Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

In gita con Face-Off! Un viaggio oltralpe per conoscere uno dei primi "emigranti" dell'hockey inline!

images/medium/Schermata_2020-01-09_alle_14.20.17.png

Vi va un viaggio oltreconfine? Di giovedì? Giorno effettivamente improbabile per una “gita” ma noi di #FACEOFF non ci poniamo limiti e così, in esclusiva per tutti i nostri appassionati di Inline, ci siamo recati oltralpe per raccogliere qualche informazione in più su un’altra delle figure iconiche della nostra disciplina. Un vero e proprio personaggio che smessi “ieri” i panni dell’atleta si è d’emblèe (non siamo internazionali per nulla!) reinventato come allenatore e sembra gli riesca talmente bene da essersi presto meritato una chance alla guida della nazionale femminile francese. Se masticate un minimo di inline...indizi ve ne abbiamo dati davvero a sufficienza per capire di quale “emigrante di lusso” vi stiamo parlando. Nato a Montreal (CAN) e cresciuto hockeysticamente ad Asiago non ha mai posato la valigia con il chiaro (e dichiarato) intento di girare ed apprendere il più possibile sia come atleta che come uomo. Il nostro caro JB Dell’Olio è il protagonista odierno dI Face-Off, settimanale di approfondimento in cui cerchiamo attraverso aneddoti, curiosità e qualche foto inedita di raccontarvi l’hockey inline ed i suoi protagonisti al di fuori delle balaustre e, stavolta, anche al di fuori dei confini nazionali! P.S. Ora “causa” matrimonio e paternità, ci sbilanciamo a pronosticare che la valigia (almeno per un po’) rimarrà chiusa e nell’armadio…vero Tita?