instagramyoutubepinterestgoogleplus

Uragano Azzurro: l' Italia del Freestyle stravince anche oggi!

images/1-primo-apiano/medium/cover19.jpg

Anche questa seconda giornata di Campionato europeo è terminata e bisogna proprio dirlo: gli azzurri si stanno facendo sentire forte e chiaro!

Stamattina le gare che hanno animato il palazzetto di Valladolid sono state le adrenaliniche Speed Slalom, competizioni di concentrazione, velocità e precisione. Mai visti dei risultati così in questa gara per il team azzurro che complessivamente si è intascato 8 medaglie solo in questa disciplina. Come nello slalom di coppia di ieri, anche oggi grazie agli junior maschi il podio si tinge di verde, bianco e rosso! Ottimi risultati anche nelle categorie femminili grazie agli ori di Matilde Arosio, sedicenne monzese studentessa di scienze umane che sogna di fare l’insegnante e Sveva Romano, diciannovenne napoletana studentessa di lingue orientali che ama viaggiare:

SPEED SLALOM JUNIOR F
1. Matilde Arosio (ITA)
2. Anna Kukushkina (RUS)
3. Adriana Nieto Merino (ESP)

SPEED SLALOM JUNIOR M
1. Alessandro Cosentino (ITA)
2. Tommaso Isman (ITA)
3. Stefano Galbiati (ITA)

SPEED SLALOM SENIOR F
1. Sveva Romano (ITA)
2. Laurine Moreno (FRA)
3. Elisa Paoli (ITA)

SPEED SLALOM SENIOR M
1. Valerio Degli Agostini (ITA)
2. Rémy Ménard (FRA)
3. Alessandro Lissoni (ITA)

Le gare sono poi proseguite con la “nuova” disciplina Team Speed. Stesso concetto della Speed Slalom, ma di squadra (3 atleti per squadra) e non individuale, ancora non entrata annoverata tra le discipline ufficiali. La gara prevede solo KO diretti, non esiste la fase di qualifica bensì viene determinata dai migliori tempi degli atleti partecipanti dalle gare di speed slalom che anticipano quella di Team Speed per l’appunto. Ha dell’incredibile ma il team italiano anche qui si è difeso più che bene in entrambe le categorie, sia la maschile che la femminile.

TEAM SPEED WOMEN
1. Italy (Arosio/Pettinari/Romano)
2. Russia
3. Spagna

TEAM SPEED MEN
1. Italy (Lissoni/Galbiati/Brivio)
2. Francia
3. Italy (Cosentino/La Volpe/Ferrari)

Chiude la giornata la tensiva competizione del Free Jump, il salto in alto. Il CT Andrea Ronco schiera per le femmine Elisa Paoli, mentre per i maschi Stefano Galbiati, Tommaso Isman, Matteo Pallazzi, Gianmarco Savi. La Paoli fa una buona gara e chiude con un’ottima seconda posizione (110 cm) dietro alla russa Efimova, che tra l’altro realizza il record mondiale saltando 131 cm. Nella categoria maschile sono Gianmarco Savi e Matteo Pallazzi a laurearsi campioni. Ricordiamo la memorabile medaglia d’oro di Savi agli IRG 2021 con 165 cm! Questa volta il risultato finale per lui è di 158 cm, contro i 167 cm realizzati oggi dal concorrente francese Petitcollin che supera il suo stesso record personale di 163 cm. Bronzo per Matteo Pallazzi con un salto di 150cm. Galbiati si classifica undicesimo con 135cm mentre Isman realizza il suo record personale di 145cm e conclude in quinta posizione.

FREE JUMP WOMEN
1. Alena Efimova (RUS)
2. Elisa Paoli (ITA)
3. Anna Volokitina (RUS)

FREE JUMP MEN
1. Florin Petitcollin (FRA)
2. Gianmarco Savi (ITA)
3. Matteo Pallazzi (ITA)

Risultati epocali, come mai successo nel team Italia del Freestyle. Un vero “gioco” di squadra, in cui ognuno lavora duro per il successo del team intero. Le gare di domani, ultimo giorno di Campionato, inizieranno alle 9.30 con le Battle e saranno in diretta qui.