Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Mercoledì il Monza sfida lo Scandiano. Galimberti "La possiamo vincere solo con la difesa"

images/1-primo-piano/hp/2020/medium/FB_IMG_1572425106357.jpg

Pronti per il gran finale. Il Teamservicecar mercoledì scende in pista per la prima delle ultime 6 "finali" di campionato, in cui dovrà cercare di agguantare l'ultimo posto disponibile per i playoff, attualmente distante 5 punti. Avversario di turno lo Scandiano, che occupa la sesta posizione in graduatoria, con 17 punti in più dei biancorossoblu, in una partita che verrà trasmessa in diretta da MS Channel - 814 di Sky, MS Sport sul digitale terrestre e sulla piattaforma Eleven Sport, la stessa che trasmette le gare del Monza calcio. Per i ragazzi di Colamaria guai ad attenersi alla differenza in termini di scarto, perché è lampante come il Monza oggi giochi un ottimo hockey, senza però raccogliere nulla per quanto seminato. Ultimo lampante esempio, la sfida di Eurolega contro il Porto, nella quale i brianzoli hanno giocato una partita strepitosa, sullo stesso livello di uno dei club più forti al mondo, uscendo sconfitta con un 3-2 carico di rammarico.

Certo, parliamo di una squadra che fatica a segnare più di due gol a partita e che in campionato manca l'appuntamento con la vittoria dal 4 gennaio scorso, ma che finora ha sfidato solo squadre che la precedono in classifica, con cui spesso ha perso di misura. Anche mercoledì il Monza non godrà dei favori del pronostico, ma dovrà trarre un vantaggio dall'ottima condizione fisica, evidenziata anche nella sfida con i lusitani, in cui tutto il gruppo, nessuno escluso, ha disputato una gara di altissimo profilo. Sarà necessario ripartire da qui, sfruttando magari il cattivo andamento esterno dello Scandiano, squadra capace di un ruolino devastante in casa, ma tentennante lontano dal PalaRegnani, dove ha vinto una sola partita, subendo 6 sconfitte e pareggiando - curiosamente sempre per 2-2 - con Bassano, Correggio e Montebello, per un fatturato complessivo pari a 6 punti su 33. Un avversario ostico come afferma Matteo Galimberti, autore di un'ottima prestazione con il Porto, coronata da un gol "Contro una squadra tra le migliori al mondo abbiamo giocato una grande partita, ma abbiamo perso nuovamente e questo non è un bel segnale. Però, a differenza, del passato, siamo sereni, consapevoli di aver fatto il massimo e di possedere una condizione fisica e tecnico-tattca ottimali.". Un Monza che sta bene e che ha acquistato consapevolezza, nonostante dall'inizio dell'anno abbia vinto solo 2 partite su 8 "Quella contro lo Scandiano sarà una partita che andrà vinta in difesa - sottolinea Galimberti - perché loro hanno bocche da fuoco importanti. Tataranni sembra non invecchiare mai e segna con incredibile continuità, Gelmà è un ottimo attaccante, Coy ha esperienza: per questo non dovremmo sbagliare nulla, cercando di tenere la stessa intensità di sabato scorso, pur senza pensare a ciò che è accaduto in Eurolega, Soprattutto, dovremo giocare senz'ansia, togliendoci dalla testa l'obbligo di dover vincere. Cercheremo di divertirci, con tranquillità, facendo ciò che sappiamo fare. Meritiamo di arrivare ai playoff e faremo di tutto per conquistarli".