Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

In serie A si gioca la 13ma giornata: tanto equilibrio e nessun vincente “certo”. Torna in pista anche la B.

images/medium/WhatsApp_Image_2020-02-21_at_11.31.33.jpeg

Turno che vede il Milano a Ferrara ed i Diavoli in casa del Padova. Cittadella cerca riscatto sul difficile campo del Real mentre Asiago e Monleale chiedono strada a Verona e Piacenza. In B Legnaro, Tergeste e Old Style “obbligate” a vincere per restare in zona playoff.

Da un turno (lo scorso) facilmente “intellegibile” ad un turno (il prossimo) con tante, tantissime incognite e nessuna gara dall’esito “scontato”. Il Milano, Vicenza permettendo, sembra non avere rivali ma il Ferrara e l’ostico campo del Burani potrebbero far vacillare la scia vincente di Banchero e soci come i “ragazzini terribili” di Padova sembrano essere un test assai probante per i Diavoli (comunque dati in un ottimo momento di forma). Asiago, in costante “apnea”, rende visita al Cus Verona che è alla disperata ricerca di punti come del resto il Piacenza che dopo la buona prova con i Vipers cercherà di ripetersi sul campo del Monleale. Prova ad approfittare del turno casalingo il Real Torino che, opposto al Cittadella, cercherà di consolidare il terzo posto. La serie cadetta invece, stante il rinvio della gara fra Edera e CV Skating (spostata all’8 marzo), mette a calendario tre incontri che impongono “un solo risultato possibile” a Legnaro e Torrepellice, che ospitano rispettivamente Modena e Forlì, come è “obbligata” a vincere la formazione triestina del Tergeste attesa dalla lunga ed impegnativa trasferta di Ariccia dove incontrerà i Castelli Romani

SERIE A – Partiamo dal fanalino di coda della classifica, il Cus Verona, che ospiterà tra le mura amiche gli Asiago Vipers. Gli scaligeri hanno un bisogno disperato di punti, anche perché ci si trova agli ultimi tornanti della stagione. I gialloblù devono riscattare la sconfitta dell'ultimo turno, in trasferta sul campo di Padova e ciò potrebbe non essere impossibile, visto che il CUS non più tardi di 15 giorni fa ha dimostrato di saper sfruttare il fattore campo e fare bottino pieno nello scontro con Cittadella. Per Asiago, ancora in emergenza a livello di roster, la necessità di rimpolpare la classifica e “girare” una stagione a dir poco discontinua. Sempre assenti Schivo, Spiller, Pesavento e Stella per la squadra di Sommadossi una nuova gara “di sofferenza” dopo quella di sabato scorso vinta d’un soffio (2-3) a Piacenza. Per la squadra di casa molte incognite sul roster che potrebbe vedere la solita squadra zeppa di giovani ma anche gli innesti ad hoc dei veterani Valbusa e Stevanoni o dei triestini Cocozza e Degano che porterebbero qualità ed esperienza agli scaligeri. Fischio d’inizio alle 18.oo, arbitreranno l'incontro i signori Nierdegger e Ferrini. Ecco le sensazioni della vigilia nei due spogliatoi: Marco Pernigo (Cus Verona) << L'Asiago è una squadra insidiosa e la partita di domani non sarà sicuramente una passeggiata. Ritengo tuttavia che in quest'ultimo periodo siamo cresciuti molto e venderemo cara la pelle >>; Francesco Rossi (Asiago Vipers): << La partita di sabato sarà una gara sicuramente equilibrata e dovremo quindi sfruttare al meglio le occasioni in attacco, cosa che nelle ultime uscite è davvero mancata!!  Loro sono una squadra giovane che però con qualche innesto di esperienza ci darà del filo da torcere!! L'approccio alla partita e la capacità di restare lucidi per tutti i 50’ saranno quindi fondamentali >>

Un favore, sì, ma “aiutati che Dio ti aiuta”. Alle 18.30, sullo Stilmat del Pala Raciti di Padova, scenderanno in pista Ghosts e Diavoli. Vicenza sarà impegnata infatti in una trasferta-trappola: seconda contro quarta per quello che, al pari di Ferrara-Milano, balza agli occhi come il big match di giornata.  Probabilmente tra le balaustre voleranno “scintille” se si considerano i recenti incontri e il fatto che il bottino in palio è di vitale importanza per entrambe le compagini: per i vicentini per continuare a sognare la vetta e per i padovani per evitare di perdere lunghezze pesanti sul Real Torino, impegnato in una sfida teoricamente “alla portata” contro Cittadella. Tutti presenti sia per Marobin (finita la squalifica di Pace) che per Angelo Roffo; l'incontro sarà arbitrato da Grandini e Fiabane. Una gara quindi molto sentita come confermano le parole di Matteo Rossetto: << Partita importante per noi e tutt’altro che facile. Rispetto all’ultima partita recuperiamo qualche assenza e stiamo lavorando sodo per preparare al meglio la partita. Dovremmo approcciare al meglio, a differenza della partita con Verona, ma come abbiamo dimostrato spesso in questa stagione rendiamo molto di più contro le squadre più quotate. Mi aspetto una gara intensa contro un Vicenza sicuramente agguerrito e affamato, che immagino si stia preparando per la coppa FISR. Noi daremo comunque il massimo per cercare di strappare punti importanti per raggiungere il nostro obiettivo attuale che è il terzo posto >>. Per gli ospiti è Angelo Roffo a presentare la vigilia dei Diavoli: << Sarà una partita importante da superare e andremo in campo concentrati sulla gara ma sarà anche l’ultimo test prima della Coppa. Ci serve moltissimo affrontare una sfida così difficile per aumentare l’intensità e la tensione perché la gara successiva sarà la semifinale di Coppa FISR contro Milano, quindi ci va più che bene giocare con un avversario tosto come Padova. Sono molto forti e secondo me si presenta come una delle partite più difficili del campionato >>. 

Sempre alle 18.30 quello che si può ritenere l’altro match clou di giornata con il Ferrara ad ospitare i campioni meneghini del Quanta. Gli estensi saranno chiamati ad una vera e propria impresa di fronte al proprio pubblico: fin qui, è bene ricordarlo, i milanesi hanno solo vinto e sembra che la parola “sconfitta” non rientri minimamente nel loro vocabolario. Tuttavia si sa, c'è sempre una prima volta e chissà che Ferrara non riesca a compiere il miracolo conquistando tre punti di fondamentale importanza e facendo, nel contempo, un favore a Vicenza costantemente alla rincorsa della capolista.  Entrambe le formazioni lamentano qualche assenza importante ma la profondità (e qualità) dei roster non crea particolari insonnie ai due coach. Assenti Lettera e Pasti per Buzzo mentre Milano, che recupera Comencini, dovrà rinunciare a Ronco, Caletti e Fabio Rigoni.  Queste le parole proprio del coach del Ferrara Alessio Buzzo: << Partita ovviamente molto complicata quella con Milano in cui punteremo quantomeno a fare un passo avanti rispetto alle ultime disastrose uscite contro di loro. L’obiettivo è inoltre quello di sfruttare al meglio la gara per arrivare al top per l’appuntamento di Coppa Fisr della settimana prossima >>. Alle parole del coach estense fanno eco quelle del veterano bolzanino Brajan Belcastro (Milano): << A Ferrara si gioca su una superficie particolare e inoltre i Warriors si sono recentemente rinforzati. Detto questo, siamo fiduciosi: siamo in un ottimo momento soprattutto dal punto di vista offensivo. Sui meccanismi difensivi c’è sempre qualcosa da perfezionare e avremo ancora qualche assenza pesante nelle retrovie ma, ripeto, rimaniamo molto fiduciosi >>.

Alle 19.00, all'ombra della Mole, i padroni di casa del Real Torino opposti al Cittadella, si ritrovano fra le mani la ghiotta occasione di allungare sul Padova. La formazione del presidente Pierobon infatti, dopo la vittoria nel derby alla penultima di andata, ha collezionato solo sconfitte culminate col cappotto di sabato scorso (0-9) subito dal Vicenza. Tuttavia, nonostante il momento non propriamente di “forma”, il Cittadella ha assoluto bisogno di punti per risalire la china e ha già dimostrato di poter fare sgambetti alle big, chiedere appunto a Padova per conferma. Tra i padroni di casa formazione “classica” con l’innesto di Codebò; Chiodo e Pioldi i direttori di gara. Queste le impressioni della vigilia dalla viva voce di due protagonisti della sfida: Alex Zorloni (Real Torino) << Dopo il semi-successo della settimana scorsa contro il Ferrara, dobbiamo cercare di mantenere il terzo posto evitando di perdere punti per strada. Sappiamo che non sarà sicuramente facile ma in casa possiamo giocarcela con tutti e daremo il massimo per ottenere ciò che ci siamo prefissati>> e Filippo Tiatto (Cittadella HP):<< Nelle ultime partite abbiamo avuto un grande calo. Non siamo riusciti a portare a casa alcun risultato nonostante le belle vittorie del girone di andata. La partita di sabato contro Torino sarà tutt’altro che facile: il Real ha avuto modo di far vedere quanto vale ma per noi questi tre punti sono molto importanti e lotteremo con tutte le nostre forze per aggiungerli alla nostra classifica. Forza Citta! >>. 

Ultimo match in programma quello del Pala Massa di Monleale (ore 20.30) dove arrivano i “Lupi” della Lepis Piacenza. Sulla carta un match che vede favoriti gli “Orange” capitanati da Alberto Faravelli che hanno costruito gran parte dei successi stagionali (e dell’ottima classifica) proprio nel “bunker” di casa. Trasferta quindi ostica per i piacentini: lo Sportleale punta al sorpasso dell'Asiago e la ricerca della vittoria è quindi un diktat. Ciò però vale anche per la Lepis che, in penultima posizione, cerca l’allungo sul CUS Verona e, perché no, di accorciare sul Cittadella, attualmente ottavo, visti gli impegni probanti di scaligeri e patavini. Ad arbitrare l'incontro ci saranno i signori Zoppelletto e Mancina.  Abbiamo intervistato per voi Matia Pagani (Monleale): << Sarà sicuramente una partita dura ma siamo pronti e carichi perché dobbiamo far nostri i tre punti che ci permetterebbero di ambire ad un quarto posto che, per noi, potrebbe significare l’avere una chance di passare il primo turno di play-off. Speriamo che tutto vada per il meglio >> e Giuliano Zorzet (Piacenza) << Stiamo lavorando intensamente questa settimana  per arrivare preparati al meglio alla sfida di sabato e confermare le cose buone viste con Asiago. Il Monleale in casa è una squadra ostica per tutti ma noi ci presenteremo “con il coltello fra i denti” sicuri di poter strappare punti importanti in classifica e dire la nostra! >>

Serie A–Il programma della 13a g.ta (sabato 22 febbraio 2020): 

ore 18:00 Cus Verona  - Asiago Vipers (arbitri Ferrini e Niederegger)

ore 18:30 Ferrara Hockey - Milano Quanta (arbitri Rigoni M. e Strazzabosco)

ore 18:30 Ghosts Padova – Diavoli Vicenza (Grandini e Fiabane)

ore 19:00 Real Torino  - Cittadella HP - (Chiodo e Pioldi)

ore 20:30 Monleale Sportleale  - Lepis Piacenza (Zoppelletto e Mancina)

La classifica dopo 12 giornate: Milano Quanta 36 punti; Diavoli Vicenza 33 punti; Real Torino 24 punti; Ghosts Padova 21 punti; Asiago Vipers 16 punti; Sportleale Monleale 15 punti; Ferrara Hockey 14 punti; Cittadella HP 12 punti; Lepis Piacenza 5 punti; Cus Verona 4 punti

 

SERIE B – Turno interessante anche in serie B nonostante siano ai box le prime due della classe che hanno ottenuto il rinvio della gara all’otto marzo. Dovranno provare ad approfittarne le dirette inseguitrici perché oramai è “definitivo” che sono cinque le squadre alla rincorsa dei quattro “pass” per la fase dei playoff. Chance assolutamente da non gettare alle ortiche per Legnaro e Torre Pellice che potranno contare sul fattore casa nelle sfide con le emiliano-romagnole Modena e Forlì come non può permettersi passi falsi la formazione dei Tergeste Tigers che dovrà cercare punti sull’ostico campo di Ariccia, teatro della sfida con la formazione dei Castelli Romani. Non dovessero fare bottino pieno, Mariotto e compagni si vedrebbero raggiunti a quota 21 dal Torrepellice, sempre che i piemontesi sappiano imbrigliare la formazione della Libertas che è ad una sorta di “ultimissima” chiamata in ottica post- season.

Queste le aspettative dei club, direttamente dalla viva voce di alcuni dei protagonisti del prossimo turno di campionato: Carlo Mariotto (Tergeste Tigers) << Reduci da due sconfitte consecutive contro le dirette concorrenti per i playoff, scenderemo ad Ariccia più agguerriti che mai, consapevoli che non sarà una partita per niente facile. Ora più che mai è importante vincere tutte le partite, assicurandoci così la qualificazione alla seconda fase alla quale teniamo particolarmente. Forza Tigers! >>. Alessandro Cintori (Fox Legnaro): <<  Abbiamo vinto bene l’ultima partita ma non per questo dobbiamo abbassare la guardia nel match contro Modena che è pur sempre una buona squadra nonostante sia nei bassifondi della classifica. Dobbiamo fare punti per poter accedere ai playoff e non fare più passi falsi sperando,  perché no, in qualche scivolone delle nostre avversarie come  successo a noi dopo la sosta natalizia. Nella fase negativa che abbiamo avuto in quel periodo abbiamo però imparato a giocare maggiormente di squadra che è stato quello che ci è mancato ad inizio stagione. Abbiamo inoltre aggiunto un po' di maturità in campo commettendo meno falli perché sono stati la chiave delle  nostre 3 sconfitte in fila >>. Simone Pontecorvi (Castelli Romani): << Ci aspetta una gara complicata! All'andata la differenza nel risultato è stata davvero eccessiva e quindi sabato dovremo lottare su ogni disco per render loro la vita il più difficile possibile. Purtroppo dovremo far ancora fronte a qualche assenza importante come quella di Tamburri ma non per questo ci daremo per vinti! >>. Aurora Benedetto (Old Style TP): << Arrivati a questo punto della stagione e della classifica, è assolutamente vietato sbagliare o fare passi falsi. Ogni partita è fondamentale per guadagnare punti. Sabato non sarà presente Giacomo Beccaria grande protagonista delle ultime due partite ma puntiamo tutti assieme a sopperire alla sua mancanza e a conquistare la vittoria>>. Michele Rossi (Libertas Forlì): << Ci aspetta una trasferta lunga e impegnativa che affronteremo a ranghi ridotti. Sappiamo che Torre Pellice è una squadra di tutto rispetto (a maggior ragione nel loro campo) e che punta ai playoff. Purtroppo noi, a causa di malattie e impegni lavorativi, ultimamente non riusciamo ad allenarci con continuità con l’intero gruppo ma andremo a Torre Pellice cercando di fare del nostro meglio sapendo che non abbiamo nulla da perdere. L’aspetto positivo è il probabile rientro tra i pali di Montanari che all'andata (vinta di misura 3-2) era stato fondamentale per il risultato finale >>. 

 

Serie B – Il programma della 13a giornata (sabato 22 febbraio): 

ore 17:00 Castelli Romani - Tigers Tergeste (“arbitri” Colcuc e Bonavolontà)

ore 18:30 Fox Legnaro – Invicta Modena (Monferone e Liotta)

ore 20:30 Old Style Torre Pellice – Libertas Forlì (Spada e Favero)

Rinviata al 08.03.2020

Riposa: Mammuth Roma

La classifica dopo 12 giornate: Edera Trieste (11) punti 30; Civitavecchia (10) e Fox Legnaro (11) punti 22; Tergeste Tigers (11) punti 21; Torre Pellice (11) punti 18; Libertas Forlì (11) e Castelli Romani (12) punti 12;  Mammuth Roma (11) e Invicta Modena (10) punti 5.

(gare giocate)

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

 

Credits Carola Fabrizia Semino