Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Si riparte! Al via il girone di ritorno in serie A con Vicenza-Ferrara e Padova-Real a catalizzare le attenzioni

images/medium/WhatsApp_Image_2020-01-30_at_14.52.22.jpeg

Sfida da tripla anche quella fra Cittadella ed Asiago mentre sembra impossibile la “mission” di Piacenza che ospita Milano. Verona a Monleale per riaprire i giochi salvezza. In B la capolista Edera riceve i Castelli Romani.

Altro giro altro regalo. Come al Luna Park tutti a bordo del girone di ritorno! E la prima giornata, calendario alla mano, sembrerebbe subito essere da montagne russe più che da trenino panoramico. Punti pesantissimi in ottica podio quelli in palio a Padova dove i Ghosts ospitano il Real che li sopravanza di 4 lunghezze come è da prendere con le pinze la sfida che attende i Diavoli a Ferrara. Cittadella ed Asiago si affrontano dopo le sanguinose sconfitte del turno precedente mentre un “rinato” Monleale riceve il Cus che dopo aver mosso la classifica è alla disperata ricerca di qualche “sorpresa” che riaprirebbe la corsa salvezza nei confronti del Piacenza. Piacenza che sembra non avere chances in questo turno contro i cannibali del Milano. In B scontro ad alta quota fra Legnaro e Civitavecchia mentre il Tergeste sarà impegnato nella difficile trasferta di Torre Pellice. La capolista Edera riceve i Castelli Romani in uno scontro che non sembra poter riservare troppe insidie a Cocozza e compagni.

SERIE A – Si inizia subito con i big match di giornata, entrambi alle 18.30. Al Burani di Ferrara andrà in scena un Warriors-Diavoli che, comunque finisca, avrà importanti risvolti di classifica. Gli ospiti, dopo il roboante successo nel derby, non intendono calare di intensità e lasciare punti per strada mentre i padroni di casa, potenzialmente terza forza del torneo, non possono permettersi ulteriori passi falsi dopo la sconfitta di Padova ed un girone di andata decisamente al di sotto delle premesse e aspettative. Entrambe le squadre sono date al completo con la squadra estense che ha potuto contare su una settimana in più di allenamenti con i nuovi innesti degli sloveni Fink e Leben e di Filippo Grancara. Ecco come ci presenta la partita Patrick Mazzarol, attaccante del Ferrara: << Sappiamo benissimo che la partita di sabato sarà molto dura, noi abbiamo bisogno di vincere e loro di certo non si faranno sfuggire i tre punti. Puntiamo sul fatto di essere in casa e la maggior confidenza con la pista gioca a nostro favore. Siamo riusciti a giocare un ottima partita all’andata (6-5 per Vicenza, ndr) e sono sicuro che potremo metterli in difficolta anche in questa gara di ritorno >>. Per Vicenza queste le parole di un ottimista ma comunque cauto Angelo Roffo: << Ferrara è una squadra pericolosissima a cui è mancata un po’ di continuità alternando belle prestazioni a qualche momento no, ma è una buona squadra. E’ un’incognita, se ti capita nel momento positivo e giocano al loro livello e sul loro campo possono far male; nella prima di campionato contro di noi avevano giocato benissimo. Recentemente si sono potenziati con atleti italiani e sloveni che conosciamo bene e sono molto forti; hanno esordito la scorsa settimana, quindi contro di noi hanno avuto più tempo per inserirsi e dovremo quindi star molto attenti. Giochiamo su un campo particolare che necessita di tempo per abituarsi, quindi sarà una partita assai complicata! >>

Stesso orario al Pala Raciti altra partita carica di aspettative con Padova e Real a darsi battaglia per tre punti che potrebbero risultare davvero decisivi in ottica podio. Due squadre piene zeppe di giovani e di talento che si sono già affrontate due volte in stagione, all’andata ed nella finale di qualificazione alla Coppa Fisr, con altrettanti successi dei piemontesi per un solo goal di scarto (3-2 e 2-1). Padova dovrà fare a meno di Pace (appiedato per 3 turni dal giudice sportivo dopo la “scazzottata” con Weger del Ferrara) e sicuramente anche di Chelodi mentre solo all’ultimo si saprà se Rossetto avrà recuperato o meno da un fastidiosa botta che lo ha obbligato allo stop in settimana. Per Torino, sconfitto nel turno precedente da Milano, assenti Codebò e Formentini mentre Zurek potrà contare nuovamente su Traverso, assente sabato scorso. Questo il match preview di Facchinetti per i Ghosts: << Sabato abbiamo una partita molto importante per noi e per la nostra classifica. Sappiamo che Torino è una squadra ben organizzata con molti giocatori forti e d’esperienza ma giochiamo in casa e vogliamo “vendicare” la sconfitta della finale di Coppa Fisr. Sono sicurissimo che sarà una partita molto bella da vedere e non vediamo l’ora di scendere in campo! >> a cui risponde il capitano del Real, Manuel Moro: << Contro Padova sarà una bella gara da giocare e noi, come ogni partita, dovremo dare il massimo per ottenere qualcosa da questa difficile trasferta. Sarà sicuramente un altro ottimo test che ci indicherà su quale aspetto dobbiamo concentrarci maggiormente >>. Arbitri dell’incontro i signori Rigoni e Biacoli.

Alle 19 scatta l’ora di Cittadella-Asiago, terza gara in fila “da tripla” di questa prima giornata di ritorno. Due squadre con un percorso abbastanza simile nel girone di andata caratterizzato da momenti esaltanti e altri di “buio pesto” in cui hanno perso punti preziosissimi per le rispettive classifiche. L’ultimo turno, per entrambe, è ancora una ferita aperta viste le sconfitte con Monleale (Cittadella) e con Vicenza (per Asiago). La classifica e l’ultimo turno dicono che a stare peggio è sicuramente la formazione del presidente Fabio Forte che è ferma a 10 punti da ben tre turni (sconfitte con Padova, Milano e Vicenza) e che potrebbe essere ancora in “stato confusionale” dopo le 10 sberle prese da Vicenza nel derby. Cittadella, a quota 12 in classifica, è comunque reduce dallo stop di Monleale ma per i granata è ancora vivo il ricordo della bella (e netta) affermazione nel derby sul Padova. Queste le parole di Grigoletto: << Arriviamo a questa partita dopo la sconfitta a Monleale, ma abbiamo voltato pagina e lavorato sodo per migliorare il nostro gioco ed essere più convinti dei nostri mezzi! Asiago è un ottima squadra, noi però dobbiamo pensare ad imporre il nostro gioco e restare concentrati fino alla fine! >>. Per gli ospiti un momento decisamente "no" anche nei confronti della dea bendata visto che nel derby contro i Diavoli ha chiuso anzitempo la propria stagione Alessandro Stella (rottura del crociato e del menisco in uno scontro con Loncar) che va ad aggiungersi alle già certe assenze di Schivo (frattura nella gara di Coppa vs Verona) e di Spiller. Per la squadra di Sommadossi quindi un periodo tutto in salita come confermano le parole di capitan Frigo: << Siamo consapevoli che la partita di Cittadella sarà difficile per diversi aspetti ed è per questo che sarà fondamentale non solo entrare in campo con il giusto atteggiamento, ma riuscire a mantenerlo per tutto l’incontro. Non veniamo da un periodo per nulla semplice e solamente mettendoci tutti al servizio della squadra con umiltà e spirito di sacrificio potremo cominciare a raccogliere qualche frutto>>. Arbitri del match i signori Ferrini e Gallo di Bolzano.

Alle 20.30 gli ultimi 2 match. Quello più “scontato” dei due sembra essere quello di Piacenza dove la Lepis affronta un Milano Quanta in scia positiva da 36 successi e quindi per nulla disposto a fermare la propria corsa verso un nuovo record. Entrambe le formazioni sembrano essere in emergenza (per Milano out Barsanti, Rigoni, Ronco, Caletti ed in forse Ferrari) e quindi l’aspetto emotivo potrebbe avere comunque una sua valenza su approccio e svolgimento della gara. All’andata finì con un netto 12-1 per i rinoceronti rossoblù. Per la Lepis è Simone Sironi a presentarci il match: << Con questo turno di campionato inizia il girone di ritorno e ritroviamo subito Milano. Non una partita qualunque per molti di noi visti i trascorsi nella società meneghina ma sicuramente una partita dal pronostico chiuso: Milano è infatti di un’altra categoria. Non avremo la squadra al completo ma faremo ugualmente del nostro meglio per “vendere cara la pelle" e per migliorare sui nostri punti deboli in previsione delle prossime partite >>. Per Milano è il rientrante Mattia Mai (oggi trentunenne, auguri!) a farci sapere come si vive la vigilia nello spogliatoio del Quanta: << Mi sono pienamente ristabilito dall’attacco influenzale ma deciderà ovviamente il coach se iniziare con me o Pignatti. Inizia un mese importante che ci porterà alla Final 4 di Coppa Fisr: dobbiamo quindi sfruttare tutte le prossime partite per arrivare al meglio a quell’appuntamento oltre che per conservare la attuale leadership >>.

Sull’ultimo match in programma (Monleale – CUS Verona) la classifica sembrerebbe non lasciare spazio a chissà quali chances per gli scaligeri ma un rendimento altalenante ed un recente scontro diretto di Coppa non fanno dormire sogni tranquilli alla formazione di Max Zagni. Verona nel turno precedente ha (finalmente) mosso la classifica ottenendo un punto sul campo del Piacenza e, proprio nell’ottica della lotta salvezza con la Lepis, dovrà cercare di recuperare qualche punto per potersi poi giocare tutto nello scontro diretto dell’ultima di campionato. Per Monleale, reduce dal successo sul Cittadella, queste le parole di capitan Faravelli: << In casa abbiamo finora sbagliato poco, fatto molti punti e messo in difficoltà tutti. Contro Verona abbiamo già perso e sono certo non commetteremo gli stessi errori. Detto questo, la partita sarà da vincere, come tutte le altre; mancherà sicuramente Xamin che ci ha dato una gran mano contro Cittadella, mentre potrebbe riprendere Romero. In dubbio Riccardo Oddone che ha accusato dolori alla spalla e potrebbe saltare la giornata, il resto confermato e pronto alla battaglia! >>. Per Verona, che non ha dato indicazioni di formazione, queste le (poche) parole di Giacomo Del Villano: << Partita decisamente dura, ma dal punto di vista tecnico stiamo migliorando tantissimo anche se purtroppo dal punto di vista “umorale” a mio parere siamo molto giù di corda >>.

 

Serie A – Il programma della 10a giornata (sabato 1 febbraio 2020)

ore 18:30 Ferrara Hockey - Diavoli Vicenza (arbitri Marri e Fiabane)

ore 18:30 Ghosts Padova - Real Torino (Rigoni M. e Biacoli)

ore 19:00 Cittadella HP - Asiago Vipers (Ferrini e Gallo)

ore 20:30 Lepis Piacenza - Milano Quanta (Monferone e Zanolli)

ore 20:30 Monleale Sportleale - Cus Verona (Pioldi e Liotta)

La classifica dopo 9 giornate: Milano Quanta 27 punti; Diavoli Vicenza 24 punti;  Real Torino 19 punti; Ghosts Padova 15 punti; Cittadella HP e Sportleale Monleale 12 punti; Asiago Vipers e Ferrara Hockey 10 punti;  Lepis Piacenza 5 punti; Cus Verona 1 punto

 

SERIE B – Per la serie B la seconda di ritorno propone tutte sfide interessanti sia per la zona alta della classifica (Legnaro-CV Skating) che per la rincorsa ai playoff (Old Style – Tergeste) oltre alla sfida fra Mammuth e Modena che potrebbe variare qualcosa nella parte bassa del tabellone. Infine, salvo grosse sorprese, non dovrebbe avere grossi problemi l’Edera Trieste che ospita i Castelli Romani con il chiaro intento di far suoi i 3 punti e, perché no, magari allungare il vantaggio sulle inseguitrici. Riposa la Libertas Forlì.

Questi i commenti che arrivano dagli spogliatori delle varie società alla vigilia di questo undicesimo turno di stagione regolare: Aurora Benedetto (Old Style Torre Pellice): << Siamo carichi per un nuovo weekend e abbiamo voglia di vincere. Finalmente saremo tutti presenti, incluso Bonnet che si era dovuto fermare “ai box” per due settimane >>. Carlo Mariotto (Tergeste Tigers): << Stiamo crescendo sempre di più come squadra e si è sicuramente visto nelle ultime partite. La trasferta di Torre Pellice sarà senza dubbio dura; loro hanno molta esperienza e noi andiamo ad affrontarli senza poter schierare tutte le nostre frecce. Daremo comunque il massimo e lotteremo fino alla fine per riportare a Trieste questi 3 punti preziosissimi >>.  Lorenzo Pieralli (Mammuth Roma): << Ci godiamo il nostro Pala Municipio dopo la lunga e impegnativa (soprattutto in campo), trasferta di Trieste (sponda Edera, ndr). Modena è pur sempre una squadra ostica da affrontare ed è stata capace di mettere in difficoltà molte formazioni. Giocheremo a viso aperto, senza fare troppi calcoli e dando come sempre il massimo. Speriamo ne venga fuori una gara bella e divertente >> . Carboni Giuseppe (Modena): << Ci accingiamo ad affrontare la trasferta di Roma con la voglia di continuare a fare punti e di crescere come collettivo, il derby ci ha dato maggiore consapevolezza visto che siamo riusciti a rimontare ben 3 gol nel secondo tempo >>.  Roberto Florean (Edera Trieste): << La partita contro Castelli Romani arriva al momento giusto. Dev'essere un banco di prova per i più giovani che hanno approcciato le ultime partite con tanta presunzione e poca cattiveria agonistica. Ecco il punto, bisogna trovare la quadra per invertire quei due fattori che, a mio modo di vedere, sono stati la causa principale dei tre punti persi nel girone d'andata >>. Riccardo Valentini:<< La partita di Legnaro è molto importante ai fini della classifica. Potremmo arrivare a sabato con qualche assenza importante ma chi scenderà in campo farà il possibile per vincere. È l'unica squadra che ci ha sconfitto all'andata: furono bravi loro a mettere a frutto il nostro disastroso primo tempo. Dovremo essere bravi a non ripetere gli stessi errori perché è una sfida difficile ma che possiamo far nostra".

Serie B – Il programma della 11a giornata (sabato 1 febbraio): 

ore 18:00 Edera Trieste – Castelli Romani (Gufler A. e Gufler S.)

ore 18.30 Fox Legnaro – CV Skating (Grandini e Favero)

ore 20:00 Mammuth Roma – Invicta Modena (Spada e Bonavolontà)

ore 20:30 Old Style TP – Tergeste Tigers (Zoppelletto e Chiodo)

Riposa: Libertas Forlì

 

La classifica dopo 10 giornate: Edera Trieste (9) punti 24; Tergeste Tigers (9) punti 20; Fox Legnaro (9) punti 19; Civitavecchia (8) punti 18; Torre Pellice (9) punti 14; Libertas Forlì (10) punti 12;  Castelli Romani (10) punti 9; Invicta Modena (9) punti 5; Mammuth Roma (9) punti 2

(gare giocate)

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credits Carola Fabrizia Semino