Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Nazionali in raduno. Ben tre i gruppi ad alternarsi sullo Stilmat del Pala Robaan di Roana (VI). Molte impressioni positive raccolte dai tecnici azzurri

images/medium/WhatsApp_Image_2020-09-12_at_23.49.50.jpeg

Roana si riveste d'azzurro. Nel fine settimana il PalaRobaan ha accolto il secondo round di raduni delle nazionali, dalla Senior maschile a quelle giovanili maschili (Under 16 e una selezione mista Under 18/20). Una nuova, corposa, "infornata" di atleti che hanno potuto riassaporare il gusto del gioco e vivere ritrovate emozioni legate al ritorno in pista, in sicurezza. Per i coach azzurri tanto lavoro, concentrato in una tre giorni serrata ed intensa,  servita a visionare vecchi e nuovi elementi in quest'anomala estate senza impegni internazionali. 

Anche per i più giovani una sorta di "raduno-premio" dopo le settimane di preparazione atletica e decine di allenamenti on line tra maggio e giugno. Settanta i giocatori visionati in 3 distinti gruppi di 20 (senior), 22 (2006-2007) e 28 (2002-2005) giocatori in una tre giorni che ha visto la pista del Pala Robaan davvero in “overbooking”. 

Queste le varie impressioni dei tecnici raccolte a margine dell’ultimo allenamento odierno. Denis Sommadossi (nazionale senior): << Siamo molto contenti di questo raduno e del lavoro svolto dai ragazzi sia in pista che con le sedute atletiche a secco fuori dal campo. Abbiamo potuto lavorare un po’ di più sull’intensità rispetto al raduno scorso anche perché tutti i ragazzi avevano comunque due settimane in più di allenamenti nelle rispettive società. Con questo appuntamento, per i senior, mandiamo in stand-by il lavoro di preparazione e visionatura che abbiamo progettato durante il lockdown; riprenderemo a stagione inoltrata (nel 2021 ndr) cercando di programmare gli appuntamenti con ampio anticipo per farci così trovare pronti per le prossime competizioni >>. Soddisfazione anche per la coppia Cintori – Vendrame con l’esperto coach valdostano a “fotografare” il lavoro del gruppo più numeroso del weekend, quello “misto” u18-u20: << Il raduno congiunto Under 18 – Under 20 è andato molto bene e siamo soddisfatti di come i ragazzi hanno lavorato. È stata un’ottima occasione per rimettersi in gioco e soprattutto per rientrare in pista. Tutti hanno dimostrato impegno e disciplina fuori e dentro dal rettangolo di gioco; nonostante la grande differenza di età ed esperienza tra i giocatori, abbiamo davvero apprezzato come tutti si siano messi a disposizione con un ottima predisposizione verso quanto proposto. Ringrazio la FISR, che pur in un periodo assai complesso, ci ha messo nelle migliori condizioni (e in assoluta sicurezza) per poter fare questo raduno. Molte sensazioni positive anche per Grigoletto e Mancin, tecnici del gruppo più giovane (2006 – 2007) in raduno: << Siamo decisamente soddisfatti di quanto fatto nei tre giorni passati qui a Roana e siamo compiaciuti soprattutto dal crescendo di attenzione, qualità ed impegno che hanno messo i ragazzi durante gli allenamenti – dice Grigoletto -. Nello specifico dopo un primo momento di empasse emotiva (molti erano alla loro prima convocazione assoluta), gli atleti hanno reagito bene dimostrando quanto valgono. Li riteniamo dei ragazzi volenterosi e attenti, caratteristiche per noi fondamentali oltre ovviamente all’attitudine hockeistica e alla preparazione fisica! Infine, vista la grinta dimostrata anche dai 2007, non possiamo altro che dirci ottimisti per il futuro azzurro!! >>.

Da “All-in” anche il weekend di Nicola Fontanive, preparatore atletico degli azzurri, che ha così commentato questa sua prima esperienza “in presenza” nello staff delle nazionali inline: << Posso sicuramente confermare che è stato un weekend positivo; è stato bello ritrovare i ragazzi dopo averli “solo” visti tutta l’estate rimanendo davanti ad uno schermo. Abbiamo portato avanti il lavoro svolto nei mesi scorsi e, da parte mia, è stato interessante anche potermi rapportare con gli staff delle nazionali u18-20 e under 16 proprio per uno scambio di informazioni sulle metodologie di lavoro da adottare. Personalmente ritengo positivo il lavoro fatto non solo in questi 3 giorni sul campo ma tutto il programma estivo concordato con Luca Rigoni. Spero sia un input che possa far “scattare” qualcosa in coloro che non hanno avuto un preparatore atletico negli anni passati. Abbiamo studiato ed insistito su un lavoro mirato cercando di far passare l’idea che una metodologia di lavoro specifica sia ovviamente fondamentale per un salto di qualità come atleti singoli e come gruppo >>.

Ora, in attesa di qualche altra data utile per rivedere le “tinte azzurre”, spazio ai campionati!

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV generica:  https://bit.ly/31EwLqs  

Youtube – Hockey Inline Fisr : https://bit.ly/2GPEudj 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credit foto Vanessa Zenobini