Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Ai WRG parte il mondiale Corsa su Strada e continuano i successi azzurri

images/1-primo-piano/corsa/foto_copertina_corsa_7_settembre.jpg

Nelle 4 gare lunghe i ragazzi del CT Presti conquistano 3 bronzi con Lollobrigida, Niero, Lorenzato poi come un fulmine a ciel sereno un’incredibile Anais Pedroni vince l’oro nei 100 mt sprint


La copertina è dedicata a Lei, la giovanissima Anais Pedroni che corre come il vento e vince la medaglia d’oro nei 100 metri sprint. Grande Anais!
Dopo una giornata di riposo, doppiamente meritata per i ragazzi azzurri, le competizioni su Pista lasciano il passo a quelle su Strada ai campionati mondiali dei primi World Roller Games Nanjing ’17.
Dietro l’invincibile armata colombiana, il nostro competitor più accreditato per la conquista del medagliere finale dei WRG, ci siamo noi, come parlano chiaramente i risultati del campionati su pista con 4 titoli conquistati e 12 medaglie complessive. Bottino che carica ancor più i ragazzi azzurri e la loro consapevolezza, al pari di quella del Commissario tecnico Massimiliano Presti che su questi atleti e su questi giochi sta scommettendo molto, che le potenzialità sono anche maggiori sulla superficie meno scorrevole della Strada a noi più incline, con l’obiettivo di superare il medagliere che li aveva visti protagonisti nello scorso mondiale, sempre qui a Nanjing ’16, con 2 ori, 7 argenti e 4 bronzi.
Dopo i successi del campionato su Pista, da oggi si passa alla Strada. Si parte con le gare lunghe che, forse per la stanchezza o forse per un comprensibile calo di concentrazione per gli euforici risultati dei giorni scorsi, non soddisfano in pieno le aspettative.
Non delude però Laura Lorenzato che, come tre giorni fa, conquista la medaglia di bronzo nella 10.000 metri a punti Junior femminile. Sempre sorretta dal lavoro della compagna Luciani e concordata a tavolino col CT la strategia di lasciare le avversarie prendersi i primi punti e alla fine affondare, Laura attacca negli ultimi 5 giri che le valgono il bronzo, che sarebbe stato oro se fosse riuscita a vincere l’ultimo traguardo.
Tra i maschi, Daniele Di Stefano non riesce nell’impresa riuscitagli due volte in pista, finendo undicesimo con Quarona nelle retrovie. Dopo le stratosferiche prove su pista, la gara tirata e la stanchezza si sono fatte sentire.
Stessa sorte nella gara lunga senior dei 20.000 eliminazione dove portiamo a casa altre 2 medaglie di bronzo seppur con aspettative in partenza diverse. Francesca Lollobrigida infatti era immancabilmente favorita ma, nonostante il buon lavoro di supporto della sorella Giulia, alla fine ha dovuto cedere alla colombiana Arias ed alla belga Tas, mentre Daniel Niero ha raggiunto il podio che gli era sfuggito in pista a causa di una caduta. Il Veneto fa la gara dall’inizio alla fine e il risultato ci voleva per il suo morale, mentre Mareschi ancora in difficoltà, finisce 23° al di sotto delle sue possibilità, forse penalizzato da un leggero infortunio.
Hanno chiuso la giornata le gare veloci sui 100 metri sprint che vedevano in finale la sola Anais Pedroni: è stato un “one man show” anzi una “one woman junior show”. La diciassettenne ascolana, che ricordiamo è la più giovane della squadra, ha sorpreso tutti confermando il miglior tempo fatto in semifinale e vincendo una splendida quanto inaspettata medaglia d’oro che la proclama la velocista rivelazione del futuro, una sedicenne che corre come i maschi.
Per la cronaca della gara la compagna Bormida si ferma in semifinale ma sicuramente anche lei sarà una protagonista negli anni a venire. Tra i maschi junior Serena esce in semifinale, come Rossetto, mentre nelle donne senior l’Italia si aggrappa alla Buongiorno e, tra i maschi, a Sargoni che non essendo uno specialista esce ai quarti. Per entrambi la concorrenza è davvero forte.
Domani seconda giornata con sei titoli da assegnare.
Sulle pagine dedicate del sito FISR e sui social federali sarà garantita la copertura integrale dell’evento con continui aggiornamenti che consentiranno a tutti gli appassionati del tricolore di conoscere in tempo reale i risultati, le medaglie ed il medagliere dei nostri azzurri.
Potrai consultare qui risultati, tabellini, comunicati stampa, foto e video della Corsa 


FORZA AZZURRI!