Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

WRG 2019 CORSA Dopo la pioggia arrivano le medaglie dagli azzurri sulla pista di Barcellona

images/1-primo-piano/medium/copertina_corsa_9_luglio.png

Dopo la pioggia che ieri non ha consentito di assegnare le medaglie ma neanche di gareggiare per tutta la giornata, oggi il tempo ha dato tregua seppur con qualche goccia qua e là, consentendo di rispettare il programma, con l’incastro in apertura delle due gare lunghe sospese domenica sera.
Su una pista difficile ed insidiosa è stato fittissimo il susseguirsi delle gare perché oggi si assegnavano ben 10 titoli complessivi di cui la Colombia, come da previsione, ha fatto incetta, portandosi inarrivabile in cima alla classifica del medagliere.
Purtroppo si smorzano subito gli entusiasmi azzurri a causa di una caduta determinante che ha coinvolto nella gara iniziale dei 10.000 metri eliminazione femminile la nostra outsider Francesca Lollobrigida, con una vittoria andata alla colombiana Garzon, davanti alla Yang di China Taipei ed alla tedesca Thum. Alla fine la Lollo chiude 15°, con una forte contusione al polso che non le consente di partecipare alle americane ma che non dovrebbe impedirle di gareggiare domani, mentre Edda Paluzzi, che paga la poca esperienza, è 19°.
Ci rifacciamo però subito dopo con Daniel Niero, caposaldo del team del CT Presti, che dimostra tutta la sua forza e professionalità salendo, in una gara difficilissima in cui il compagno Bramante viene squalificato, sul terzo gradino del podio, dietro al belga Swings ed al vincitore colombiano Cujante, rompendo il ghiaccio della prima medaglia azzurra.
Tocca poi alle gare veloci, quelle su cui il settore tecnico sta lavorando ed investendo molto e dove la Colombia piazza una prevista doppietta. In finale dei 500 metri, tra le femmine fa un buon risultato Giorgia Bormida 6° mentre Linda Rossi è 25°, tra i maschi invece Duccio Marsili, che mostra grandi margini di crescita, è ottavo ed Enrico Salino 31°.
Sui 1000 metri i nostri junior sono al vertice mondiale con due atleti a medaglia. La nostra Giorgia Valanzano, che fa della tenacia la sua carta in più, bissa il risultato olimpico e si piazza terza subito dopo Colombia e Spagna, con Asja Varani sotto le aspettative solo 26°. Ancora meglio fa il giovane Elia Fasolo che, a sorpresa, sfiora l’oro e si arrende di un soffio al vincitore cinese Zhang, con Filippo Scotto 15°.
Chiudono le classiche gare delle Americane dove dimostriamo di essere sempre tra le migliori piazzando tutte le nostre formazioni nelle 4 finali. Partono nella prima gara le ragazze junior Laura Peveri, Giorgia Valanzano ed Asja Varani che nulla possono contro le più forti Sud coreane, spagnole e francesi e finiscono seste. I tre giovani moschettieri Filippo Scotto, Omero Tafi e Gabrielle Cannoni, che hanno dimostrato di essere maturi per il titolo, cedono solo alla solita Colombia e si vanno a prendere uno splendido argento davanti alla Sud Corea.
Le senior Edda Paluzzi, Giorgia Bormida e Linda Rossi fanno come le colleghe junior e chiudono seste la finale vinta da Colombia seguita da Sud Corea e Francia mentre la formazione azzurra composta da Duccio Marsili, Daniele Di Stefano e Daniel Niero.sfiora per un centesimo di secondo il podio dietro la Colombia, prima, e Francia e Belgio a seguire.
Il CT Massimiliano Presti si dichiara soddisfatto di quanto fatto fin ora, soprattutto alla luce delle medaglie di oggi: “la compattezza e la serenità mostrate in questi giorni insieme ai miglioramenti nella velocità rafforzano la convinzione e la fiducia nei confronti di questo team, giovane ma già pronto a competere ai vertici mondiali”
Domani nella giornata riposo si recuperano le gare interrotte ieri per la pioggia.

Naviga qui sulle pagine dedicate del sito World Skate http://www.worldskate.org/wrg2019/disciplines/disciplina/108-Speed.html per consultare tutte le informazioni e gli approfondimenti sulla Corsa e segui qui la diretta tv http://www.rollergames.tv/ in streaming delle gare.

In copertina foto by Erika Zanetti