Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Un Edilfox Grosseto straordinario strappa il pareggio (6-6) sulla pista di Valdagno

Il Circolo Pattinatori Edilfox torna da Valdagno con un pareggio (6-6) al termine di una partita vietata ai deboli di cuore. I ragazzi di Paghi hanno lottato per cinquanta minuti con i vicentini, portandosi due volte in vantaggio, rischiando la capitolazione, ma riuscendo a trovare il pareggio con tre punizione di prima di Saavedra. Sul filo di sirena, poi, D’Anna s’è visto bloccare un rigore in movimento dal portiere locale, che avrebbe potuto regalare un’insperato successo. Dopo cinque sconfitte, dunque, il Grosseto torna a muovere la classifica, agganciando Correggio e Monza (che si sfideranno domani) a 25 punti, lasciando aperta la porta alla speranza playoff.
Senza Andrea Fantozzi, rimasto a casa per un problema al polso, il Circolo Pattinatori ha affrontato il match di Valdagno con lo spirito giusto, mettendo in seria difficoltà i padroni di casa, scesi in pista per difendere il sesto posto in classifica. La squadra grossetana ha attaccato e difeso con intelligenza, mostrando una ottima condizione fisica e anche il fatto di aver recuperato per tre volte lo svantaggio dimostra il carattere e la voglia di emergere del gruppo.
La prima grossa occasione è al capitano biancorosso Saavedra dopo 3’53 dall’inizio: il portiere Sgaria ferma con la stecca la punizione di prima concessa per il fallo da blù di Davide Piroli. Il Grosseto non riesce poi a sfruttare la superiorità numerica, collezionando solo un palo con Stefano Paghi. L’Edilfox va vicina al vantaggio con un veloce contropiede: prima Rodriguez, poi Saavedra si fanno fermare dal portiere. Il Grosseto sbaglia e viene punito al 10’ da Brendolin che recupera una pallina vagante e la mette alle spalle di Michael Saitta. I biancorossi reagiscono immediatamente e Rodriguez manca di poco lo specchio della porta. La gara è vivace, con i grossetani che riescono ad avere un leggero predominio. Sgaria ferma un tiro centrale di Buralli e poi si salva da campione sulla ripartenza di Rodriguez. I ragazzi di Federico Paghi ci credono e al 15’ si trovano in power play dopo il cartellino blù a gioco fermo a Clodelli e stavolta sfruttano al meglio la superiorità numerica con un gran gol dell’ex Mario Rodriguez. Il pareggio dà vigore alla “Big red machine” che cerca anche il vantaggio con uno scatenato Rodriguez e con Saavedra, ma le due squadre vanno al riposo sull’1-1.
Un micidiale contropiede finalizzato da Stefano Paghi su assist del vivace Buralli dopo appena 68 secondi giocati nella ripresa consente al Grosseto di portarsi addirittura in vantaggio. Valdagno si riversa immediatamente in avanti e si rende pericoloso con Brendolin (palo), Clodelli e Mir. E’ il portoghese Centeno a trovare il pareggio al 9’ con un’azione personale dalla destra. Valdagno la ribalta dopo un minuto: Cocco serve al centro Silero che non lascia scampo a Saitta. Sul decimo fallo di squadra dell’Edilfox, ci pensa Brendolin a sfruttare la punizione di prima a 13’38 dalla fine per firmare il 4-2 locale. Grosseto continua a provarci, ma il casco di Sgaria nega la rete a Paghi e poco dopo il portiere valdagnese si esalta prima su Saavedra, poi su Rodriguez lanciati in contropiede. A 9’29 dal termine Saavedra riapre la gara con il trentesimo centro stagionale, con una punizione di prima, concessa per il decimo fallo dei veneti.
Il capitano del Grosseto firma poi il pareggio, 4-4, a sei minuti dalla fine con un tiro diretto, concesso per un fallo da blù di Brendolin. Un contropiede fantastico finalizzato da Romeo D’Anna ha portato il 5-4 per l’Edilfox. Il vantaggio dura appena sessanta secondi: Brendolin trova il corridoio giusto per battere Saitta con un tiro da lontano. E proprio Brendolin, a 1’22 dalla fine, riporta sopra i locali con un tiro al sette scagliato dalla sinistra. Non è però finita: un doppio blu al Valdagno consente al Grosseto di ususfruire del quarto tiro diretto di giornata e Saavedra non sbaglia.

Why Sport Valdagno-Edilfox Grosseto 6-6 (p.t. 1-1)
WHY SPORT VALDAGNO: Sgaria,Fongaro; De Oro, Piroli, Clodelli, Centeno, Cocco, Sillero, Manuel Mir. All. Diego Mir.
EDILFOX GROSSETO: Saitta, Bruni; Alfieri, Battaglia, Buralli, D’Anna, Paghi, Rodriguez, Saavedra. All. Federico Paghi.
ARBITRI: Simone Brambilla di Agrate Brianza e Alfonso Rago di Giovinazzo.
RETI: nel p.t. al 9’08 Brendolin (V), 15’13 Rodriguez (G); nel s.t. al 1’08 Paghi (G), 8’43 Centeno (V), 9’45 Sillero (V), 11’22 Brendolin (V), 15’31 Saavedra (G), 19’ Saavedra (G), 20’28 D’Anna (G), 21’29 Brendolin (V), 23’38 Brendolin (V), 24’10 Saavedra (G).
NOTE: espulsione (2’) di Piroli, Clodelli nel p.t.; Centeno, Buralli, Brendolin, Sillero, Cocco nel s.t.

Ufficio Stampa CP Grosseto