Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

L’Edera Trieste è campione d’inverno. Forlì e Torre Pellice non sfruttano la doppia chance

images/medium/WhatsApp_Image_2020-01-19_at_20.24.20.jpeg

I Mammuth battono Forlì ai rigori ed ottengono i primi 2 punti in classifica; gli Old Style tornano a mani vuote da Trieste mentre Snipers e Tergeste si confermano in zona playoff. Male Forlì nella due giorni laziale.

L'ultima di andata, oltre all’Edera nuova capolista, registra la prima vittoria stagionale dei Mammuth e delinea nettamente la zona playoff con ben 6 punti a dividere ora la quarta dalla quinta classificata. Old Style e Libertas dovranno decisamente cambiare marcia nel girone di ritorno se vorranno colmare il gap con il quartetto che comanda la classifica. 

LE GARE – Edera ospita il Torre Pellice ed ottiene ciò che si era prefissata: vittoria, 3 punti, testa della classifica. Seppur priva di Sotlar per il riacutizzarsi di un problema muscolare la truppa di Florean riesce a conquistare l’intera posta in palio contro gli Old Style presentatisi a Trieste a ranghi praticamente completi. Nel primo tempo fra il 12mo ed il 15mo si decide il match con i giuliani a segno in rapida successione con Sorrenti, Stricker e ancora Sorrenti obbligando gli ospiti al time out. Sul finire di frazione la rete di Migliotti manda le squadre al riposo sul 3-1 riaprendo parzialmente il match. Nella ripresa “nulla di fatto” fino al 20mo quando Degano, in penalty killing, segna il 4-1 a cui segue dopo un paio di minuti la rete di Zancanaro che consegna agli annali la gara col risultato definitivo di 4-2. Queste le parole di Frizzera nel post partita: << L’importante era vincere anche perché quando non c’è Sotlar giochiamo senza un punto di riferimento importante, ma Stricker al suo debutto in squadra ha fatto la differenza andando a referto con 2 punti. Anche Sorrenti era in stato di grazia, ma bisogna dire che Cantarutti, silenziosamente, fa il lavoro che non vuole fare nessuno, coprendo la linea di difesa senza protagonismi e sta diventando un riferimento che stabilizza la squadra, permettendo agli attaccanti di affondare in area avversaria. Concludo facendo un grande in bocca al lupo, a nome di tutta la squadra, a Matilde figlia di Andrea Montanari ex ederino e nostro grande amico, con un augurio di pronta guarigione >>. 

Gli Old Style hanno prolungato la permanenza nel capoluogo giuliano per il secondo incontro del weekend contro i Tergeste Tigers. Partita che ha visto gli ospiti partire malissimo (sotto 3-0) prima di una rimonta fino al 3-2 di fine primo tempo. Nella ripresa allungo dei Tigers e nuova rete del Torre Pellice con Davide Rosso (4-3) ma un ispiratissimo Nicholas Angeli (4 goal totali per lui) piazza la doppietta che spacca il match e manda i titoli di coda ad una gara che si concluderà sull’8-4 per i triestini che si confermano così quarta forza del torneo a quota 17 punti, a 4 dalla vetta e, soprattutto, a + 6 dalla prima inseguitrice (proprio il Torre Pellice). Questo il monito di Aurora Benedetto dopo la due giorni in terra triestina: << Dopo questo doppio impegno nel weekend ce ne torniamo a casa con due pesanti sconfitte: non tanto per i risultati, ma per il modo in cui sono maturati. Siamo troppo passivi e non riusciamo a creare un nostro gioco e imporlo sugli avversari. Siamo troppo nervosi e il cattivo arbitraggio non ci ha certo aiutati. Ora testa al girone di ritorno, se vogliamo arrivare fra le prime quattro dobbiamo darci da fare >> Alle parole della giovane goalie piemontese fanno eco quelle del collega (sponda Tergeste) Andrea Gallessi: << Partita molto combattuta quella di oggi, tra noi quarti in classifica e Torre Pellice che ci inseguiva a soli 3 punti prima dell’incontro. Siamo partiti in quarta segnando 3 reti nei primi 10 minuti ma sempre nel primo tempo, sfruttando bene i powerplay, gli Old Style si sono riportati sul 3 a 2. Nel secondo tempo gli avversari non hanno mollato e hanno lottato fino alla fine. Solo nell’ultima metà del secondo tempo siamo riusciti a realizzare le reti definitive per distaccarli e portare il risultato sull’ 8 a 4 >>. 

Tornando a sabato spicca la prima vittoria stagionale dei Mammuth, sebbene arrivata “solo” ai rigori, contro una Libertas Forlì che ha completamente “bucato” la doppia chance nel Lazio (vista la sconfitta contro i Castelli Romani nella gara di domenica). Gara in assoluto equilibrio quella del Pala Municipio di Roma con gli ospiti 2 volte in vantaggio ma due volte raggiunti prima della sirena di metà gara; nella ripresa Libertas nuovamente avanti ma ancora Mammuth a non mollare e ad impattare con Guida con 3 minuti sul cronometro. Nell’overtime nulla di fatto mentre ai rigori sono il sangue freddo di Guida e le parate di Pieralli a regalare vittoria e 2 punti ai capitolini. E’ proprio il portiere dei Mammuth a commentare nel post partita:  << Arriva finalmente la nostra prima e meritatissima vittoria; cercata e conquistata con tutte le nostre forze, con carattere e cuore. In una stagione per noi molto difficile, una sorta di anno di transizione, questa vittoria ci ripaga di tutti i sacrifici. Se avessimo vinto nei tempi regolamentari credo che non ci sarebbe stato nulla da recriminare, ma non voglio stare qui a discuterne, ci godiamo questo fine settimana e da domani penseremo al resto della stagione>>.

Per Forlì nulla da fare, ma molti rimpianti, anche nella seconda gara del weekend contro i Castelli Romani. Come nel match contro i Mammuth, sono gli ospiti ad andare regolarmente in vantaggio (0-1; 1-2; 2-3) prima di farsi puntualmente “riacciuffare” dai padroni di casa che, nell’ultimo giro di lancette (precisamente al 49’36”) trovano il primo ma definitivo vantaggio nel corso della partita con Quaglieri bravo a capitalizzare il suggerimento di capitan Panella. Per i Castelli Romani 3 punti d’oro che tengono virtualmente in corsa per un posto nella post season la formazione laziale. 

Vittoria come da pronostico per la CV Skating che non si complica la vita nella trasferta di Modena chiudendo il discorso già nei primi 25 minuti con le reti di Novelli, Fabrizi, Cocino e la doppietta di Ravi Mercuri. Una tripletta di Gandolfi nella ripresa, rende meno amaro il passivo per Modena ma sono ancora gli ospiti a trovare la via del goal con Mercuri, Novelli e con il giovane Marco Stefani che commenta così il match in terra modenese: <<Trasferta tutto sommato semplice, abbiamo ingranato subito la marcia giusta, andando in vantaggio dopo pochi secondi dal fischio d'inizio e finendo il primo tempo in vantaggio per 5-0. Non si può dire lo stesso del secondo tempo, preso un po' sotto gamba e subendo due gol. Dopo il fondamentale time-out di coach Gavazzi siamo tornati in gioco portandoci a casa la partita con il finale di 8-3 >>. La serie B tornerà in campo sabato prossimo per la prima di ritorno che prevede il big match fra Tergeste e Legnaro.

 

Serie B – I risultati della 9a giornata (sabato 18 gennaio): 

Edera Trieste – Old Style Torre Pellice: 4-2 (3-1)

Invicta Modena – CV Skating: 3-8 (0-5)

Mammuth Roma - Libertas Forlì: 4-3 tr (2-2; 3-3)

Recupero della 2a giornata (domenica 19 gennaio)

Tergeste Tigers – Old Style Torre Pellice: 8-4 (3-2)

Anticipo della 15a giornata (domenica 19 gennaio)

Castelli Romani – Libertas Forlì: 4-3 (1-1)

Ha riposato: Fox Legnaro

 

La classifica dopo 9 giornate: Edera Trieste (8) punti 21; Fox Legnaro (8) punti 19; Civitavecchia (8) punti 18; Tergeste Tigers (8) punti 17; Torre Pellice (8) punti 11; Libertas Forlì (9) punti 10;  Castelli Romani (9) punti 9; Invicta Modena (8) punti 4; Mammuth Roma (8) punti 2

(gare giocate)

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credit foto Rita Földi