Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Dai raduni regionali agli Indoor di Pescara, parte la stagione del Pattinaggio Corsa

images/1-primo-piano/medium/Immagine_raduni_corsa_21.png

Gli incontri avverranno in massima sicurezza ed in totale rispetto dei protocolli, previsti anche tamponi per gli atleti 

In epoca Covid Pescara è stata la città cardine per l’attività federale del pattinaggio Corsa. Dal capoluogo abruzzese, che aveva appena ospitato i Campionati italiani Indoor era infatti partito il lungo lockdown e da Pescara riparte questa nuova insolita stagione, sempre con gli Indoor calendarizzati per le prime settimane del mese di marzo.
Al primo appuntamento si arriverà attraverso una serie di raduni regionali che interesseranno un po’ tutta l’Italia, voluti ed organizzati dal CT Presti con il sostegno del Responsabile Antonio Grotto ed in accordo con tutto il Settore tecnico, seppur con la massima attenzione e nello stringente rispetto dei protocolli federali e delle ordinanze vigenti.
Si lavora in periferia e con alcune categorie specifiche, sulla base di un programma che prevede gruppi regionali allargati e sezioni di lavoro su mezze giornate, proprio per evitare assembramenti.
Ad ogni raduno saranno persino previsti i test rapidi che il medico federale somministrerà prima dell'ingresso in pista a tutti gli atleti, per i quali i raduni saranno una ripartenza, in attesa degli indoor, la prima vetrina importante per mettersi in evidenza.
Il CT Massimiliano Presti insieme ai suoi collaboratori saranno presenti sui campi di gara per poter visionare tutti gli atleti e creare un gruppo di lavoro solido e portare avanti un progetto che richiede la collaborazione di tutti, sia tecnici che atleti, al fine di poterlo consolidare ed ampliare.
Per la parte tecnica saranno disponibili vari apparati tecnologici che permetteranno di valutare e testare lo stato attuale degli atleti, sia da un punto di vista tecnico che atletico, ed arricchire il già nutrito data-base e, inoltre, stilare delle classifiche su base regionale e nelle varie categorie e distanze.
Tramite anche il responsabile della SIRI Francesco Zangarini, durante questi raduni i tecnici avranno l’opportunità di partecipare ai corsi e di potersi mettere in regola con il tesseramento prima dei campionati italiani indoor, rafforzando così l’intesa collaborativa tra SIRI, nazionali e tecnici.
I raduni, confidando in un miglioramento delle condizioni, saranno estesi anche alle categorie inferiori, andando a toccare anche le regioni più distanti.
“Dobbiamo sempre innovarci - è il commento del CT Presti - avere fantasia nel lavoro, creare altri schemi e alternative di lavoro, così da far riflettere sul modo in cui stiamo programmando il lavoro e su quale potrebbe essere l’approccio e l’evoluzione in un pattinaggio futuro. Altro aspetto importante è avere dei tecnici preparati e professionali che sanno fare il proprio lavoro e trasmettere agli atleti le giuste nozioni, sapersi relazionare con il resto dei tecnici al fine di accrescere il nostro livello di conoscenze . Solo così possiamo continuare a crescere.
Lasciatemi infine ringraziare le società, che ci mettono a disposizione i loro impianti, ed i dirigenti regionali per la loro stretta collaborazione.”
Guarda qui il calendario con i raduni