Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Torna la Coppa Italia, in campo sei squadre di Serie A oltre ad Edera ed Asiago Newts, qualificate dai turni precedenti

images/medium/76225633_2489973941260505_1461260647055491072_o.jpg

Il campionato lascia spazio alla Coppa Italia in cui esordiscono, in gare senza appello, le sei squadre di serie A che lo scorso anno non hanno raggiunto la semifinale della “coccarda tricolore”. Le due “sopravvissute”, Edera e Newts, in base al sorteggio effettuato lunedì 4 novembre, ricevono rispettivamente Padova e Monleale mentre è sicuramente Ferrara-Cittadella il big match uscito dall’urna; completa il quadro delle partite la “rivincita” di campionato fra Real e Piacenza che sembra non dare chances alla squadra di Franko.

COPPA ITALIA.Quattro gare secche per altrettanti posti verso la fase calda della manifestazione quelli in palio nel sabato sera di Coppa. Tutti in campo in contemporanea alle ore 20.00 per capire quali saranno le 4 promosse al turno successivo in cui entreranno in scena Vicenza, Milano, Verona ed Asiago.

Al Pala Foschiatti di Trieste si affrontano i padroni di casa dell’Edera ed i fantasmi padovani di coach Marobin a cui, giocoforza, vanno i favori del pronostico non solo per la differenza di categoria (Edera in B e Padova in A) ma anche alla luce dell’ultimo turno di campionato in cui i Ghosts hanno a dir poco “ben impressionato” uscendo sconfitti solo per 2-1 nei confronti della corazzata Milano. Ci hanno parlato del match Axel Cocozza (Edera) e Cesare Calore (Padova): <<Non nascondo che ci sia un certo timore nell’affrontare questa gara – esordisce Cocozza- sia perché affrontiamo una squadra di Serie A sia perché si tratta di una manifestazione importante in cui finora abbiamo ben figurato e vogliamo continuare a farloNel nostro roster abbiamo diversi giocatori che hanno militato in serie A anche ad altissimi livelli e la gara arriva in un buon momento della stagione perché pur essendo assieme da poco abbiamo cominciato a conoscerci e a capire come muoverci in campoSarà ovviamente difficilissima, ma noi ci proveremo e di sicuro non entreremo in campo sconfitti!>>.  Queste invece le parole di Calore : << Sabato affronteremo Trieste nel nostro esordio stagionale in Coppa Italia. L'Edera, anche se è una squadra di serie B,  non va assolutamente sottovalutata e posso sicuramente dire che da parte nostra scenderemo in campo con la solita grinta consci del fatto che quest'anno vogliamo arrivare fino in fondo in tutte le competizioni. Non ci nascondiamo e non possiamo far altro che puntare a vincere pur giocando fuori casa>>.

Giocherà fra le mura amiche anche gli altri “outsider” del turno, gli Asiago Newts che dopo aver già eliminato 3 squadre di B (Legnaro, Torre Pellice e Forlì) puntano allo scalpo anche del Monleale che non dovrà permettersi il lusso di sottovalutare le Salamandre altopianesi che, benchè iscritte alla C, possono vantare un roster che, quantomeno a livello di “esperienza”, non sfigurerebbe nemmeno nella massima serie. Per i Newts ecco le impressioni del "veterano" Ivan Dalle Ave: <<Siamo davvero carichi e contenti di affrontare una gara ufficiale contro una formazione di serie A, una gara che non ci vede ovviamente favoriti nel pronostico ma è altrettanto lampante che non abbiamo nulla da perdere. Non avremo alcuna ansia da prestazione e scenderemo in pista col sorriso; puntiamo a fare la nostra partita senza alcun timore reverenziale nonostante sia evidente il divario nel roster e nella organizzazione di gioco rispetto al Monleale. Per noi,  l'essere arrivati fino a questo punto è già una vittoria ma non per questo ci sentiamo appagati e ce la giocheremo fino in fondo!>>. Alla dichiarazione del goalie asiaghese fa eco quella di Riccardo Oddone (Monleale), a segno nella gara di sabato scorso contro Vicenza: << Il nostro umore è positivo anche perché arriviamo da una ottima prestazione contro i Diavoli e quindi siamo fiduciosi per la gara di Coppa. Siamo altresì consapevoli che la trasferta non sarà per nulla semplicetutte le squadre di Asiago, soprattutto in casa loro, sono a dir poco ostiche. Sanno tutti giocare a hockey e nelle fila dei newts ci sono molti giocatori che hanno giocato ad alto livello per molti anni. E’ evidente che il nostro obiettivo sia quello di passare il turno e per questo scenderemo in pista con la massima concentrazione e senza sottovalutare nessuno >>.

Veniamo ora alle due sfide fra squadre di Serie A. Agli ordini dei signori Marri e Faragona, al Pala Burani di Ferrara, si affronteranno Warriors e Cittadella in quella che per gli uomini di Buzzo è una gara che odora già di “esame di riparazione” dopo il deludente avvio di campionato (1 punto in due gare). Gli estensi infatti dopo la buona gara (ma senza punti) di Vicenza, sono incappati in una nuova sconfitta, stavolta al supplementare, per mano degli Asiago Vipers. Dopo il roboante “mercato estivo” con gli arrivi di Cocchi, Ballarin e soprattutto del duo americano Weger-O’Shaughnessy si sono a dir poco impennate le quotazioni della formazione estense e risulta quindi “capestro” il passaggio del turno in Coppa nonostante si trovino a dover affrontare il Cittadella che viaggia a punteggio pieno in campionato grazie alle vittorie su Asiago e Verona. Nelle fila del Ferrara assenti Mazzarol (squalifica), Bellini e Dell’Antico mentre è dato al completo il Cittadella che affida a Luca Covolo il “match preview”: << Abbiamo preparato bene la gara contro Ferrara e stiamo definendo alcuni aspetti di gioco che a mio parere potranno fare la differenza. Loro arrivano da un avvio di campionato al di sotto delle aspettative e per questo saranno più combattivi e ostici che mai.  La mia principale  preoccupazione resta il fondo della pista che più di una volta ci ha messo in seria difficoltà ma siamo comunque fiduciosi e belli carichi! >>. Sponda Ferrara è invece il carismatico portiere Michele Gadioli a raccontarci sensazioni e aspettative della viglia: <<Questa settimana abbiamo lavorato molto analizzando gli errori commessi sabato contro Asiago. Abbiamo dimostrato di essere una squadra che può fare “il bello e il cattivo tempo” ma sul nostro campo non abbiamo scuse, dobbiamo essere più concreti e chiudere le partite quando ne abbiamo occasione. Quella di sabato sarà una partita da "dentro o fuori" e nonostante qualche assenza “pesante” scenderemo sicuramente in pista con “fame” e voglia di riscatto>>.

Meno “aperta” di quella in terra estense sembrerebbe essere, almeno sulla carta, la quarta sfida uscita dall’urna, quella fra Real Torino e Lepis Piacenza che, ironia della sorte, arrivano proprio dallo scontro diretto giocato sabato scorso in campionato. Match in cui ha nettamente avuto la meglio la formazione piemontese che si è imposta con un netto 5-0 sul campo della neopromossa Lepis che, per voce del proprio capitano Elia Rossetti, vede così la gara di Coppa Italia: <<Il caso vuole che si riaffronti nuovamente Torino, a sette giorni esatti dalla sfida di campionato: credo nessuno possa negare che siano una buona squadra fatta di ottime individualità ma noi faremo di tutto per dar loro filo da torcere e per fare del nostro meglio, magari imparando dagli errori della gara di campionato. Le sensazioni in spogliatoio sono buone, siamo carichi e ci stiamo allenando bene; comunque finisca, l’incontro dovrà sicuramente essere un’altra occasione di crescita e di adattamento ai ritmi della serie A, in cui vogliamo sicuramente rimanere dopo la promozione dello scorso anno>>. Al capitano dei piacentini risponde uno dei tanti “azzurri” in forza al Real, Riccardo Corio: << Quella appena iniziata è la nostra terza stagione in serie A e siamo partiti molto più convinti e preparati rispetto agli anni scorsi. Abbiamo, a mio avviso, un ottimo roster e i risultati dell’avvio confermano questa mia impressione. Zurek (coach del Real, ndr) ha saputo inserire nel migliore dei modi i nuovi innesti e alla lunga si riveleranno sicuramente un valore aggiunto! Piacenza l'abbiamo affrontata la scorsa settimana, è stata una bella partita e loro non hanno mai mollato; ci aspettiamo quindi sia una gara combattuta anche quella in casa nostra. Dovremo essere bravi ad imporre la nostra "esperienza" che è sicuramente maggiore della loro; la Coppa è un torneo molto particolare, gli scontri diretti possono sempre rivelare sorprese ma noi puntiamo ad andare il più lontano possibile e, perché no, giocare le nostre carte contro qualche “big”>>.

Poco da aggiungere, c'è chi gioca a nascondersi e chi, in barba alla scaramanzia, si è lanciato in evidenti proclami verso il passaggio del turno; ancora poche ore e scopriremo chi ha avuto le giuste sensazioni...e chi invece dirà addio alla rincorsa alla Coppa Italia: state con noi!

 

Coppa Italia – Il programma del IV° turno (sabato 16 novembre, ore 20.00): 

Ferrara Hockey – Cittadella HP (arbitri Marri e Faragona)

Edera Trieste - Ghosts Padova (Grandini e Mancina)

Asiago Newts – Monleale Sportleale  (Lottaroli e Ferrini)

Real Torino - Lepis Piacenza  (Chiodo e Pioldi)

 

 

SERIE C –Si completa il quadro della prima giornata del Girone A della serie C che domenica alle ore 15.30 vedrà l’esordio stagionale delle formazioni dei Canguri Brebbia e dei Falcons. Negli incontri di domenica scorsa, nello stesso girone, nettissime affermazioni per Draghi Torino (13-0 al Savona) e Old Style Torre Pellice (8-1 ai Wind of USA).

Serie C – Il programma di domenica 17 novembre: 

Posticipo 1a giornata girone A:

ore 15:30 Canguri Brebbia  - Falcons (Salvatori)

 

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

 Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credits Vanessa Zenobini