Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Il pari con la Spagna non basta, ma è una grande Italia che stasera sfida il Portogallo

images/1-primo-piano/hockey_pista/medium/DSC_2076.jpg

Si chiude con un pareggio per 3-3 l'ultima partita degli azzurri nel girone di qualificazione degli Europei U17 di Torres Vedras, in Portogallo. Non basta per vincere il girone: il primo posto va alla Spagna per una migliore differenza reti. Serve, però, a confermare le impressioni di questi primi giorni circa le qualità e la competitività di questa squadra. Una conferma importante alla vigilia del girone finale che inizia questa sera, giovedì 5 settembre, con Spagna-Svizzera alle ore 16 italiane e Italia-Portogallo alle 22. Venerdì 6 gli azzurri affronteranno la Spagna alle 16, mentre Portogallo e Svizzera giocheranno alle 22. Infine, sabato 7 chiusura con Italia-Svizzera alle 20 e Portogallo-Spagna alle 22. Tutte le partite degli azzurri andranno in diretta TV su Mediasport Channel (Sky 814) e sul digitale terrestre di Sportivì, oltre che sulla web TV www.cers-rinkhockey.tv che trasmette tutte le partite del campionato europeo.
Italia-Spagna è stata innanzitutto una bella partita, giocata da due squadre che si sono affrontate a viso aperto e che hanno fatto di tutto per vincerla fino all'ultimo secondo. Una partita in cui tra gol, rimonte, espulsioni, tiri diretti e power play le emozioni non sono mai mancate. L'Italia ha pagato la scarsa precisione sui tiri diretti e l'inefficacia in powerplay; due aspetti che, da soli, avrebbero potuto cambiare le sorti della partita. Agli azzurri è comunque andata bene perchè la Spagna è scappata in avanti due volte e per due volte è stata raggiunta; l'ultima a meno di due minuti dalla fine, quando l'Italia aveva già esaurito la benzina e gli spagnoli sembravano destinati a chiudere la gara in vantaggio.
Colamaria manda in pista Bruni, Cardella, Montauti, Borgo e Caroli. Dopo il tiro diretto fallito da Cardella per il primo blu della serata (a Pascual) e dopo avere passato indenne il primo powerplay, la Spagna colpisce due volte in sequenza: prima con Wally in contropiede, poi con Cañadillas che infila da destra. Pochi secondi dopo il 2-0, Maldini subisce fallo in area e Cardella infila il rigore con un rasoterra mortifero. Sul finale di primo tempo gli azzurri potrebbero pareggiare: blu a Aguilera, ma Borgo si fa parare la conclusione e il powerplay finisce senza reti.
La ripresa si apre allo stesso modo: seconda espulsione per Wally (fallo su Borgo), tiro diretto di Cardella parato e powerplay sprecato. Il meritato pareggio arriva a 4.24 con Borgo che gira dietro porto e alza e schiaccia alle spalle del portiere iberico. Anche la Spagna spreca dal dischetto, complice un Bruni in grande serata che prima para un rigore ad Auguet, poi sventa il tiro diretto per il 10' fallo azzurro e infine dice di no al tiro diretto di Cañadillas. Il successivo powerplay, però, porta al vantaggio della Spagna con una staffilata all'incrocio di Pascual. Gli azzurrini sono stanchi e faticano a reagire, mentre la Spagna sembra averne di più ma commette un ingenuo decimo fallo. Dopo gli errori dei più tecnici Cardella e Borgo, Colamaria opta per una scelta di forza e manda sul dischetto Fanton: fucilata sul portiere e gol sulla ribattuta con un sorprendente alza e schiaccia. E' il pari che chiude la partita e regala nuove certezze all'Italia in vista delle tre partite decisive che iniziano questa sera.

SPAGNA-ITALIA 3-3 (primo tempo: 2-1)
MARCATORI: 6.27 Wally, 9.43 Cañadillas, 9.57 Cardella. Nella ripresa: 4.24 Borgo, 15.09 Pascual, 18.25 Fanton.
SPAGNA: Codony, Cañadillas, Auguet, Aguilera, Codinach, Domenech, Wally, Pascual, Autet, Sanchez. All. Boada.
ITALIA: Bruni, Cardella, Montauti, Fanton, Cabiddu, Borgo, Bangert, Caroli, Maldini, Fongaro. All. Colamaria.
ARBITRI: Rainha e Cardoso (Portogallo)
ESPULSI per 2' Pascual e Aguiler nel primo tempo, Wally e Cabiddu nella ripresa.

PARTITE DELLA QUARTA GIORNATA (Mercoledì 4 settembre)
GIRONE A
Inghilterra-Andorra 6-1
Spagna-Israele 20-1
Israele-Inghilterra 1-6
Spagna-Italia 3-3
Classifica: Spagna e Italia 10, Inghilterra 6, Andorra 3 Israele 0
Spagna prima per miglior differenza reti.
GIRONE B
Nessuna partita giocata oggi
Classifica: Portogallo 9, Svizzera 6, Francia 3, Germania 0.
Tutti i risultati disponibili su www.wseurope-rinkhockey.eu

PARTITE DI GIOVEDI' 5 SETTEMBRE
Gruppo 5°/9° posto
ore 10.00 Francia-Israele
ore 12.00 Inghilterra-Germania
ore 18.00 Andorra-Francia
ore 20.00 Israele-Inghilterra
Gruppo 1°/4° posto
ore 16.00 Spagna-Svizzera
ore 22.00 Portogallo-Italia (diretta Mediasport Channel e Sportivì)
Tutte le partite in diretta streaming su www.cers-rinkhockey.tv

CREDIT FOTO: Marzia Cattini