Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Tommaso Colamaria: "Nel prossimo futuro la scommessa sarà la nostra base"

images/1-primo-piano/hp/2020/medium/1D193073_1.jpg

Abbiamo raggiunto telefonicamente l'allenatore del TeamServiceCar Monza, Tommaso Colamaria

Come sta passando la quarantena

"Non ho mai smesso di lavorare essendo responsabile di un'agenzia di assicurazioni. La priorità è sempre stata mantenere il livello di sicurezza della mia famiglia e di chi lavora con me. Nella mia routine ho sempre un contatto diretto con tutta la squadra che sta lavorando fisicamente sempre con i loro tempi, visto che la maggior parte di loro non ha mai smesso di studiare e lavorare. Facciamo alcune sessioni video comuni, ma è soprattutto il preparatore atletico che li sta seguendo sotto il profilo atletico, costruito per ogni singolo atleta. Vorremo essere pronti a scendere di nuovo in pista per pattinare appena la situazione si sarà sistemata e le autorità avranno dato il via libera per poterci allenare."

Che stagione è stata per il Monza

"Una stagione negativa. Tutti ci aspettavamo una situazione diversa ma il bello dello sport è proprio questo: pianificare è un conto, dimostrarlo in pista un altro. Non abbiamo retto alle pressioni delle nostre aspettative che erano più alte rispetto l'ultima stagione, soprattutto per quanto riguarda le aspettative sui punti in classifica.Questa esperienza servirà a tutti per migliorare e per crescere anche perchè è una tra le formazioni più giovani dell'A1. In ogni caso eravamo preparati anche a ritornare nella categoria inferiore se non fossimo stati capaci di uscire indenni dai playout. Questo è stato sempre il nostro modo di intendere lo sport."

Come vede ora la situazione dopo lo stop

"Sono ovviamente dìaccordo con le decisioni della nostra Federazione. Siamo stati i primi a porci il problema ed a rinunciare a giocare, perchè avevamo capito sin da subito il peso di questa pandemia, grazie ad osservatori in prima linea che lavorano vicino alla nostra società. Sia noi e sia i nostri giocatori sapevamo a cosa incorrevamo, persino alla retrocessione, ma tutti eravamo daccordo nel sospendere l'attività. Poi il problema si è allargato a macchia d'olio e la Federazione è stata la prima a sospendere i campionati. Ci aspetta un periodo di incertezza ma potrebbe risultare una grande scommessa per tutta la base del nostro sport. I risvolti economici di questa crisi sanitaria potrebbe regalare uno spazio insperato a molti ragazzi che aspettano il momento di farsi valere sulle piste importanti. Ci potrebbe essere anche un abbassamento di livello ma sono convinto che in un paio di anni tutta la base sarà ancora più solida. E' un'occasione dove dalle parole si potranno fare i fatti: noi come Monza siamo pronti. "


Foto Massimiliano Ogliari