Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Il Covid ferma i Campionati Italiani Corsa su strada di Terni, rinviati a data da destinarsi

images/1-primo-piano/medium/1_Immagine_terni_2020.png

A causa del Covid 19 la Fisr ha deciso in accordo con la società organizzatrice la sospensione dei Campionati Italiani di Pattinaggio Corsa su strada di Terni.
Il Comunicato ufficiale n. 40 Corsa appena pubblicato sulle pagine web federali rende nota la possibilità di un rinvio a data da stabilire, comunque entro il 30 novembre p.v..
La decisione, maturata nella giornata di oggi - recita il documento ufficiale - trova motivo nella conferma ufficiale che 3 atleti che hanno preso parte al Campionato Italiano di Riccione del 26-27 settembre, nei giorni successivi all’evento hanno manifestato sintomi riconducibili al Covid19, confermato poi dai tamponi effettuati.
La ASL di competenza ha attivato le previste procedure avvisando coloro che avevano avuto “contatti stretti” come previsto dalla normativa vigente. Tra i contatti di questo tipo non risultano ricompresi quelli che si suppone possano essersi verificati tra i partecipanti al Campionato italiano di Riccione.
Proseguendo la linea prudenziale che ha contraddistinto le scelte federali dall’inizio della pandemia e con l’indispensabile senso di responsabilità nel preservare la salute di tutti i nostri tesserati, si è ritenuta doverosa la sospensione dell’evento che, lo ricordiamo, sarebbe cominciato a distanza di meno di 11 giorni dal campionato di Riccione.
Altresì la FISR ha inoltrato una tempestiva comunicazione a tutte le società sportive che hanno partecipato a tale manifestazione invitandole ad avvisare i propri tesserati e consigliando eventuali condotte e controlli cautelativi.