Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

In pista solo la Serie A. Ferrara vs Torino il match clou ma un occhio anche ai campi di Padova e Monleale

images/medium/85225895_3241933042513045_5658227621268291584_o.jpg

Il Milano in trasferta nel “fortino” del Monleale; fuori casa anche Vipers e Verona, rispettivamente attese a Piacenza e Padova. La serie B ferma per un turno di riposo.

Se il calendario concede un weekend di pausa al campionato cadetto, in Serie A (complice la ricollocazione della Superfinal di Coppa Italia) non ci si ferma più. Anche questo sabato infatti saranno regolarmente in pista tutte e dieci le protagoniste del massimo campionato italiano con le prime tre della classe, curiosamente, tutte in trasferta. Milano e Vicenza, chiamate a confermare la “fuga” che oramai dura da due stagioni, calzeranno i pattini sui non facilissimi campi di Monleale e Cittadella; Torino, terza forza del torneo, è invece attesa alla delicatissima trasferta in casa del Ferrara, ringalluzzito dalla cruciale vittoria sul campo dell’Asiago. Padova, sperando in un passo falso dei piemontesi, non dovrà sottovalutare l’ostacolo Verona come un Asiago, alla disperata ricerca di sé stesso e di punti, non potrà non puntare al bottino pieno in casa della Lepis Piacenza. 

SERIE A – Si parte subito col “botto” visto che alle 18.30, primi a scendere in pista sulle mattonelle del Pala Burani, saranno Ferrara e Torino. Una sfida ricca di significati sia di classifica che di rivalità stretta alla luce anche della gara di andata in cui il Ferrara vinse all’overtime ma si vide poi “sottratti” i punti dal Giudice sportivo in quanto gli estensi avevano schierato in maniera impropria il giocatore Mazzarol (ancora squalificato). In termini di classifica sono molti i punti che dividono le due formazioni (Real a 22 a Warriors a 13) ma il Ferrara visto sabato scorso ad Asiago può quantomeno ambire ad una “remuntada” verso le prime quattro piazze. La squadra di Buzzo, rispetto alla formazione dello scorso turno, dovrà tamponare l’assenza certa di Pasti (infortunio ad una spalla) mentre solo all’ultimo si deciderà se schierare Bellini e Pistellato (già assente ad Asiago). Per gli ospiti, tutti a disposizione di coach Zurek, compreso il rientrante Codebò. Arbitri dell’incontro i signori Marri e Gallo. Ecco le sensazioni della vigilia nei due spogliatoi: Timotej Fink (Ferrara) << Sono a Ferrara oramai da un mese e posso affermare che c’è un ottimo gruppo sia dentro che fuori la pista. Ci stiamo integrando allenamento dopo allenamento e se ne vedono i benefici in partita; per la gara contro Torino il nostro obiettivo sono i 3 punti, che sarebbero fondamentali, ma sappiamo bene che non sarà affatto facile. Abbiamo però dimostrato che giocando bene nulla ci è precluso e vogliamo far vedere di cosa siamo capaci anche perché puntiamo a scalare la classifica raggiungendo posizioni più elevate di quelle occupate finora >>; Riccardo Corio (Real Torino): << Siamo carichi per affrontare questa sfida con Ferrara e vogliamo inoltre riscattare la partita persa con Padova nell’ultima trasferta. Sarà tra l'altro un ottimo test per i prossimi impegni di Coppa in cui incontreremo proprio Ferrara  (in semifinale di Coppa Fisr, ndr) e  quindi ci sono tutti i presupposti affinché sia una gran bella partita! >>

Sempre alle 18.30, sullo Stilmat del Pala Raciti di Padova, scenderanno in pista Ghosts Padova e Cus Verona per rinnovare la sfida tra le due formazioni che sicuramente possono vantare l’età media più bassa di tutta la Serie A. Sulla carta si tratta di un incontro abbastanza “chiuso” in favore dei padroni di casa ma tanto potrà dipendere anche da quale formazione schiererà il CUS: sono infatti delle ultime settimane i rientri dei veterani Stevanoni e Valbusa che tanto possono aggiungere in termini di esperienza alla grinta e generosità di Battistella e compagni. Non a caso la settimana scorsa sono infatti arrivati i primi 3 punti pieni, grazie alla vittoria casalinga sul Cittadella. Per i padroni di casa, privi di Chelodi-Virzì e dello squalificato Pace, un appuntamento quindi da non prendere sottogamba come confermano le parole di Daniele Facchinetti: << Una partita molto importante che non possiamo sbagliare se vogliamo tener viva la speranza di raggiungere il terzo posto in regular season. Di fronte avremo una squadra che viene da una sorprendente vittoria con Cittadella nell’ultimo turno e quindi con l’entusiasmo a mille e che non possiamo permetterci di sottovalutare. Dobbiamo iniziare fin dal primo minuto a giocare con la testa e con la determinazione per portare a casa i 3 punti che sono il nostro obiettivo di domani>>. Per gli ospiti abbiamo chiesto qualche “dritta” a Fabio Dalle Ave: << La trasferta a Padova ci vedrà impegnati con una delle squadre più in forma del campionato e sicuramente non sarà una partita facile, anche perché, del resto, non ne abbiamo mai avute quest'anno. La formazione probabilmente non sarà quella che è scesa in campo contro Cittadella ma tutta la squadra si è impegna al massimo per questo appuntamento. Per noi è indispensabile provare a recuperare punti nelle prossime sei partite e quindi anche contro i Ghosts faremo il possibile per riuscirci! >>. 

Alle 19.00 torna fra le mura amiche del Pala Hockey il Cittadella che, reduce dalla debacle di Verona (sconfitta 7-6), avrà l’improbo compito di cercare riscatto ospitando i Diavoli Vicenza. Una sfida a dir poco ardua quella che attende gli uomini di Pierobon opposti ad una delle due corazzate del campionato ma al tempo stesso una ottima occasione per dare qualche segnale di “vivacità” anche se non dovessero arrivare punti. Per i Diavoli invece la trasferta “più corta dell’anno” (sono meno di 30 i km fra i due impianti di gioco) arriva in un momento favorevole per la squadra berica che, per la gara in terra patavina, dovrebbe recuperare sia Loncar che Munari, assenti nella vittoriosa sfida col Monleale del turno precedente. Queste le impressioni della vigilia dalla viva voce di due protagonisti della sfida: Marco Grigoletto (Cittadella HP) << Sabato contro una squadra molto forte come Vicenza dovremo essere ben solidi in difesa e sfruttare al meglio le occasioni in attacco. Soprattutto vogliamo mettere in pista un gioco più concreto parlando più con i fatti che con le parole! Possiamo essere una spina nel fianco per Vicenza e non avranno vita facile, sono a casa nostra e quindi potremo contare anche sul sostegno del nostro pubblico che sono sicuro sarà numeroso e rumoroso! >>. Samuele Baldan (Diavoli Vicenza):<< Ci stiamo impegnando molto durante gli allenamenti e stiamo lavorando bene in previsione delle prossime gare, per provare nuove soluzioni e far fronte a tutte le situazioni anche in caso di possibili assenze. Secondo me quindi potrà andar bene anche contro Cittadella ma dobbiamo stare sempre molto attenti perché hanno dimostrato di poter essere una mina vagante del torneo >>. 

Le ultime due gare inizieranno entrambe alle 20.30: cominciamo col presentare la sfida di Piacenza fra Lepis ed Asiago Vipers. Nella tana dei lupi piacentini sarà una sfida tutta da vivere viste le ultime uscite e gli umori delle due formazioni coinvolte. I padroni di casa sono reduci da due “imbarcate” con Milano e Real (21 goal subiti e 3 fatti) mentre l’Asiago è alla continua ricerca di sé stesso oltre che di una svolta che possa raddrizzare una stagione deficitaria (nel 2020 ben quattro sconfitte a fronte di una sola vittoria in campionato). Moltissime le assenze per la squadra di Sommadossi: Martello, Ale Stella, Schivo, Berthod, Pesavento, Spiller e Christian Basso mentre per il coach piacentino Franko, rispetto alla gara di sette giorni fa, è certo il rientro dell’ex Quanta Giuliano Zorzet. Queste le parole di Simone Sironi: << Mancano sette gare alla fine del campionato e sappiamo benissimo che se vogliamo rimanere in questa categoria dobbiamo provare a "fare lo sgambetto" a qualunque squadra. Sabato arriva Asiago che, nonostante i risultati altalenanti di questa stagione, rimane pur sempre una squadra ostica da affrontare. Stiamo lavorando per dare continuità alle nostre prestazioni in modo da evitare disattenzioni fatali. Il gruppo è unito e voglioso di dare il massimo: non c'è più tempo per risparmiarsi! >> a cui fanno eco le stringate considerazioni del capitano dei Vipers Marco Frigo: << Partita non scontata per noi, soprattutto a livello mentale. Saremo pochi ma non è per forza uno svantaggio, anche a Milano eravamo in 8 e abbiamo sfoderato un’ottima prestazione. Sarà quindi fondamentale approcciare al meglio l’incontro e saper rimanere lucidi e paziente durante tutta la partita.  >>

Ultimo match in programma quello del Pala Massa di Monleale dove arrivano i pluricampioni d’Italia del Milano Quanta. Sulla carta sembrerebbe non esserci gara vista la netta differenza di tasso tecnico fra gli arancio azzurri di casa ed i rossoblù di Luca Rigoni ma il Monleale, in casa, ha ripetutamente dimostrato di sapersi trasformare cogliendo punti importanti (contro Cittadella ed Asiago) o rimanendo in gara fino all’ultimo (con Vicenza e Padova). Il fattore casa quindi, unito ad alcune assenze di peso fra le fila degli ospiti (Comencini e Barsanti solo per citarne due), potrebbe quindi essere il mix giusto per regalare una bella gara al pubblico dello Sportleale. Determinato a vendere cara le pelle il capitano del Monleale, Alberto Faravelli: << Si torna finalmente a casa e lo si fa contro i primi della classe. Seppur la partita possa sembrare scontata daremo filo da torcere al Milano, l'obbiettivo per noi  è raggiungere il quarto posto, o almeno provarci. Per questo daremo il massimo, come sempre, puntando in ogni caso a divertirci >>.  Per il Milano ecco il preview di Riccardo Pignatti << Andiamo a Monleale con la consapevolezza che, dopo una così lunga serie di successi, ogni avversario ambisce a farci lo sgambetto. Il nostro “scalpo” evidentemente fa gola a tutti ma noi, per ora, continuiamo a contare le gare senza sconfitte>>

Serie A–Il programma della 12a giornata (sabato 15 febbraio 2020): 

ore 18:30 Ferrara Hockey - Real Torino  (arbitri Marri e Gallo)

ore 18:30 Ghosts Padova – Cus Verona  (Ferrini e Mancina)

ore 19:00 Cittadella HP - Diavoli Vicenza (Rigoni M. e Colcuc)

ore 20:30 Lepis Piacenza - Asiago Vipers (Niederegger)

ore 20:30 Monleale Sportleale  - Milano Quanta (Zoppelletto e Pioldi)

La classifica dopo 11 giornate: Milano Quanta 33 punti; Diavoli Vicenza 30 punti; Real Torino 22 punti; Ghosts Padova 18 punti; Sportleale Monleale 15 punti; Ferrara Hockey e Asiago Vipers 13 punti; Cittadella HP 12 punti; Lepis Piacenza 5 punti; Cus Verona 4 punti

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credit foto Michela Ceccarelli