del podio dietro al tedesco Jan Martin Mende e davanti al belga Jason Suttels. Francesco Palumbo si posiziona dodicesimo. Infine per la categoria Senior donne tiene alta la bandiera italiana Francesca Lollobrigida che porta a casa l’argento; oro per la belga Sandrine Tas, bronzo per la francese Marine Lefeuvre. L’azzurra Veronica Luciani termina decima, Luisa Sophia Woolaway al quincicesimo posto. Gli uomini finiscono invece giù dal podio: quinto Giuseppe Bramante, sesto Filippo Manera e nono Daniele Di Stefano. Conquista l’oro il Belgio che gioca in casa con Mathias Vosté, argento al Portogallo con Diogo Merreiros e bronzo alla Francia con Quentin Giraudeau. 

A seguire le gare 3.000m Americana. Qui le nostre azzurre categoria Allievi (Sofia Sarnonni, Melissa Gatti, Asia Libralesso e Giulia Corsini) hanno conquistato una bella medaglia d’argento; primo il team francese, terzo quello ungherese. Spettacolare vittoria per i ragazzi (Gabriele Cannoni, Riccardo Lorello e Andrea Cremaschi) che hanno battuto la Spagna e la Francia arrivate rispettivamente seconda e terza. Un eccellente successo lo conquistano anche le ragazze (Edda Paluzzi, Asja Varani e Giorgia Valanzano) della categoria Junior. Seconda posizione per la Francia, terza per l’Olanda. Argento per i colleghi (Filippo Scotto, Vincenzo Maiorca e Omero Tafi) della Junior uomini che superano la Nazionale tedesca e si piazzano dietro a quella olandese. Secondo gradino del podio anche per la Senior donne (Francesca Lollobrigida, Giulia Lollobrigida e Giorgia Bormida) che superano la Germania, ma non riescono ad avere la meglio sulle colleghe del locale team belga. Infine gli uomini (Daniel Niero, Duccio Marsilli e Daniele Di Stefano) sbaragliano la concorrenza e ottengono l’oro battendo Portogallo e Olanda. 

“Sono contento, soprattutto perché abbiamo raggiunto ottimi risultati in un Campionato Europeo di altissimo livello - sono le prime parole del ct azzurro Massimiliano Presti -. Siamo riusciti a dominare, ma molte squadre sono cresciute per cui diventa sempre più difficile mantenere le posizioni di testa. Sono consapevole di avere un team con tanti giovani all’esordio di categoria, ma questi ultimi si sono distinti conquistando risultati degni di nota. Inoltre il clima di gruppo è ottimo: i ragazzi mi sono piaciuti sia dentro, sia fuori dalla pista. Sono soddisfatto e il morale è alto, anche grazie alle buone prove che hanno portato positività in spogliatoio. Domani c’è un giorno di pausa poi si torna a gareggiare su strada. È difficile fare previsioni, dipende come si troveranno i nostri atleti su questo tipo di strada e di asfalto. L’unica nota stonata che posso trovare finora è che siamo stati penalizzati da qualche infelice decisione arbitrale in alcune gare”. 

Per essere aggiornati sui Campionati Europei di Ostenda e vedere qualche foto è sufficiente seguire i social ufficiali Fisr. 

Per consultare il programma giornaliero delle gare e conoscere tutti i risultati: http://oostende2018.eu

Per conoscere l’elenco dei convocati in maglia azzurra: http://www.fisr.it/corsa/comunicati-ufficiali/category/273-2018.html