Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Mondiali di Roccaraso: i rigori condannano l'Italia che comunque mantiene il secondo posto

images/medium/WhatsApp_Image_2021-09-16_at_22.41.31.jpeg

Giro di boa ai mondiali di Roccaraso dove oggi andranno in scena le ultime gare dei quatto gironi. Giochi ancora aperti per molte nazionali che proveranno a difendere la posizione oppure tenteranno il colpo di reni per balzare il più in alto possibile in classifica.

Il Pala Bolino si sveglia presto, come ogni mattina d’altronde, ma più gli incontri vanno avanti e più il mondiale prende forma, ormai le squadre si conoscono, si studiano e si affrontano come se fosse un grande gioco di ruolo.
Le emozioni e lo spettacolo sono parte del “menù” e l’Italia è il nostro ingrediente speciale. Disputare un mondiale in casa non è mai cosa da poco.
La giornata di ieri si era chiusa per i colori azzurri con una grande prestazione ma senza il risultato sperato, non è bastato infatti il bel gioco ed il grande sacrificio per battere il Canada; una delle formazioni più in forma del momento. Questa però è storia passata, in serata c’è da proteggere il secondo posto nel girone e volare ai quarti di finale senza rischiare troppo.

La Slovacchia è una squadra nuova, almeno negli eventi della World Skate, perché arrivando dalla IIHF c’è stata solo un’occasione per incontrarla: ai WRG di Barcellona nel 2019. In quella occasione, nella gara per il 7°/8° posto vinsero loro per 2-1. Oggi in palio c’è molto di più e nessuna vuole perdere l’opportunità di portare a casa punti pesanti. La gara inizia subito forte e gli slovacchi sembrano avere una marcia in più tant’è vero che in 8’ sono in vantaggio di due reti. Sembra un incubo perché l’Italia non sta a guardare, anzi ci prova in tutti i modi e risulta essere pericolosa e all’altezza degli avversari. Rigoni capisce la situazione e chiama intelligentemente il time-out, i ragazzi hanno bisogno di fermarsi non tanto per rifiatare ma per studiare la strategia giusta per riprendere in mano la partita. Detto fatto, sale in cattedra Lettera -prestazione maiuscola per lui- che assistito due volte da capitan Vendrame accorcia prima le distante e subito dopo riporta tutto in parità. 2-2 e gara nuovamente aperta a tutte le possibilità. Il primo tempo termina e quasi non c’è voglia di riposare, c’è adrenalina e voglia di chiudere questo capitolo.
La seconda frazione è da cardiopalmo, una continua corsa da una parte all’altra della pista con le due squadre che non fanno altro che mettersi in difficoltà. Se non si stesse parlando dell’Italia e dei colori azzurri non sapremmo davvero per chi tifare, troppo bello lo spettacolo.
Quando una formazione sembra avere la meglio sull’altra la situazione cambia repentinamente, sembra quasi di giocare con dei dadi rotondi. L’unica costante è l’imprevedibilità. Le squadre in pista dimostrano forza ed intelligenza e più il tempo scorre e maggiore è l’attenzione che ci mettono nello sbilanciarsi. Ci sono fiammate incredibili che fanno impazzire il pubblico, ma nessuna commette l’errore che potrebbe chiudere le ostilità.
Terminano anche i tempi regolari, si gioca per il golden gol, e solo la sfortuna frena gli azzurri che recriminano almeno un paio di occasioni dubbie. Neppure i minuti aggiuntivi risultano utili, sembra una gara infinita.
I capitani si avvicinano agli arbitri e attendono il lancio della moneta per stabilire chi inizierà il turno di rigori.
Attimi da far mancare il fiato, il palazzetto si ferma, gli occhi sono puntati solo verso il giocatori che a turno partono da centro campo. L’Italia sceglie tre dei suoi migliori giocatori (Vendrame, Lettera e Banchero) ma stavolta non basta, nessuno di loro riesce ad andare a segno, e alla Slovacchia basta una sola rete per chiudere i conti e festeggiare.

Il secondo posto ora passa per l’incontro tra Canada e Francia. Gli azzurri entrano negli spogliatoi per il consueto discorso post-gara ma poi tornano subito fuori per assistere al match che sembra essere la fotocopia del precedente. Transalpini vanno in vantaggio e allungano, fuori le espressioni si fanno tese, ma il Canada pareggia i conti. Si va agli over time, vince la Francia ma poco importa ormai, l’Italia viene raggiunta in classifica dai “cugini” ma mantiene il secondo posto grazie alla vittoria allo scontro diretto e sopratutto al punto conquistato un’ora prima. Adesso conosciamo il nostro avversario: la Colombia. Il pericolo Spagna è stato scongiurato, ma domani alle 14:00 inizia un nuovo capitolo, importante e fondamentale e noi siamo pronti a viverlo a pieno.

 

Risultati di oggi giovedì 16 settembre 2021:

Germania vs Namibia 2-8
Polonia vs Messico 4-3
Argentina vs India 15-0
Lettonia vs Chinese Taipei 4-1
Colombia vs Svizzera 4-3 (over time)
Rep. Ceca vs Spagna 2-1 (over time)
Italia vs Slovacchia 2-3 (dopo i rigori)
Francia vs Canada 4-3 (over time)

 

i Quarti di finale di domani venerdì 17 settembre 2021:

ore 14:00 Italia vs Colombia

ore 15:30 Spagna vs Francia

ore 20:00 Canada vs vincente Svizzera - Lettonia

ore 21:30 Rep. Ceca vs vincente Slovacchia - Namibia

 

COME SEGUIRE I MONDIALI.

Copertura totale garantita da FISR e World Skate sui rispettivi canali social.
Dirette streaming di tutti gli incontri su https://bit.ly/3BQzQpH
Risultati in tempo reale: https://bit.ly/3tqugaB
Direttamente dalle tribune del Pala Bolino: https://bit.ly/3zYpJyD

Credit foto Vanessa Zenobini