Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Ultima di andata in serie A. Milano, campione d’inverno, va a casa del Real. Vicenza e il derby “trappola”

images/medium/WhatsApp_Image_2020-01-24_at_17.03.13.jpeg

Tutte sfide più che interessanti quelle del giro di boa. Padova riceve Ferrara che trama il sorpasso, Cittadella va a Monleale (che sogna l’aggancio) e Piacenza-Verona si giocano la salvezza. Turno interlocutorio in B dove spicca Tergeste-Legnaro.

Che turno! Davvero più che interessante quello che propone il calendario di serie A per l’ultima di andata: sfide salvezza, sfide playoff e molte possibilità di aggancio o sorpasso in praticamente tutte la fasce della classifica! Occhi su Torino (3°) vs Milano (1°) ma come non seguire con massimo interesse anche il derby vicentino fra Vipers e Vicenza oppure la sfida tra Ghosts (4° a 12 punti) e Ferrara (7° a 10 punti)? E che dire della sfida di Monleale in cui i padroni di casa con una vittoria potrebbero agganciare proprio il Cittadella a quota 12? Da vivere tutta d’un fiato poi la sfida salvezza di Piacenza dove la Lepis (9° a 3 punti) riceve un Verona (10° a 0 punti) rigenerato dalla Coppa Italia. 

SERIE A - In strettissimo ordine cronologico, partiamo dalla gara fra Padova Ferrara che nelle premesse sarà una sfida davvero eccezionale con in campo moltissimi ex a giocarsi 3 punti dal peso specifico davvero “importante”. Ferrara, ridisegnata nel mercato invernale, ha aggiunto cartucce di assoluto valore alla squadra di Buzzo (sulla panca di Padova fino alla stagione 17-18) prelevandole proprio dalla città del Santo: Leben, Fink e Grancara dopo gli innesti della scorsa stagione quali Pistellato, Veronese e Gadioli (sempre da Padova). Una vittoria degli estensi varrebbe il sorpasso in classifica ed un ipotetico quarto posto (in attesa di sapere il risultato del Cittadella a Monleale) mentre la conquista dei 3 punti per la formazione dei Ghosts scolpirebbe un +5 in classifica che potrebbe essere un buon “tesoretto” da difendere nel girone di ritorno. In dubbio Valente fra i padroni di casa mentre è certa l’assenza di Chelodi; al gran completo la formazione ospite dei Warriors. Cesare Calore ci racconta le sensazioni nello spogliatoio del Padova: << Dopo l’amara eliminazione in Coppa Italia si ritorna al campionato e lo si fa con un match molto sentito. Ci aspetta una partita molto importante ai fini della classifica e dai risvolti psicologici interessanti in quanto incontreremo  molti  ex compagni di squadra e avremo quindi un ulteriore motivo per dare il meglio in campo! >>. Raffaele Zabbari ci svela invece l’attesa in casa Ferrara: << Chiudiamo il girone d'andata con una partita importante sotto tutti i punti di vista. Importante per poter vedere come si muoverà la squadra in gara con i nuovi innesti, importante nell’ottica dei 3 punti per portarsi in zone di classifica più tranquille e, non ultimo, importante banco di prova perché il Padova è un squadra forte e ben impostata! Affrontiamo quindi questa trasferta carichi e motivati a dare il meglio >>. 

Alle 19.00 al Pala Trecate, il big match di giornata con il Milano Quanta a rendere visita al Real Torino indiscussa e positiva sorpresa di stagione pronta a cercare lo sgambetto alla corazzata di coach Rigoni. Ovviamente servirà il miglior Real in tutti i reparti ma l’umore è alto nello spogliatorio dei piemontesi come confermano le parole e le citazioni del vice presidente Massimo Traversa: << Il Real ha già raggiunto e superato il suo obiettivo dei 18 punti nel girone di andata (ne ha 19, ndr) come il Milano ha la certezza di essere Campione d'inverno con una giornata di anticipo e quindi non vedo nessun particolare stress per le due formazioni. Il tema sarà sicuramente lo stesso per le due squadre: il Milano non avrà nessuna intenzione di perdere la prima partita nella regular season e il Real non avrà nessuna intenzione di non provare fino al fischio finale di essere la prima squadra a battere il Milano in questa stagione. Comunque vada, come diceva Chiambretti, sarà un successo e, aggiungerei, sicuramente una bella partita! >>. In casa Quanta, data per assodata l’assenza di Ronco (operato ai tendini della mano), rispetto alla formazione di sabato scorso è previsto il rientro di Barsanti e dovrebbe essere a disposizione anche Caletti, fermo da impegni sul ghiaccio. Si deciderà solo all’ultimo se “rischiare” gli influenzati Mai e Buggin. Questa la fotografia di Belcastro sul match che attende i campioni d’Italia a Torino: << E’ una trasferta che nasconde parecchie insidie per noi, in primo luogo per la superficie in cemento alla quale loro sono abituati e noi no ma soprattutto perché, come certificano i risultati, il Real Torino è un’ottima squadra! Il loro è un gruppo che possiamo considerare assolutamente maturo per il salto di qualità avendo anche aggiunto giocatori esperti come Di Fabio e Perazzelli ad un roster di giovani di assoluto valore >>.

Alle 20.30 un trittico di partite in cui spicca il derby vicentino fra Vipers Diavoli che si giocherà nell’impianto di via Cinque. Un derby che più che vicentino si potrebbe definire proprio asiaghese essendo ben 8 (7 giocatori + il tecnico) i Diavoli residenti in altopiano. Vicenza, nel turno infrasettimanale di Coppa, ha confermato di essere vicina alla quadratura del cerchio dopo il rientro di Simsic e la conseguente “rivisitazione” delle linee da parte di Angelo Roffo mentre Asiago è tutt’ora in piena evoluzione dopo l’arrivo di Sommadossi. Infortuni ed assenze varie dell’ultimo mese non hanno praticamente mai permesso al coach bolzanino di lavorare con l’intero roster a disposizione ma questo non vuole essere assunto ad alibi in casa Vipers come confermano le parole di Davide Rodeghiero: << Per vari motivi ed un po’ di sfortuna ci stiamo allenando in pochi ma come abbiamo dimostrato a Milano (sconfitta per 4-2), giocando in maniera accorta ed intelligente non partiamo sconfitti in partenza contro nessuno. Certo che sarebbe meglio poter giocare certe sfide al completo ma sono cose che in una stagione così lunga possono succedere e quindi sono certo che chi scenderà in pista darà il tutto per tutto per provare a fermare Vicenza e non rimpiangere gli assenti. Le motivazioni di un derby poi, possono far trovare energie che manco ci si aspetta di avere!  >>. Sicuro il forfait di Schivo (out 25 giorni per una frattura al viso in Coppa contro Verona) e di Spiller, i Vipers proveranno a recuperare in extremis capitan Marco Frigo e Cantele due difensori “titolarissimi” usciti malconci dalla gara di Milano e mai allenatisi in settimana; dato per certo il rientro di Pertile. Fra gli ospiti regna invece un evidente ottimismo anche alla luce della qualificazione alla Superfinal di Coppa Italia ottenuta contro Padova, come conferma il match preview di Andrea Delfino, bomber dei biancorossi: << Il derby è per antonomasia una gara “complicata” e questo di sabato non credo sfuggirà a tale regola. Asiago ha in panchina l’allenatore che è stato da noi ad inizio stagione e quindi ci conosce tutti oltre a conoscere l’ambiente berico anche se è rimasto poco. Sono certo che preparerà la partita in modo molto scrupoloso; hanno fatto una buona prestazione e un ottimo risultato con Milano in casa loro la scorsa settimana e quindi sabato sarà sicuramente una partita difficile. Lo è sempre, ma con gli avversari in forma lo sarà ancora di più >>. 

Stesso orario per la super-sfida salvezza di Piacenza dove la Lepis attende il Cus Verona ringalluzzito dal passaggio del turno in Coppa a spese del Monleale. Le squadre sono attualmente penultima ed ultima in campionato con gli emiliani a 3 punti frutto dell’imprevedibile vittoria esterna in quel di Ferrara prima dello stop natalizio mentre è ancora fermo al palo il Cus che in campionato ha registrato otto sconfitte in altrettanti incontri. Inutile dire che, alla luce di quanto visto finora, una vittoria del Piacenza potrebbe valere mezza salvezza per la squadra di patron Berardi mentre una vittoria degli scaligeri riaprirebbe completamente la corsa al nono posto che garantisce un posto in serie A nella stagione 20-21. Per Piacenza queste le parole della vigilia di Maurizio Varasi, direttore sportivo degli emiliani: << Si chiude il girone di andata con una partita molto importante ai fini della lotta per la salvezza. E’ inutile nascondere che Piacenza e Verona si contenderanno tre punti che potrebbero essere fondamentali per perseguire il proprio obiettivo stagionale. Noi arriviamo da una sconfitta assai pesante maturata in quel di Vicenza mentre i veronesi saranno galvanizzati dal fresco passaggio del turno di Coppa e relativa conquista della Final Six.  Speriamo di poter recuperare i numerosi infortunati e di riuscire finalmente a scendere in campo a ranghi completi. In tal caso potremo sicuramente dire la nostra!>>. Per Verona dovrebbe rientrare il portiere Del Villano mentre non sono previste altre variazioni rispetto alla vittoriosa formazione scesa in pista mercoledì scorso contro Monleale. 

Proprio Monleale (inizio gara sempre alle 20.30) sarà la sede dell’ultima sfida che ci regala il calendario della serie A con Sportleale e Cittadella a contendersi i 3 punti in palio. Nell’unico precedente stagionale, nel girone di Coppa Fisr del 21 dicembre, fu la formazione di Pierobon a spuntarla, ma solo all’overtime, grazie al golden goal di Lago. Sfida assai complessa da decifrare visti anche i risultati recenti delle due formazioni; l’ultimo successo in campionato dei piemontesi risale al 7 dicembre scorso quando fu l’Asiago ad uscire sconfitto dal Pala Massa e le ultime prestazioni della squadra di Zagni sono state tutt’altro che da incorniciare. Sembra essere  invece tornato il sereno a Cittadella che, dopo un avvio assai promettente di stagione, era incappato in un filotto di sconfitte davvero preoccupante per la classifica dei granata. Le ultime due gare di campionato sono infatti coincise con il sacco di Piacenza e con la “pirotecnica” affermazione nel derby contro Padova che ha permesso a Covolo e compagni di risalire fino alla quarta posizione proprio in coabitazione con i cugini Ghosts. Con le squadre divise da soli 3 punti (Cittadella 12 e Monleale 9) viene immediato capire quanto possa pesare una vittoria di una o dell’altra contendente in ottica playoff nonostante vi sia un intero girone di ritorno ancora da giocare. Fra i padroni di casa importantissimo rientro del goalie titolare Peruzzi. Arbitri dell’incontro gli “inseparabili” signori Zoppelletto e Chiodo.

 

Serie A – Il programma della 9a giornata (sabato 25 gennaio): 

ore 18:30 Ghosts Padova - Ferrara Hockey (arbitri Rigoni M. e Gallo)

ore 19:00 Real Torino – Milano Quanta (Marri e Ferrini)

ore 20:30 Lepis Piacenza - CUS Verona (Fiabane e Faragona)

ore 20:30 Asiago Vipers - Diavoli Vicenza (Grandini e Zatta)

ore 20:30 Monleale Sportleale - Cittadella HP (Zoppelletto e Chiodo)

 

La classifica dopo 8 giornate: Milano Quanta 24 punti; Diavoli Vicenza 21 punti;  Real Torino 19 punti; Cittadella HP e Ghosts Padova 12 punti Asiago Vipers e Ferrara Hockey 10 punti; Sportleale Monleale 9 punti; Lepis Piacenza 3 punti; Cus Verona 0 punti

 

 

SERIE B – Turno transitorio in serie B che vede il via del girone di ritorno in cui, classifica alla mano, spicca il match di Trieste (sponda Tergeste) dove si affronteranno i Tigers di coach McAdams e i Fox allenati da Cintori. Due soli punti distanziano i club in classifica con Legnaro a quota 19 e Tergeste a 17; all’andata dopo un continuo “batti e ribatti” finì con la vittoria dei Fox all’overtime e questo potrebbe essere di ulteriore conferma di quanto possa essere equilibrato il match affidato alla direzione dei romagnoli Liotta e Faragona.  Con gli Snipers fermi per il turno di riposo sono altre le sfide che caratterizzeranno comunque il sabato della serie cadetta con il derby fra Modena e Forlì e la sfida del Pala Ariccia fra Castelli Romani e Torre Pellice a tenere banco. In entrambi i casi la formazione ospite è quella che attualmente ricopre una miglior posizione in classifica ma non è detto che sia sinonimo di facili vittorie in quanto sia Modena che Castelli Romani sono pronte a “vender cara la pelle” piuttosto che spianare la strada alle avversarie. Il momento con più ombre che luci del Forlì rende ancor più incerta la gara del Pala Sacca (all’andata servì l’overtime per Forlì per avere la meglio sull’Invicta) come la particolare superficie del campo dei Castelli Romani e l’efficacia di “Panella & Co.” fra le mura amiche, potrebbero rendere assai complicate le cose agli Old Style che affrontano la trasferta laziale pronti a dimenticare le recenti sconfitte subite in quel di Trieste per mano di Edera e Tergeste. Per quanto riguarda l’Edera Trieste, attuale capolista della serie B, non sembra poter riservare particolari insidie l’incontro che vedrà Frizzera e compagni opposti alla generosa formazione dei Mammuth Roma attualmente fanalino di coda del campionato. 

Questi alcuni dei commenti dei vari protagonisti che calcheranno i campi da gioco nel prossimo weekend: Aurora Benedetto (Torre Pellice): << A causa di molteplici e svariati impegni, molto probabilmente andremo ad Ariccia ridotti ai minimi termini. Il morale non è dei migliori ma siamo comunque pronti per la scalata della classifica >> ; Yahyaoui (Libertas Forlì): << Siamo pronti ad affrontare un altro derby contro Modena su un campo che sappiamo essere molto difficile e nel quale, storicamente, non riusciamo mai ad esprimere il nostro gioco. Nota positiva per noi il ritorno sui pattini del difensore Moreno Guerzoni dopo l’intervento al ginocchio >>; Giuseppe Carboni (Modena): <<Sabato ad ora di cena si tornano ad incontrare Modena e Forlì per gli incroci personali e sportivi, per quella sana rivalità tra emiliani e romagnoli, anche a tavola, dove spesso ci sfidiamo a singolar tenzone, non la si può mai definire una partita normale. Inoltre, dopo aver perso all’andata (ma solo all’overtime), vorremmo rendere la “cortesia” agli amici romagnoli. Le ultime uscite non ci hanno soddisfatto molto anche se con il Civitavecchia soprattutto nel secondo tempo ci siamo confrontati ad armi pari. Confidiamo di aver trovato le chiavi di lettura giuste per affrontare il Forlì con più convinzione >>. Roberto Florean (Edera Trieste): << A Trieste gli ederini incontrano i Mammuth Roma. Saremo ancora senza Sotlar ma siamo carichi per aver appena messo a segno il primo obiettivo della stagione, ovvero laurearci campioni d’inverno, in questa sua stagione di rientro nei campionati senior, dopo anni di assenzaSiamo primi e contiamo di restarci il più a lungo possibile >>; Daniele Gobbi (Mammuth Roma): << Ci attende una trasferta impegnativa, c’è molta strada da fare e si partirà presto dato l’orario di inizio gara. Ad aspettarci ci saranno niente meno che i primi in classifica. Sappiamo che contro l’Edera Trieste abbiamo pochissime possibilità  ma questo non ci demoralizza. Non ci preoccuperemo del risultato, ma solo di cercare di giocare dando del nostro meglio >>. Gianluca Cavalieri (Tergeste): << In casa ci attende un'altra partita impegnativa di fronte ad un Legnaro che è partito forte inanellando risultati positivi nella prima parte di campionato. Abbiamo ora il morale giusto per cercare di far nostri punti assai importanti che ci consentirebbero di proseguire con la nostra rimonta in classifica >>.

 

Serie B – Il programma della 10a giornata (sabato 25 gennaio): 

ore 16:00 Edera Trieste – Mammuth Roma (Fiabane e Biacoli)

ore 17.00 Castelli Romani – Old Style Torre Pellice (Pioldi – Zoppelletto)

ore 19:30 Invicta Modena – Libertas Forlì (Niederegger e Gallo)

ore 20:30 Tergeste Tigers – Fox Legnaro (Liotta e Faragona)

La classifica dopo 9 giornate: Edera Trieste (8) punti 21; Fox Legnaro (8) punti 19; Civitavecchia (8) punti 18; Tergeste Tigers (8) punti 17; Torre Pellice (8) punti 11; Libertas Forlì (9) punti 10;  Castelli Romani (9) punti 9; Invicta Modena (8) punti 4; Mammuth Roma (8) punti 2

(gare giocate)

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credits Vanessa Zenobini, Stefano Cocchi e Marco Carron