Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

FINALE SCUDETTO – VI-CEN-ZA! Lo scudetto è dei Diavoli che dopo una rincorsa lunga vent’anni agguantano il tricolore

images/medium/189478818_10163031051098682_9129574553490858258_n.jpg

“C'è sempre una prima volta". Ce lo hanno ripetuto sin da quando eravamo piccoli e non esiste mantra più veritiero nella vita. C'è sempre una prima volta anche quando sei grande, anche quando sei una delle squadre più attrezzate d'Italia. Ebbene, la prima volta per Vicenza è arrivata, la prima volta da Campioni d'Italia. Sarà stata una notte di festa per Roffo e i suoi ragazzi che hanno portato il tricolore a Vicenza per la prima volta nella storia, scucendo lo scudetto dal petto di Milano dopo una Gara 5 più combattuta ed imprevedibile di sempre. Una vittoria arrivata in un campionato atipico, ma con un sentore particolare, quello di un successo liberatorio, esattamente come le vittorie di William Wallace contro gli inglesi, oppure come quella di Spartaco contro Publio Varinio. Esattamente come questi due personaggi storici i Diavoli si sono organizzati per togliere certezze ad un colosso, per ribaltare qualsiasi pronostico, per portare in alto, più in alto di tutti, le istanze delle proprie terre, del proprio popolo che finalmente può posare le armi e urlare con sorriso soddisfatto e con il volto stanco, ma placido: "Ce l'ho fatta". E sì, i biancorossi ce l'hanno fatta a spezzare questo incantesimo che ha visto il campionato tingersi solo di rossoblu negli ultimi 8 anni, a rompere la maledizione che li vedeva sempre raccogliere le briciole lasciate dai milanesi anche quando si arrivava a Gara 5. Il ricordo delle finali delle stagioni 2017/18 e 2018/19, quando Rigoni e i suoi la spuntarono proprio contro Vicenza, era infatti ancora vivido alla vigilia di questo spareggio che però, ora, in un 2021 decisamente fuori dal comune, ha avuto un esito totalmente diverso. Una serie di Finale decisamente da cardiopalma, esattamente come Gara 5. Sì, perchè prima Milano ribalta qualsiasi pronostico infliggendo le prime due sconfitte stagionali ai berici in Gara 1 e 2 finite rispettivamente per 2-4 e per 4-3 e che hanno portato i rosso blu ad un solo match dallo scudetto. Da lì la ripartenza vicentina, prima con l'accorcio nella serie grazie alla vittoria per 8-3 e poi con il clamoroso pareggio arrivato in Gara 4 finita per 2-7 al Quanta Village. E ora lo spareggio, l'ennesimo tra queste due squadre, conclusosi per 3-2 ad un Pattinodromo di Viale Ferrarin che ora si terrà stretto lo scudetto per almeno un anno intero. Partita fantastica ed emozionante, esattamente come tutto il campionato. 
Nel primo tempo è l'equilibrio a farla da padrone, con le due squadre che si studiano, si attendono, ripartono, provano a mordere senza però riuscirci. Si va dunque a riposo su un nulla di fatto, con le due squadre in attesa di un episodio chiave che possa sbloccare le marcature. Nella ripresa questo episodio arriva: a portarsi in vantaggio sono i milanesi, che siglano lo 0-1 dopo poco più di due minuti grazie a Banchero che sfrutta una ripartenza di Ferrari. I berici non ci stanno però e al 9', esattamente come nella serie, pareggiano i conti grazie all'1-1 targato Sigmund, più lesto di tutti ad arrivare su un disco vagante dopo una prima conclusione di Delfino (in powerplay). Dopo questo botta e risposta la partita s’infiamma e la via del gol viene trovata più volte. Dopo altri 2 minuti i biancorossi mettono la freccia e sorpassano grazie al gol di Andrea Delfino che riparte in break con Vicenza addirittura in inferiorità numerica (fuori Nicola Frigo) e trova un preciso rasoterra ad incrociare che fa secco Mai. I milanesi tuttavia non demordono e poco dopo, su una leggerezza imperdonabile di Baldan in uscita di zona, pareggiano ancora con Lettera, che sigla il 2-2 a 9 minuti dalla fine. Da qui ogni giocata diventa decisiva, le due squadre sono tese, l'agonismo regna sovrano sulla pista. Ad ogni discesa tremano le gambe, ad ogni tiro un sussulto finchè, ad una manciata di minuti dalla fine, non arriva il gol più importante dell'anno, quello risolutore, quello che regala il campionato ai berici: Sigmund (chi altro!) gonfia la rete per il 3-2 del Vicenza, un gol liberatorio, che significa vittoria, un gol liberatorio che dice "basta" agli inseguimenti e che fa godere la vetta a Roffo e i suoi ragazzi, che dopo tante illusioni finalmente possono ergersi più in alto di tutti.
Vittoria entusiasmante dunque per i Diavoli che coronando così una stagione a dir poco perfetta. Milano cede il passo dopo 8 lunghi anni di predominio. Ma quest'anno non è ancora finita, perchè manca ancora la Coppa Italia che fra 10 giorni tornerà a rimettere in pista le varie formazioni di serie A.

 

Il risultato di Gara 5 (sabato 22.05) 

Diavoli Vicenza – Milano Quanta: 3-2 (pt. 0-0)

 

Il risultato di Gara 1 (sabato 08.05) 

Diavoli Vicenza – Milano Quanta: 2-4 (pt. 1-1)

Il risultato di Gara 2 (mercoledì 12.05) 

Milano Quanta - Diavoli Vicenza: 4-3 overtime (pt. 1-2; st. 3-3)

Il risultato di Gara 3 (sabato 15.05) 

Diavoli Vicenza – Milano Quanta: 8-3 (pt. 2-3)

Il risultato di Gara 4 (mercoledì 19.05) 

Milano Quanta - Diavoli Vicenza: 2-7 (pt. 1-2)

 

Vicenza vince la serie 3-2 (best of five)

 

L’andamento dei Quarti di Finale:

Diavoli Vicenza (1) – Monleale (8): 7-2 e 9-4. Vicenza vince la serie 2-0

Ferrara (2)– Asiago Vipers (7): 1-4 e 3-5. Asiago vince la serie 2-0

Milano Quanta (3) – Real Torino (6): 4-0 e 7-3. Milano vince la serie 2-0

Ghosts Padova (4) – Cus Verona (5): 8-1 e 7-2. Padova vince la serie 2-0

L’andamento delle Semifinali:

Diavoli Vicenza (1) – Ghosts Padova (4): 8-1; 3-2 e 8-4. 

Vicenza vince la serie 3-0

Asiago Vipers (7) - Milano Quanta (3): 1-3; 2-7; 0-3 

Milano vince la serie 0-3

 

ALBO D’ORO

1996              All Stars Milano

1997              Auer-Ora *

1998/99      Milano 24 *

1999/00     Avalanche Bolzano

2000/01     Dragons Gallarate

2001/02     Dragons Gallarate

2002/03    Ghosts Padova

2003/04    Asiago Vipers

2004/05     Asiago Vipers

2005/06     Asiago Vipers

2006/07     Asiago Vipers

2007/08     Asiago Vipers

2008/09    Asiago Vipers

2009/10     Asiago Vipers

2010/11       Edera Trieste

2011/12       Milano 24 Quanta

2012/13      Milano Quanta

2013/14      Milano Quanta

2014/15       Milano Quanta

2015/16       Milano Quanta

2016/17       Milano Quanta

2017/18       Milano Quanta

2018/19      Milano Quanta

2019/20     NON ASSEGNATO per emergenza Covid-19

2020/2021 HC Diavoli Vicenza


Note: * organizzazione campionato a cura della Commissione Nazionale Hockey Inline FISG/FIHP

 

 

SEGUITECI

Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV

Web TV:  https://bit.ly/3ysIwlc o  Youtube 

Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw

Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX

Instagram: https://bit.ly/31JJXdo

Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF

 

Credit foto Vanessa Zenobini