Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

L’Edera continua indisturbata in vetta; la CV Skating vince in casa del Legnaro e balza in seconda posizione

images/medium/WhatsApp_Image_2020-02-02_at_08.59.56.jpeg

Torre Pellice trascina un rimaneggiato Tergeste all’overtime e trova il golden goal con Beccaria. “Manita” dei Mammuth al Modena. 

Sempre più emozioni ed equilibrio anche nella serie cadetta dove non passa giornata senza che vi sia qualche avvicendamento nelle prime quattro posizioni; l’unica a non perdere colpi è l’Edera che, anzi, approfitta dei mezzi passi falsi delle avversarie per allungare in vetta. Il match clou di giornata va agli Snipers che espugnano il campo dei Fox ottenendo la seconda piazza ai danni del Tergeste che viene fermato all’overtime dal redivivo Torre Pellice. Sul fondo della classifica nettissima affermazione per i Mammuth che rifilano un rotondo 5-0 all’Invicta Modena che vale l’aggancio in classifica. 

LE GARE – Prima a scendere in pista è la capolista Edera che, ancora orfana di Sotlar e senza il supporto di Pazzaglia, fatica non poco per avere ragione dei coriacei Castelli Romani che, chiusi a riccio davanti un ottimo Sabbatini, rimangono a lungo in gara colpendo in contropiede. Il primo tempo, chiuso sul 6-2, concede una ripresa meno “in affanno” ai triestini che allentano un po’ la pressione ma subiscono qualche rete di troppo che non soddisfa il coach ederino Florean. Per l’Edera triplette di Degano e Stricker, per i laziali tripletta di Pontecorvi. Ecco l’impressione a caldo di Marco Roberto Favaro: <<Sapevamo non sarebbe stata semplice, i Castelli Romani ci avevano già sorpreso all’andata e anche stasera hanno espresso un gioco discreto, chiusi a box, ripartendo velociPer noi ancora qualcosa da rivedere , dobbiamo crescere ancora soprattutto dal punto di vista mentale, rimanendo concentrati per 50 minuti e cercando di non cadere nelle provocazioni degli avversari. Cresciamo di partita in partita il che fa ben sperare nell’ottica del girone di ritorno; ora testa al derby di settimana prossima: sarà un impegno importante che non possiamo permetterci di non preparare al meglio>>

Secondi a scendere in pista Fox Legnaro e CV Skating con la formazione di Cintori chiamata a difendere il punto di vantaggio in classifica faticosamente conquistato durante il girone di andata (inclusa la vittoria sul campo degli Snipers). Ne esce una partita davvero piacevole e ricca di capovolgimenti di fronte con gli ospiti subito in vantaggio con Cocino ma presto riacciuffati dalla rete di Davide Carron. Gli Snipers allungano con Stefani e Fabrizi ma si fanno sorprendere dalla rasoiata di Ometto che vale il 2-3; per i Fox però non c’è nemmeno il tempo di gioire che è Novelli a depositare il disco alle spalle di Morandin. Cintori chiama il time-out ma una doppietta di Fabrizi gela le speranze dei patavini che di colpo si trovano a -4 (2-6). A cavallo del 18mo Zanon e Dell’Uomo dimezzano il gap per il 4-6 che accompagna le squadre negli spogliatoi. La ripresa si apre con 2 power-play consecutivi per gli ospiti che però non trovano la via del goal almeno fino all’invenzione di Novelli che firma il 4-7; Legnaro, colpita nell’orgoglio, alza i giri del motore e con Ballan-Ometto si porta fino al 6-7 con tre minuti ancora sul cronometro. L’assalto finale dei. Fox (senza portiere e anche con l’uomo in più negli ultimi 50”) è però più generoso che lucido e così sono gli Snipers a mantenere inviolata la porta di Loffredo e a conquistare i tre punti che valgono sorpasso ed allungo in classifica. Queste le parole di Alessandro Cintori nel dopo gara: << Abbiamo iniziato male e continuato forse peggio; non abbiamo proprio giocato di squadra ed è una cosa di cui non mi capacito! Civitavecchia ha giocato molto bene e impostato la gara sul contropiede. Sul 6 a 7 a due minuti dalla fine, abbiamo fatto uscire il portiere ma il disco non ha più voluto saperne di entrare; pazienza, ci rifaremo nelle prossime gare! >> a cui fanno eco quelle del laziale Manuel Fabrizi :<< La partita è stata proprio come ce l'aspettavamo, gli avversari si erano dimostrati già all'andata molto ostici, hanno degli ottimi tiratori a cui non si può lasciare il minimo spazio. Nonostante qualche allenamento in meno nelle ultime settimane, causa umidità, abbiamo messo in pista una buona prestazione e conquistato tre punti molto importanti su un campo assai difficile >>.

Alle 20 primo ingaggio fra Mammuth e Modena con i capitolini pronti a vender cara la pelle e a vendicare la sconfitta dell’andata (6-1). Pieralli, tra i pali dei Mammuth, è in serata di grazia e questo infonde ancor maggior convinzione ai romani che si portano sul 2-0 con un ispiratissimo Randa. Nella ripresa Modena spinge alla ricerca del pareggio ma, giocoforza, si sbilancia e negli spazi vanno a nozze i giallorossi che allungano con Rossi e Minissale. L’Invicta beneficia di due superiorità ma Pieralli e la difesa dei Mammuth tengono a secco l’attacco avversario trovando, allo scadere, la quinta rete con Rossi che firma così la doppietta personale. 5-0 ed aggancio in classifica sono serviti. Ecco le impressioni di Rossi (Mammuth) negli spogliatoi << La partita è finita con un rotondo 5-0 per noi dopo un match giocato in modo intenso da entrambe le squadre e molto meno scontato di quanto possa far pensare il risultato. Dopo molte gare giocate con l’organico assai rimaneggiato siamo riusciti a recuperare parecchi atleti e mettere in campo un bel gioco. Abbiamo fatto valere la nostra esperienza e voglia di giocare e abbiamo concesso poco a Modena che ha comunque combattuto fino all'ultimo minuto arrivando anche a togliere il portiere per cercare il goal. Siamo riusciti ad ottenere una vittoria che forse non servirà a stravolgere la classifica ma è comunque molto importante per noi >>.

Ultimo match di giornata quello delle 20.30 al Filatoio di Torre Pellice dove si affrontano Old Style eTergeste. Gli ospiti si presentano in Piemonte ai minimi termini (6 giocatori + 2 portieri) e questo ovviamente, alla lunga, avrà il suo peso per la truppa del presidente Mike Angeli. Il Tergeste “scatta dai blocchi” decisamente meglio di Bonnet e soci e si porta addirittura sullo 0-3 del diciassettesimo con la doppietta di Fabietti e la rete di Angeli (tutte in powerplay). La reazione degli Old Style non si fa attendere e si concretizza con le marcature di Migliotti-Viglianco (in superiorità) e Tortone che piazzano l’aggancio ancor prima della pausa. In avvio di ripresa un penalità a Davide Rosso concede una nuova superiorità ai triestini che, ancora con Fabietti, trovano il nuovo vantaggio (3-4) piazzando un efficacissimo 4 su 4 nelle occasioni con l’uomo in più. Il vantaggio dei giuliani però ha vita breve in quanto  è ancora Migliotti a trovare l’angolino giusto per superare D’Ambrosi e ottenere il 4 pari che durerà fino al cinquantesimo. All’overtime la Tergeste deve rinunciare a Mariotto (gravato di 3 penalità e ulteriori 10’ di cattiva condotta) e le già esigue energie vengono del tutto meno sulla conclusione di Beccaria che regala l’extra-point alla formazione della Val Pellice. Ecco come hanno visto la gara due dei protagonisti dell’incontro: Samuel Zancanaro (Old Style): << Partita che dovevamo assolutamente vincere per rimanere in corsa playoff, il Tergeste si è presentato solo con 6 uomini di movimento, nonostante questo si è subito portato avanti di tre reti sfruttando bene i powerplay. Dopo essere stati sotto nel punteggio siamo riusciti a ristabilire la parità nel primo tempo andando in rete anche noi sfruttando due powerplay. Nel secondo tempo non abbiamo sfruttato diverse occasioni per andare in vantaggio e abbiamo subito nuovamente un goal in penalty-killing. Siamo comunque riusciti ad acciuffare il pareggio e portare la partita all'overtime e poi vincere grazie alla rete di Beccaria. Sono abbastanza soddisfatto della prestazione complessiva della squadra anche se abbiamo commesso molti falli. Abbiamo ruotato a tre linee per la maggior parte della partita e avendo il Tergeste solo sei uomini di movimento lo considero un punto perso per la corsa playoff >>. Questo invece il punto di vista del Tergeste per bocca del goalie D’Ambrosi: << Partita sicuramente difficile contro un avversario assai tosto e “aggravata” dal fatto che ci siamo presentati a ranghi ridottissimi con soli sei giocatori di movimento. I miei complimenti vanno in primo luogo ai miei compagni che si sono sacrificati tantissimo giocando in maniera molto intelligente contenendo gli avversari e al Torre Pellice che ha regalato agli spettatori una bellissima partita. Usciamo sconfitti all'overtime portando a Trieste un punto che vale comunque tantissimo vista l'attuale situazione della classifica. Ora testa al Derby! >>.

 

Serie B – I risultati della 11a giornata (01 febbraio): 

Edera Trieste – Castelli Romani: 9-5 (6-2)

Old Style Torre Pellice - Tergeste Tigers : 5-4 ot (3-3; 4-4)

Mammuth Roma - Invicta Modena: 5-0 (2-0)

Fox Legnaro – CV Skating: 6-7 (4-6)

Ha riposato: Libertas Forlì

La classifica dopo 11 giornate: Edera Trieste (10) punti 27; Civitavecchia (9) punti 21; Tergeste Tigers (10) punti 21; Fox Legnaro (10) punti 19; Torre Pellice (10) punti 16; Libertas Forlì (10) punti 12;  Castelli Romani (11) punti 9; Mammuth Roma (10) e Invicta Modena (10) punti 5.

(gare giocate)

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credits Cristelle Long