Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Seconda giornata di Serie A: Edera e Piacenza sotto il fuoco incrociato delle corazzate Milano e Vicenza. Cittadella e Verona per trovare punti e sorriso, Asiago senza “casa” costretto a rinviare la gara contro Ferrara

images/medium/WhatsApp_Image_2021-10-08_at_12.19.46.jpeg

Stiamo parlando di inline, ma è il caso di dire che il ghiaccio è stato rotto. A distanza di una settimana dall'esordio la Serie A, tra presentazioni e conferme, torna in pista per far parlare di sé. Le formazioni si sono svelate, mostrando pregi e difetti di un'estate di preparazione. Roster rinforzati e ancora da definire, ma ormai la musica è iniziata e quando si è in ballo l'unica cosa che non si può fare è restare fermi. Se è vero che i conti si fanno alla fine e che la strada da percorrere è ancora lunghissima e piena di ostacoli, è anche vero che iniziare con il piede giusto dà coraggio e punti importanti.

Ne sanno qualcosa il Cittadella Hockey ed il Cus Verona che dopo un esordio amaro, entrambe sconfitte con il risultato di 4-1 rispettivamente da Padova ed Asiago, si troveranno di fronte per cercare una pronta rivincita. Il primo a suonare la carica è il Vice presidente granata Giulio Fior<< Continuano gli allenamenti di rifinitura in vista della partita con il CUS Verona. Coach Marobin ha introdotto una serie di miglioramenti agli schemi di gioco che la squadra sta facendo propri in maniera sempre più naturale. Siamo fiduciosi del bel gioco che stiamo portando avanti, la squadra è compatta e si sta amalgamando bene, anche con l'arrivo di tre nuovi giocatori dalle giovanili di Montorio. Guardiamo alla partita con spirito combattivo perché siamo consapevoli che Verona è una buona squadra che può darci molto filo da torcere>>. Il Cittadella, ancora senza il roster completo a causa di indisponibilità di alcuni atleti ma con i primi nuovi arrivi, dovrà cercare di sfruttare al meglio il fattore campo per arginare un Verona che invece ha tutte le frecce nella faretra, ma deve solo iniziare a saperle scoccare nel modo corretto come esorta il responsabile del settore hockey del CUS Rossano Freschi<< Archiviata la prima gara contro Asiago, un esordio per noi deludente non tanto per il gioco espresso ma per il risultato fin troppo severo per noi, ci apprestiamo ad affrontare il Cittadella. Dobbiamo ancora trovare la sintonia e migliorare aspetti del gioco come il power-play, ma la settimana scorsa a fare la differenza nella squadra ottimamente gestita da Luca Rigoni è stato Facchinetti. Contro Cittadella cercheremo di migliorare e crescere, anche se sappiamo quanto sia ostico come avversario>>.
Dopo una partenza non proprio agevole contro Vicenza, ma a qualcuno doveva pur capitare, il Monleale affronterà un’altra formazione veneta: i Ghosts Padova. Turno certamente meno proibitivo, ma non di certo facile per le “aquile” piemontesi che, in attesa di rinforzi che sembrano in dirittura d’arrivo dal Real, avranno l'arduo compito di frenare l’entusiasmo, l’irruenza ma soprattutto il talento dei giovani fantasmi. Queste le parole alla vigilia di uno dei più giovani in casa Ghosts, Lorenzo Campulla<<Sabato ci aspetta una sfida insidiosa e da non sottovalutare contro Monleale, una squadra combattiva che lotta dall'inizio alla fine indipendentemente dal risultato. Giocheremo su un campo nuovo per noi, quindi sarà importante abituarsi e prendere le misure fin dai primi minuti per partire bene ed esprimere al meglio il nostro gioco>>. Al Monleale spetta il compito di dimostrare che se ancora non ha la condizione per impensierire le squadre di alta fascia, ha comunque le qualità per raccogliere punti importanti fin da subito come lascia intendere Lamberto Cantarutti<< La stagione scorsa contro il Padova, sia all'andata ma soprattutto al ritorno quando servirono i rigori per decretare il vincitore, non riuscimmo mai ad imporci. Ora siamo nuovamente l'una contro l'altra e sarà un prova dura per la nostra squadra, ma so per certo che il risultato finale non è per nulla scontato>>.
Durante una scalata si dice che un inizio in salita coincide quasi sempre con un proseguo più agevole se non addirittura in discesa. Se lo starà ripetendo da giorni l’Edera Trieste costretta nelle prime due gare di rientro in Serie A ad affrontare prima Milano e adesso Vicenza. Dopo il brusco risveglio subito sul campo meneghino, stavolta la formazione giuliana si presenterà all'appuntamento con due fattori positivi. Il primo che questo turno verrà disputato nella temporanea pista di casa in quel di Opicina e, con un roster ancora “all’osso”, risparmiare chilometri ed energie non è cosa da poco. La vera notizia positiva però è giunta in settimana quando dal comune sono arrivati segni  rassicuranti circa la possibilità di tornare a calcare la pista di Via Boegan, anche se al momento solo per le sedute di allenamento. Una notizia che di certo farà tornare il buonumore al presidente ed allenatore Roberto Florean che aggiunge: <<Sapevamo che questo calendario non ci avrebbe dato molte possibilità in questi primi incontri contro le più forti squadre del campionato. Affronteremo i Diavoli Vicenza con un uomo in meno Zozzoli, infortunatosi in allenamento, ma contiamo sul rientro di Nicolò Degano. La squadra e a tutt'oggi in fase di allestimento e speriamo di arricchire presto il roster con nuovi inserimenti>>. Trasferta che i Diavoli non prendono affatto sotto gamba e a mantenere alta la concentrazione ci pensa Andrea Delfino, uno che di sfide-trappola se ne intende: << La partita di sabato non sarà da sottovalutare, anche se il loro esordio in serie A non è stato dei migliori. Il campo è insidioso quindi dovremo stare molto attenti soprattutto perché siamo abituati a giocare su un'altra superficie. Dovremo cercare di fare il nostro gioco quindi tenere il disco ed tenere il ritmo, visto che al momento il roster di Trieste è abbastanza corto e soprattutto provare a mettere in pratica quello che stiamo facendo in allenamento. Questo in modo da rodare sempre più la squadra in vista degli obiettivi di stagione>>.
Se l’Edera non avrà un sabato semplice, il Piacenza non è da meno. La formazione emiliana, ancora stordita da una prima uscita contro uno straripante Ferrara, sarà chiamata nuovamente a difendere le mura di casa ma stavolta contro Milano. Un turno sulla carta agevole invece per i ragazzi guidati da coach Sommadossi che potranno con questa gara dar modo al gruppo di trovare sempre più gioco e condizione come ammette il goalie Riccardo Pignatti<< È la fase della stagione in cui dobbiamo raccogliere il più possibile sia dal punto di vista della condizione fisica che dell'affiatamento. In questo senso si nota la crescita dopo ogni allenamento. Da portiere poi è molto stimolante avere in casa e sfidare quotidianamente campioni di caratura mondiale. Sabato sarà un test utile per mettere alla prova gli automatismi anche su una pavimentazione diversa. Dal canto mio proverò a mantenere la gabbia inviolata come sabato scorso >>. Sironi e compagni dovranno invece tornare in pista con le idee chiare e con il fisico rigenerato perché si preannunciano quaranta minuti davvero impegnativi. Non è di certo questa la gara per cercare punti, ma sicuramente una buona prestazione gioverebbe all’umore soprattutto in ottica futura come lascia intendere il direttore sportivo Maurizio Varasi<< Questo inizio di campionato è per noi estremamente proibitivo, le prime tre partite ci vedono infatti contrapposti a Ferrara, Milano e Vicenza. Un campionato complicato che avremmo voluto affrontare con maggior serenità, ma cercheremo comunque di onorare gli impegni nonostante riconosciamo di essere molto lontani dalla competitività di certe realtà della massima serie. Sarà una stagione volta a fare esperienza per i tanti giovani che abbiamo in squadra>>. Per Piacenza quasi certo il debutto dell’eclettico americano Taylor, già visto sul finire della scorsa stagione in maglia Lepis.
In chiusura di programma, e di serata, si sarebbe dovuta disputare la quinta ed ultima gara di questa seconda giornata. Ad Asiago era atteso l'arrivo dei Ferrara Warriors, ma dopo diverse rassicurazioni circa la riapertura dell'impianto di Via Cinque è arrivata la doccia fredda. Le Vipere sono temporaneamente senza “tana”. Peccato, peccato davvero, perché la settimana passata sulla pista di Verona la squadra asiaghese aveva impressionato giocando una gara tutt'altro che facile, nonostante alcune pesanti assenze, in modo ordinato e cinico. Ferrara dal canto proprio aveva vinto in modo dirompente a Piacenza confermandosi come una delle candidate alla corsa tricolore. Una gara dunque che sarebbe stata interessante ed elettrizzante tra due formazioni che sembrano ben determinate e consapevoli di ciò che vogliono: non mollare un colpo. Dopo Trieste anche Asiago si trova a dover lottare non sono in campionato ma anche “negli uffici tecnici” per ottenere il proprio spazio per le attività. Notizie che non vorremmo mai dare ma speriamo che sia solo un momento transitorio e che presto si possa tornare a parlare ed a dedicarsi solo all'hockey giocato. 

Serie A – Il programma della 2a giornata (sabato 09 ottobre 2021):

Ore 18:30 Cittadella Hockey - Cus Verona (Arbitri: Slaviero - Rigoni)
Ore 18:30 Monleale Sportleale - Ghosts Padova (Arbitri: Zoppelletto - Chiodo)
Ore 19:30 Edera Trieste - Diavoli Vicenza (Arbitri: Niederegger - Biacoli)
Ore 20:30 Lepis Piacenza - HC Milano (Arbitri: Ferrini - Marri)
Ore 20:30 Asiago Vipers - Ferrara Warriors (RINVIATA A DATA DA DESTINARSI)

La classifica dopo la prima giornata: Ferrara Warriors, HC Milano, Diavoli Vicenza, Asiago Vipers e Ghosts Padova punti 3, Cus Verona, Cittadella Hockey, Monleale Sportleale, Edera Trieste e Lepis Piacenza punti 0

SEGUITECI: 
Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV
Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 
Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw
Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX
Instagram:  https://bit.ly/31JJXdo
Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF    

 

Credit foto Michela Ceccarelli