Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Entrano nel vivo i World Roller Games Nanjing 2017

L’Italia dell’Hockey pista e dell'Hockey inline rispettivamente in semifinale con le nazionali maschili U20 e Junior e da domani le prime medaglie con il pattinaggio artistico


Si inizia a fare sul serio e da domani si entra nel vivo della più grande kermesse alla quale il mondo rotellistico abbia mai assistito e che vedrà assegnare, a Nanchino in Cina, per la prima volta nella storia contestualmente tutti i campionati mondiali delle discipline del mondo roller.
Siamo alla 1° edizione dei World Roller Games di Nanjing ed il clima, dentro e fuori le avveniristiche venue che ospitano i giochi, è già caldo con le gare di qualificazione dell’hockey inline e dell’hockey pista iniziate nei giorni scorsi. Ma con domani arrivano i primi titoli che vedranno l’assegnazione delle medaglie nelle gare obbligatorie del pattinaggio artistico.
L’atmosfera è particolare, quasi surreale e non solo per la rilevanza di questo grandioso evento sportivo preparato dalla Federazione internazionale Roller Sports e dall’amministrazione cinese come non mai. Qui tutto è impeccabile e nulla è lasciato al caso. Nanchino, forte dell’esperienza maturata tre anni fa con gli Youth Olimpic Games e lo scorso anno con i mondiali di pattinaggio corsa, affamata da una straripante necessità di visibilità e supportata da grandi investimenti e dal sostegno del governo centrale, mostra, nell’organizzazione impeccabile quanto suntuosa di questo evento, tutta l’energia dei suoi muscoli.
Ed atleti, staff, appassionati e tifosi, già solo attraversando la città per raggiungere i campi di gara, possono respirare a pieni polmoni, quasi soffocati (non solo dallo smog presente nell’aria), tutta l’impetuosità di questa megalapoli - già antica capitale della Cina del Sud ma forse ancora poco o niente conosciuta ai più - capace di far rabbrividire, con oltre 10 milioni di abitanti, un’estensione sterminata e volumi commerciali da pil di una grande nazione, le più grandi città del mondo.
Ma torniamo all’evento sportivo per raccontare di una delegazione italiana – la più numerosa con oltre 500 atleti tra le 9 discipline in cui sono presenti i colori azzurri - che punta a vincere il medagliere finale e che da subito dimostra di voler ribadire il suo ruolo di leader mondiale con l’obiettivo di superare i 20 ori, 23 argenti e 13 bronzi conquistati complessivamente tra i vari campionati iridati nello scorso anno.
I due Hockey, inline e pista, superati i gironi di qualificazione dei giorni scorsi hanno ottenuto oggi 3 vittorie su quattro, lasciando, tranne che per le donne dell’Hockey pista, spalancate le porte per il proseguo verso una medaglia nei rispettivi tornei.
Nell’inline viaggiano spedite le ragazze della nazionale junior che vincono 2-1 nel round robin contro la formazione di Taipei ed ancora meglio fanno i ragazzi junior che, infliggendo agli Stati Uniti un secco 6 – 0, domani contro la Francia si giocheranno l’accesso alla finale con la vincente tra la Spagna e la fortissima Repubblica Ceca.
Altra storia invece nell’hockey pista con la nazionale femminile Senior che esce sconfitta 3-0 dal quarto di finale contro la Germania e domani affronta gli Usa per le semifinali B valide per l’assegnazione dal 5 all’8° posto, mentre fanno meglio i ragazzi del CT Colamaria che battono con un perentorio 5 -0 la Colombia e raggiungono l’obiettivo minimo delle semifinali, dove affronteranno gli spagnoli già battuti nel girone di qualificazione.
Domani i primi verdetti e le prime medaglie; mentre però dalla semifinali dell’hockey potremo solo sperarle, nell’artistico avremo l’occasione di mettercele al collo con le gare dell’obbligatorio Junior.
Speriamo che sia nostra la prima medaglia d’oro assegnata in assoluto ai World Roller Games che andrà al vincitore dell’obbligatorio junior maschile, con l’Italia che schiera Alessio Ganci, già terzo agli scorsi mondiali di Novara ’16, dove invece era arrivata seconda Elena Donadelli che proverà a superarsi nella gara per il titolo femminile.
FORZA AZZURRI!
Sulle pagine dedicate del sito FISR e sui social federali sarà garantita la copertura integrale dell’evento con continui aggiornamenti che consentiranno a tutti gli appassionati del tricolore di conoscere in tempo reale i risultati e le medaglie dei nostri azzurri.
Naviga qui sul sito ufficiale dei World Roller Games per tutte le informazioni e gli approfondimenti e segui in diretta streaming sulla FIRS TV le gare
Potrai consultare su FTP, per ogni disciplina: risultati, tabellini, comunicati stampa, foto e video interviste agli Atleti Azzurri. Per scaricarli, segui i link per disciplina
Alpine - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/Alpine/
Artistico - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/Artistico/
Corsa - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/Corsa/
Downhill - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/Downhill/
Inline Freestyle - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/InlineFreestyle/
Inline Hockey - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/InlineHockey/
Hockey Pista - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/HockeyPista/
Roller Freestyle - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/RollerFreestyle/
Skateboarding - ftp://firsftp.enetres.net/FISR/Skateboarding/

Foto by Marco Guariglia