Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

SERIE A – Abbiamo le finaliste! Vicenza e Milano vincono anche gara 3 e raggiungono la Finale Scudetto. Padova ed Asiago eliminate a testa alta

images/medium/WhatsApp_Image_2021-04-28_at_21.47.04-6.jpeg

Signore e signori, ci siamo appena lasciati alle spalle un mercoledì di verdetti nella massima serie italiana. Atmosfera calda, tensione alle stelle e gare combattute fino all’ultimo ma ora abbiamo una certezza: il red carpet per la finalissima è ormai steso e pronto ad attendere la camminata delle due "finaliste annunciate" del campionato con lo scudetto sullo sfondo.

I motori sono sicuramente a pieni giri per Milano e Vicenza, che nella giornata di ieri hanno strappato l'agognato pass per il passaggio del turno nella terza gara delle semifinali.  Ieri si è infatti scesi in pista con queste due compagini uscite vittoriose nella sfida e nella serie contro Asiago e Padova. Il Quanta ha infatti dato la spallata definitiva ai volitivi Vipers vincendo per 3-0 in terra veneta. Dopo 13' minuti di stallo, con occasioni da una parte e dall’altra, proprio i rosso-blu aprono le marcature grazie al guizzo di Comencini abilissimo nel deviare un disco a mezza altezza scagliato da Banchero nella prima superiorità numerica dei lombardi (out Chelodi). Asiago gioca forse la miglior partita della serie ma altrettanto fa Milano che cresce a vista d’occhio e tiene lontani i Vipers dalla porta di Mai. Il disco del pareggio arriva sulla stecca di Munari che a porta sguarnita (con Ferrari improvvisatosi portiere) spara alto con mezza panca dell’Asiago ad abbassare le braccia alzate (sulla fiducia). Goal sbagliato-goal subito, rovesciamento di fronte e con 80” sul cronometro arriva il raddoppio “beffa” di Bellini che indirizza un disco apparentemente innocuo verso la porta di Facchinetti che però nulla può sulla deviazione “amica” proprio di Munari che lo mette fuori causa. Nella ripresa i Vipers danno fondo ad energie mai viste in stagione e reagiscono alla grande, ma i ragazzi di Rigoni, oltre ad avere “classe da vendere”, stringono i denti e in superiorità numerica, calano il tris con l'invenzione di Caletti che infila il sette alla sinistra di Facchinetti e chiude match  (0-3) e qualificazione alla finale (3-0 nella serie per Milano). Queste le considerazioni di coach Luca Rigoni nel dopo gara: << Sono molto soddisfatto di come abbiamo affrontato questa serie: dall’approccio alle gare all’atteggiamento in pista. Vincere 3-0 non era affatto scontato: abbiamo affrontato una squadra forte, che per tutte e tre le partite si è impegnata al massimo. In gara-3 sapevamo che Asiago si sarebbe giocata il tutto per tutto e infatti sono scesi in campo ancora più aggressivi. Ottimo il nostro primo tempo, poi nel secondo abbiamo saputo soffrire, stringendo i denti nelle situazioni di inferiorità. Ora pensiamo alla finale. Tanto di cappello a Vicenza che ci arriva dopo un percorso netto. Per una volta non saremo noi i favoriti, ma sappiamo che se giochiamo da Milano possiamo metterli in difficoltà. Testa sgombra e andiamo a divertirci!>>.
Dall'altra parte del tabellone,  dopo una gara a corrente alternata da parte dei ragazzi di Roffo, dilaga il Vicenza che fra le mura amiche del Pala Ferrarin si impone per 8-4 contro Padova che dunque saluta la competizione. I berici avevano infatti vinto anche le due gare precedenti,  (8-1 e 3-2) e dunque con il terzo successo consecutivo fanno loro la serie accedendo alla finalissima. Gara intensa sin da subito quella tra Diavoli e Ghosts, con i padroni di casa che la sbloccano già al 2' grazie al gol di Delfino, che nel giro di pochi secondi sigla anche il raddoppio. Padova accusa il colpo e nei 10 minuti successivi subisce le marcature di Frigo e Luca Roffo a regalare il poker ai ragazzi di Angelo Roffo che raggiungono 4-0 e, probabilmente, staccano la spina conviti di aver già chiuso il discorso match e qualificazione. Ma Padova è squadra giovane e sbarazzina e prima della fine del tempo reagisce alla grande dimezzando lo svantaggio con le due reti di Pietrobon ed Elia Calore. La ripresa si riapre quindi su un 4-2 che ha ancora molto da regalare al pathos della sfida: Sigmund allunga ma i padovani non ci stanno e prima con Lorenzo Campulla e poi ancora con Elia Calore si portano addirittura a -1 con il tabellone che sancisce un ravvicinatissimo 5-4. A corrente alternata, dicevamo, il Vicenza e lo spavento si tramuta in “scossa” per Delfino e compagni che si tornano a rimboccarsi le maniche segnando tre gol che mettono la parola fine al match. Due volte Frigo (man of the match per i suoi) e infine Pace portano la Mc Control sull'8-4, regalando a Vicenza la finale "annunciata" sin da inizio anno, ovvero quella con Milano. Il tecnico dei Ghosts, Roberto Cantele, così commenta la fine dell'avventura in campionato: << Finisce così la nostra corsa allo scudetto. Contro Vicenza abbiamo patito l'esperienza della squadra avversaria, ma ciò non toglie che siamo arrivati ad essere tra le prime 4 forze del campionato esclusivamente con le nostre forze. Faccio i complimenti veramente con tutto il cuore ai miei ragazzi, che sono andati ben oltre tutte le aspettative e sono certo che della squadra dei "giovani di Padovane sentiremo parlare ancora per tanto tanto tempo >>. 
Complimenti comunque a Padova ed Asiago, che escono a testa dalla competizione, confermandosi fra le migliori 4 d’Italia. Ora l’attenzione si sposta ovviamente sull'ultimo, atteso, capitolo della competizione che ora ha due sfidanti: Milano e Vicenza. Da sabato 8 maggio il via della sfida (al meglio delle 5) che assegnerà lo scudetto. Vicenza alla ricerca del suo primo tricolore, Milano a puntare la “Stella”. Una sfida nella sfida!

SERIE A – I risultati di Gara 3 (mercoledì 28.04) 

Diavoli Vicenza – Ghosts Padova: 8-4 (pt. 4-2) 

Asiago Vipers – Milano Quanta: 0-3 (pt. 0-2)

I risultati di Gara 1 

Asiago Vipers – Milano Quanta: 1-3 (pt. 1-1)

Diavoli Vicenza – Ghosts Padova: 8-1 (pt. 5-1)

I risultati di Gara 2 

Milano Quanta - Asiago Vipers: 7-2 (pt. 3-1)

Ghosts Padova – Diavoli Vicenza: 2-3 (pt. 1-1)

Vicenza e Milano vincono la serie 3-0

 

L’andamento dei Quarti di Finale:

Diavoli Vicenza (1) – Monleale (8): 7-2 e 9-4. Vicenza vince la serie 2-0

Ferrara (2)– Asiago Vipers (7): 1-4 e 3-5. Asiago vince la serie 2-0

Milano Quanta (3) – Real Torino (6): 4-0 e 7-3. Milano vince la serie 2-0

Ghosts Padova (4) – Cus Verona (5): 8-1 e 7-2. Padova vince la serie 2-0

 

Il programma delle Finali:

Gara 1 (sabato 08.05) 

Ore 18.00 Diavoli Vicenza – Milano Quanta

Gara 2 (mercoledì 12.05) 

Ore 20.30 Milano Quanta – Diavoli Vicenza

Gara 3 (sabato 15.05) 

Ore 18.00 Diavoli Vicenza – Milano Quanta

Ev. Gara 4 (mercoledì 19.05) 

Ore 20.30 Milano Quanta - Diavoli Vicenza

Ev. Gara 5 (sabato 22.05) 

Ore 18.00 Diavoli Vicenza – Milano Quanta

 

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credit foto Vanessa Zenobini