Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Gli azzurri scaldano i motori in vista dei mondiali in Colombia: le convocazioni del CT Presti

images/1-primo-piano/corsa/medium/Immagine_colombia_corsa_21.png

Gli azzurri scaldano i motori in vista dei Campionati mondiali di pattinaggio Corsa che si terranno in Colombia presso il Pattinodromo del Parque Deportivo Municipal a Ibagué ( Tolima) dal 6 al 13 novembre prossimi.
Per la partecipazione ai Mondiali, su segnalazione del Commissario Tecnico delle squadre Nazionali Massimiliano Presti, sono stati convocati 27 atleti, con la possibilità di inserimenti alla lista dopo l ’effettuazione del Raduno Nazionale e il Trofeo di Terni il 10 ottobre p.v. (guarda qui il comunicato ufficiale con tutte le convocazioni).
Dopo un eccellente campionato europeo le aspettative del movimento sono molto alte ma il CT Presti rimane sempre con i piedi per terra: “Questo anno siamo ripartiti con parecchie incognite. Dopo la prima parte di stagione e dopo il campionato continentale abbiamo potuto constatare che le società con i loro tecnici hanno lavorato bene ed i ragazzi hanno ben figurato, di fatto agli europei abbiamo conquistato il titolo continentale grazie alle loro prestazioni.
E stata un estate anomala in quanto il mondiale da luglio è stato spostato a novembre insomma quando per noi è tempo di ripartire con la preparazione, ci troveremo invece a fare un mondiale.
La squadra junior – prosegue il Commissario tecnico - è formata da punti fermi , atleti che hanno fatto la differenza nei vari campionati con innesti di giovanissimi atleti che hanno convinto e dimostrato il loro valore durante i vari raduni ed i vari campionati, i più giovani vanno gestiti sia da noi che dai loro tecnici, in ottica futura ho voluto creare questo tipo di squadra “comunque” meritevole di giovani titolari e giovanissimi per creare un mix che dia seguito al progetto che stiamo portando avanti insieme al mio staff, al responsabile Velocisti e tutto il Settore che punta al Mondiale in casa dove parecchi di loro saranno ancora nella categoria giovanile e, visto che hanno i numeri, è bene portarsi avanti ma sempre con cautela.
Nei senior ci sono i più bravi atleti nazionali, una squadra giovane con l’inserimento di qualche atleta più longevo e con più esperienza per avere un gruppo completo, purtroppo in qualche specialità ancora siamo un po’ dietro, speriamo di colmare questi gap al più presto.
Al mondiale si corre in due, ci sarà meno spazio per poter correre ma nonostante tutto abbiamo fatto il possibile per poter portare una rosa ampia soprattutto nelle categorie più giovani con la convinzione che un mondiale possa dargli quella motivazione in più per poterci arrivare un giorno da protagonisti.”

in foto il pattinodromo di Ibagué