Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

L'Italia domina contro Andorra e vince 10-0 la prima all'Europeo U17

images/1-primo-piano/hockey_pista/medium/copertina_sito.jpg

E' un autentico trionfo la prima partita degli azzurri al 38° Campionato Europeo U17 di hockey su pista iniziato oggi a Torres Vedras, in Portogallo, proprio con la gara tra Italia e Andorra. La squadra di Colamaria ha chiuso con un netto 10-0 che la dice lunga sul divario esistente tra le due formazioni; divario reso peraltro meno evidente dall'ottima prestazione del portiere pirenaico Cerni Castellon, di gran lunga il migliore dei suoi.
Colamaria ha schierato inizialmente Bruni tra i pali, Montauti e Borgo in difesa, Caroli e Cardella in attacco, utilizzando nel corso della partita tutti gli effettivi a disposizione.
L'equilibrio è durato meno di un minuto grazie alla deviazione di Caroli su tiro di Cardella dopo nemmeno un giro di lancette. L'Italia ha saldamente preso in mano le redini dell'incontro che si è giocato di fatto ad una sola porta. All'8' il raddoppio azzurro con Borgo in mischia, seguito dal primo errore dal dischetto (Cabiddu) e, sul finire del primo tempo, dal secondo (Borgo). Tra i due penalty azzurri c'è anche la parata di Bruni sul tiro diretto lanciato da Chillon per fallo di Bangert. Nel finale di tempo l'Italia allunga il passo con il gol di Cabiddu (che l'arbitro portoghese Cardoso assegna erroneamente a Borgo) e con la rete di Maldini.
Nella ripresa la superiorità azzurra è ancora più marcata e a salire in cattedra è Matteo Cardella, il più giovane degli azzurri, ma anche quello più efficace. Al 6' esce con classe da dietro porta e insacca con uno spettacolare alza e schiaccia. Subito dopo serve a Fanton l'assist per il 6-0 e, dopo il terzo errore dal dischetto degli azzurri (Borgo su tiro diretto), insacca il tiro diretto conquistato da Cabiddu, firmando il 7-0 e serve a Montauti la pallina dell'8-0. Ad arrotondare il risultato ci pensano Maldini e Cabiddu che si scambiano i ruoli di marcatore e assistman in occasione delle due ultime reti azzurre.
Esordio migliore non poteva immaginarlo Tommaso Colamaria: squadra solida e versatile con tutti i protagonisti concentrati e attenti. Una prestazione che non ha lasciato alcuno spazio ad Andorra, evitando ogni possibile sorpresa.
Domani l'Italia giocherà di nuovo la prima partita della giornata, affrontando alle ore 16 italiana la squadra di Israele, unica a non scendere in pista in questa prima giornata di gare. Italia-Israele sarò trasmessa in diretta TV da Mediasport Channel (Canale 814 Sky) e Sportivì sul digitale terrestre, oltre che in streaming su www.cers-rinkhockey.tv.

ITALIA-ANDORRA 10-0 (primo tempo: 4-0)
MARCATORI: 0.48 Caroli, 7.15 Borgo, 15.10 Cabiddu, 19,01 Maldini. Nella ripresa: 5.40 Cardella, 6.44 Fanton, 10.45 Cardella, 12.20 Montauti, 13.16 Maldini, 14.02 Cabiddu.
ITALIA: Bruni, Cardella, Montauti, Fanton, Cabiddu, Borgo, Bangert, Caroli, Maldini, Fongaro. All. Colamaria.
ANDORRA: Moya, Guitart, Bertran, R.Buen, Chillon, Ferrero, F.Buen, Drets, Cerqueda, Castellon.
ARBITRI: Ullrich (Germania), Cardoso (Portogallo)
ESPULSO per 2' Ferrero nella ripresa

PARTITE DELLA PRIMA GIORNATA (Domenica 1 settembre)
GIRONE A
Italia-Andorra 10-0
Spagna-Inghilterra (ore 19)
Classifica: Italia 3, Andorra, Spagna, Inghilterra e Israele 0.
(Spagna, Inghilterra e Israele una partita in meno)
GIRONE B
Francia-Svizzera (ore 17)
Portogallo-Germania (ore 22)
Tutti i risultati disponibili su www.wseurope-rinkhockey.eu

PARTITE DI LUNEDI' 2 SETTEMBRE
ore 16.00 Italia-Israele (diretta TV Mediasport Channel e Sportivì)
ore 18.00 Francia-Germania
ore 20.00 Spagna-Andorra
ore 22.00 Portogallo-Svizzera
Tutte le partite in diretta streaming su www.cers-rinkhockey.tv

CREDIT FOTO: Antonio Lopes