Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Le squadre junior dell’hockey inline “sbarcano” a Barcellona

images/medium/HIL_arrivo_a_Barcellona.jpeg

Operazione WRG al via! Sono da poco arrivate a Barcellona, sede delle gare dei prossimi Mondiali di Inline, le due formazioni juniores azzurre guidate dalle coppie di allenatori Sartori-Rigoni (Junior maschile) e Gavazzi-Franko (Junior femminile). Squadre che a partire da sabato 29 giugno (domani “assaggio” con il campo da gioco nelle prove pista ufficiali) saranno impegnate nei gironi eliminatori dei Mondiali che in questa edizione rientrano nel contesto dei World Roller Games (le “Olimpiadi delle Rotelle”).

Namibia, Irlanda e Nuova Zelanda le (abbordabili) avversarie dei maschi, Canada, Cina e Gran Bretagna invece le avversarie ben più toste (al netto della Cina) per le azzurrine di coach Gavazzi; è proprio il coach laziale, all’esordio da capo allenatore della formazione junior a presentare “il lato rosa” della rassegna iridata: "Arriviamo a Barcellona con un gruppo giovane, quasi tutte sono alla prima esperienza internazionale, ma confidiamo che il loro entusiasmo sia il motore di questa manifestazione. Durante il raduno abbiamo curato un paio di aspetti tattici : break out e sistema difensivo, in modo da poter giocare tutti lo stesso hockey in campo. Sono curiosa di capire il livello delle altre nazionali dopo il doppio cambio generazionale prima di sbilanciarmi su un pronostico". Alle parole di Gavazzi fa eco Cristiano Sartori che, coadiuvato da Luca Rigoni (che dal 4 luglio sarà impegnato sulla panca dei senior), è invece alla sesta presenza da head coach della formazione Junior maschile che, ricordiamolo, va a medaglia consecutivamente dal 2015 (2 bronzi e due argenti) allorquando arrivò il primo storico bronzo. "Il tempo per lavorare non è stato tanto, ma sono comunque convinto che si sia lavorato al meglio. I ragazzi hanno risposto positivamente a stimoli ed indicazioni e alla fine penso che si sia riusciti a mettere assieme un gruppo compatto che può contare su buone individualità. Non voglio fare pronostici perché ogni anno a livello giovanile le squadre cambiano molto ma son certo che da parte nostra l’impegno sarà totale e cercheremo ovviamente di andare più lontano possibile". Quindi un caloroso in bocca in lupo a ragazzi e ragazze delle formazioni azzurre, nella speranza ci possano coinvolgere ed emozionare il più a lungo possibile!

 

SEGUITECI: 

Su Fisr.it: http://www.fisr.it/hockey-inline/news-hockey-inline.html

Facebook: https://www.facebook.com/fisritalia/

Instagram: https://www.instagram.com/fisritalia

Twitter: https://twitter.com/FISR_news

 

Foto di Vanessa Zenobini