Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Pozzato (Sandrigo): "Con il Monza occasione persa. Playoff? Nessuno vorrà affrontarci"

Passata la Pasqua è giunta l'ora di tornare in pista per le ultime due giornate della stagione regolare. Sabato prossimo il Sandrigo sarà impegnato nella difficile sfida di Forte dei Marmi, contro la capolista oltreché seria candidata a cucirsi il tricolore addosso a fine campionato. In casa Sandrigo c'è voglia di festeggiare una meritata salvezza, dopo un girone di ritorno da urlo con successi importanti ottenuti anche contro ogni pronostico. Dal Monte e compagni scenderanno in Toscana consapevoli di andare ad affrontare un avversario con il morale alle stelle, lanciatissimo verso la conquista del primo posto a 100' dal termine del torneo nonostante il serrato duello con il Lodi. È un Forte che non perde dal lontano 17 gennaio quando dovette arrendersi in esterna contro il Trissino, ed è reduce dal pareggio esterno ottenuto sul campo del Bassano. Toscani attualmente con la miglior difesa ed il secondo migliore attacco, impreziosito dalle 44 reti del capocannoniere Ambrosio e delle 35 di Casas, la coppia più prolifica della Serie A1. All'andata il Sandrigo gettò il cuore oltre l'ostacolo subendo un ko indolore per 3-1, restando aggrappato alla partita fino al 2-0 ospite prima di cedere alle giocate dei singoli della formazione allenata da coach Orlandi. Nothing is impossible.

Alberto Pozzato con un occhio alle ultime due gare: "Con il Monza abbiamo messo in mostra un buon hockey, venendo fermati da un portiere in un grande stato di forma in questa seconda parte di stagione. È stata una partita intensa seppur un'occasione persa da parte nostra, dovevamo trovare la vittoria per essere matematicamente salvi. Mi aspettavo una stagione simile, siamo cresciuti molto nel corso dei mesi anche grazie agli ottimi rinforzi arrivati la scorsa estate: ci hanno dato una grande mano. Playoff? Manca ormai poco. Abbiamo dimostrato di essere una squadra quasi perfetta fuori casa, andando a vincere in piste insidiose come Trissino e Sarzana. Potremmo essere una mina vagante e sono convinto che tutti vorranno evitarci".

Ufficio Stampa Hockey Sandrigo
Foto Marzia Cattini