Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Skateboarding, riparte da Rio de Janeiro la strada verso Tokyo 2020

images/1-primo-piano/medium/Immagine_skate_rio_brasile.png

Con gli Oi STU Open di Rio de Janeiro inizia la seconda stagione di qualificazione olimpica che porterà a Tokyo 2020 le discipline del Park e dello Street al loro esordio a cinque cerchi.
I migliori skaters del mondo saranno impegnati da oggi fino al 17 presso il Praça Duó della città brasiliana per gli Oi STU che prevedono una competizione Park Pro Tour che vale al vincitore 60.000 punti ed una Street del circuito 5 Star che assegna invece 40.000 punti utili al ranking olimpico. Non solo gare ma un vero festival urbano con spettacoli musicali, mostre d'arte, moda e gastronomia.
Tra i 300 partecipanti ci sono ovviamente anche i nostri azzurri con il CT Daniele Galli che ha portato in terra brasiliana una nutrita ed agguerrita delegazione di atleti.
Per il park ci saranno Ivan Federico (10° nel ranking), Alessandro Mazzara (14°) Valeria Bertaccini (37°) e Lucrezia Zarattini (38°) mentre per lo Street Asia Lanzi (34°), Massimo Cristofoletti (84°) e Kevin Duman (122°).
Da segnalare che sulla base dell’attuale classifica provvisoria del ranking, Ivan Federico, Ale Mazzara ed Asia Lanzi sarebbero qualificati a Tokyo 2020.