Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

La Liguria investe sulla formazione, anche a distanza

images/medium/FISR_interviste_SaraM_LIGURIA.jpg

“Attraverso i social, durante il periodo di lockdown, sono state realizzate diverse iniziative per far sentire agli atleti la nostra vicinanza, per mantenere alto l’interesse sulle discipline a rotelle e per gridare a gran voce che saremmo tornati - racconta la presidente del comitato regionale Fisr Liguria, Sabrina Benvenuto -. Certo che non è stato un periodo facile sia dal punto di vista lavorativo, sia dal punto di vista emotivo. Oltretutto anche noi, come successo in altre regioni d’Italia, al momento della ripartenza abbiamo dovuto gestire numerose problematiche legate agli impianti; molti, infatti, non erano a norma per garantire le disposizioni anti contagio da Covid-19”. La Liguria conta una quarantina di società facenti capo alla Federazione italiana sport rotellistici. “I club comprendono cinque discipline: hockey inline, hockey pista, pattinaggio corsa, pattinaggio artistico e skateboard - prosegue Sabrina Benvenuto -. E se i club di hockey pista e inline hanno prima iniziato gli allenamenti e successivamente i rispettivi campionati come da calendario, diversa è stata la storia per le altre discipline. Durante le prime fasi di lockdown sia dai ct della corsa, sia da quelli dell’artistico sono arrivate delle precise schede di lavoro destinate agli atleti. Allenamenti che potevano essere svolti tra le mura domestiche e che hanno tenuto impegnati e in forma i pattinatori”. Una volta sbloccata la situazione sono stati fatti dei raduni interregionali sia con il tecnico azzurro della corsa Massimiliano Presti, sia con il collega dell’artistico Fabio Hollan. “Non sono mancate anche le attività formative - chiude la  presidente del comitato regionale Fisr Liguria -. Ad esempio il 22 novembre è a calendario un incontro sul sistema RollArt dedicato alla Danza a cui dovrebbe partecipare Nicola Genchi. Sempre per quanto riguarda l’artistico avevamo fissato per fine novembre alcune tappe dei Giochi giovanili, ma con il nuovo Dpcm non sappiamo se sarà possibile organizzarli nel concreto. Infine ai primi di ottobre lo skate park di Genova Prà ha ospitato il Campionato italiano di skateboard street. Un evento che si è svolto seguendo tutti i protocolli anti contagio”.