Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

L'Artistic World Cup Final 2020 sarà a Bremerhaven in Germania

images/medium/Artistic_World_Cup_Final_2020.jpg

Si svolgerà a Bremerhaven in Germania, dal 2 al 6 Giugno p.v., l’ultima tappa dell’Artistic World Cup. Sarà, quindi, la Stadthalle Bremerhaven, con pista di dimensioni 25x45 m, il palcoscenico in cui andrà di scena l’attesissima Finale dell’edizione 2020 di questo spettacolare evento World Skate.

Alla Finale possono prendere parte gli atleti delle categorie Cadetti, Jeunesse, Junior e Senior di Libero, gli atleti Junior e Senior della Solo Dance, delle Coppie Danza e delle Coppie Artistico e, infine, i Quartetti, i Grandi Gruppi, i Piccoli Gruppi e i Precision della categoria Senior.

Avranno diritto ad accedere alla finale i pattinatori che hanno ottenuto il miglior punteggio tra le due Semifinali.

Per ciò che concerne gli atleti della specialità Libero e Solo Dance ci sono 10 posti per le Ladies e 10 per i Men in ciascuna specialità e categoria, per le Coppie Danza e per le Coppie artistico, invece, ci sono 8 posti disponibili per ciascuna specialità e categoria. Segnaliamo che, come da regolamento della manifestazione, ogni Nazione può portare in Finale un massimo di 3 atleti per ciascuna categoria.

Ricordiamo che gli Atleti di Libero, le Coppie Artistico, le Coppie Danza, la Solo Dance e i Precision saranno giudicati con il Roll Art, mentre per le discipline Show il sistema di giudizio sarà il White.

Per informazioni sulla manifestazione scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o visitare il sito web http://worldcup2020-bremerhaven.de/

Qui potrete, invece, scaricare il Bollettino #1