Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Poker di Medaglie dell’Italia Corsa all’esordio dei WRG

images/1-primo-piano/foto_copertina_corsa_4_settembre.png

Straordinaria Lollobrigida che conquista l’undicesimo titolo iridato della carriera ma bravissimi anche Quarona, Lorenzato e Bormida


Il nutritissimo calendario di oggi dei WRG è affollato dalla gare del pattinaggio Corsa su pista che, dopo una trepida attesa, fa finalmente il suo ingresso in campo a Nanjng ‘17, forte dell’imminente partecipazione ai prossimi Youth Olimpic Games di Buenos Aires 2018.
Il tempo, anzi il maltempo che imperversa su Nanjing da 48 ore ha infatti condizionato notevolmente i lavori costringendo Il Comitato tecnico internazionale Firs Speed a continui aggiornamenti del programma che, alla fine, è iniziato con un giorno di ritardo e con la possibilità, per ora solo vociferata, della cancellazione della gara sui 300 metri.
Prigionieri del meteo, che continua a non promettere nulla di buono, è stata comunque una giornata di quelle che non si dimenticano per i colori azzurri della corsa che hanno conquistato 4 medaglie negli 8 titoli assegnati qui al Roller Course of Nanjing Sports Training Center, il mega impianto sportivo che contiene la pista, teatro in questi giorni delle competizioni della Corsa, ma anche il circuito stradale per le gare Road previste dal 7 al 9 settembre.
Veniamo alla cronaca delle gare che hanno visto l’impressionante supremazia colombiana che in poco più di un’ora ha conquistato 4 medaglie d’oro.
I ragazzi agli ordini del CT Massimiliano Presti, che non lo dice ma sembra soddisfatto dei primi risultati, hanno subito dato dimostrazione di essere concentrati e non steccano alla prima. Laura Lorenzato è raggiante con la medaglia di bronzo al collo conquistata nella 10.000 punti a eliminazione Junior, una gara tiratissima dove il gioco di squadra è stato determinante soprattutto negli ultimi giri in cui, la compagna di nazionale e di società Veronica Luciani, finita poi ottima quinta, le ha permesso di raggiungere l’obiettivo sfuggito di un soffio ai mondiali 2016. Prima la colombiana Bernidez e seconda la sudcoreana Lee.
Nella omologa gara maschile abbiamo sfiorato una doppia medaglia con i nostri Daniele Di Stefano ed Edoardo Quarona che, alla fine, strappa comunque uno straordinario secondo posto tra il sudcoreano Jeong ed il francese Bastien. Di Stefano, dopo tre quarti di gara a tirare davanti, conquista una teorica medaglia che poi lascia sul campo, troppo stanco ed eliminato a soli tre giri dalla fine. Ne approfitta Quarona che ha preso 8 preziosissimi punti durante la gara che gli valgono l’argento.
Riflettori puntati sulla gara dei 15000 metri ad eliminazione femminile con le due sorelle Lollobrigida a difendere i colori azzurri. Gara controllata, che si anima negli ultimi giri, con Giulia che non riesce a rimanere al passo delle migliori colombiane e della sorella Francesca. Gli ultimi due giri sono intensissimi e sul penultimo rettilineo, proprio mentre la Lollobrigida tentava di uscire, la colombiana Johanna Diveros commette un’evidente scorrettezza che costringe l’azzurra al secondo posto dietro l’altra colombiana Luz Karime, ma quando i giochi sembravano fatti arriva la squalifica della colombiana e la retrocessione della prima classificata, spalancando l’oro per Francesca.
Tra i maschi Mareschi eliminato al 18 giro mentre Niero apre il campionato con un interessante sesto posto.
Passando alla gara sui 500 si nota il buon lavoro del CT Presti nella velocità dove ci sono ancora ampi margini per i nostri atleti. Iniziamo anche qui con una medaglia. La junior Giorgia Bormida parte a bomba e guadagna da subito la seconda posizione che mantiene fino alla fine dando l’impressione di potere pure vincere, ma osa di più la colombiana Perez, oro, con la connazionale Sarmiento bronzo. Anais Pedroni al suo primo esordio mondiale non riesce a passare alle semifinali, mentre nei senior donne la veterana Bongiorno si ferma solo ai quarti come la Bonechi, sfortunata che cade per colpa di una spagnola. Tra i maschi junior Maiorca riesce ad arrivare alle semifinali, buono all’esordio, mentre Rossetto resta fuori dalle semifinali per una sola posizione. Nei senior nulla da fare per Sargoni che si ferma agli ottavi, mentre Marsili, un po’ a sorpresa per uno che viene dal fondo ma sulla cui polivalenza il CT scomette, riesce ad arrivare fino alle semifinali come non succedeva da anni con i nostri velocisti.
Mondiale neanche iniziato ma già finito per Riccardo Passarotto che purtroppo, a causa di una banale caduta oltretutto in un contesto non di allenamento, ha dovuto lasciare la nazionale che si trova con un uomo in meno per le gare veloci. Peccato, era destino per il velocista che aveva ottenuto in extremis la convocazione del CT Presti per Nanjing.
Sulle pagine dedicate del sito FISR e sui social federali sarà garantita la copertura integrale dell’evento con continui aggiornamenti che consentiranno a tutti gli appassionati del tricolore di conoscere in tempo reale i risultati, le medaglie ed il medagliere dei nostri azzurri.


Potrai consultare qui risultati, tabellini, comunicati stampa, foto e video della Corsa ftp://firsftp.enetres.net/FISR/Corsa/


FORZA AZZURRI!