Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Corona Virus, La Federazione Italiana Sport Rotellistici sospende dal 2 all’8 marzo le attività federali nelle aree più colpite

images/1-primo-piano/fihp/medium/Immagine_coronavirus_2_marzo.png

La Federazione Italiana Sport Rrotellistici, con una circolare del Segretario generale indirizzata a tutte le componenti federali, sospende dal due all’otto marzo le attività nelle zone colpite dal Corona Virus.
Il provvedimento, adottato a seguito dell’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del successivo Avviso emanato dal competente Ufficio Sport della PdCM, ha dato indicazioni sulle modalità di svolgimento dell’attività e le relative prescrizioni con validità immediata.
Nel dettaglio la Federazione Italiana Sport Rotellistici, da oggi e fino a domenica 8 marzo p.v., oltre alle limitazioni già previste per la “zona rossa”:
A. sospende le proprie attività federali che, se pur previste in territori diversi da quelli dei comuni della zona rossa, vedono atleti e squadre provenienti da questi territori.
B. sospende le proprie attività federali nella regione Veneto, Lombardia e Emilia Romagna, e nelle province di Savona e Pesaro Urbino salvo lo svolgimento di eventi e manifestazioni sportive ordinarie (ovvero campionati e gare già programmate da tempo) previste in impianti sportivi a porte chiuse, dove per “porte chiuse” si intende senza la presenza di pubblico;
C. relativamente al punto B si rinvia a indicazioni di dettaglio e a specifici comunicati delle discipline, sentiti e in accordo anche i Comitati Regionali FISR, che, in via prudenziale e organizzativa, possono prevedere fin da ora restrizioni maggiori e sospensioni anche oltre la data dell’8 marzo per particolari eventi di rilevanza.

Inoltre il provvedimento evidenzia ai Presidenti delle società aventi i luoghi di attività ricadenti sui territori di cui al precedente punto B che il DPCM permette gli allenamenti ed è quindi a discrezione e responsabilità degli stessi Presidenti lo svolgimento di questa attività in accordo naturalmente con eventuali disposizioni di carattere locale.
La Circolare dà applicazione alle prescrizioni provenienti dal Governo e dagli Organi competenti acquisite fino ad ora e, a titolo preventivo, recepisce in forma restrittiva anche tutti i suggerimenti provenienti dalle autorità sanitarie ed amministrative a livello centrale.
Si invitano, inoltre, tutte le società e gli addetti che operano a vario titolo nei territori interessati ad agire, per le rispettive competenze, con la massima cautela e nel rispetto di tutte le indicazioni del caso a salvaguardia.
La FISR segue con la massima attenzione l’evoluzione degli eventi e terrà in costante aggiornamento i propri tesserati, comunicando tempestivamente ogni novità inerente le attività federali delle prossime settimane.