Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubepinterestgoogleplus

Terza giornata: Asiago torna in pista ed è subito Milano. Vicenza e Padova concentrati per tenere il passo, Ferrara per iniziare la scalata e Monleale-Cittadella per i primi punti

images/medium/bf68329f-e837-4868-a609-11ac229c8346.JPG

Serie A - Dopo un turno “orfano” di una gara, quella tra Asiago e Ferrara rinviata per indisponibilità della pista asiaghese, si torna finalmente tutti in pista. Nonostante si sia solo all’inizio di questo cammino, la massima serie si sta timidamente definendo sotto il punto di vista della classifica. Vicenza e Milano, neanche a dirlo, sono ben salde in testa agevolate anche da un calendario soft, ma al loro fianco troviamo il Padova. I giovani fantasmi quasi non sorprendono più, sono una formazione che si sta ritagliando uno spazio importante tra le grandi a dimostrazione che i risultati si possono confezionare anche con i talenti “home made”. Un sabato che si preannuncia interessante e tutto da seguire fin dalle prime gare in programma.

Sulla pista del Quanta Club nella gara tra Milano ed Asiago si incroceranno passato e presente. Ricordiamo tutti l'avvicendamento delle panchine che ci fu questa estate tra Rigoni e Sommadossi con il primo che salutava i rossoblù dopo anni di battaglie e grandi soddisfazioni ed il secondo che si metteva in gioco facendo il grande salto. Non solo, negli anni qualche atleta dell’altopiano era partito alla volta di Milano ed ora torna, come Munari e Lievore, su quella pista da avversario. Una gara che potrebbe giocarsi anche aprendo la bacheca e mostrando uno per uno i trofei vinti in questi anni, ma non stiamo qui a perdere tempo, ci piace di più gustarci l'hockey giocato. Milano scenderà in pista con la chiara intenzione di tenere tutti a distanza, non importa chi, senza rischiare di inciampare nell’ostacolo che gli farebbe perdere il ritmo acquisito e lo si capisce dalle parole di Riccardo Sica:<< Ci aspetta un compito non facile contro una squadra collaudata e talentosa. Sono curioso di vedere che tipo di tattica adotterà Asiago, fermo restando che noi faremo il nostro gioco. Stiamo lavorando molto per trovare equilibrio tra le linee ed ottimizzare al meglio l'enorme potenziale che abbiamo. Per quanto mi riguarda sono stato accolto benissimo e sono felice di far parte di questo gruppo>>. Da Asiago ci si aspetta una prestazione di orgoglio, non fosse altro che per scaricare la rabbia della gara saltata una settimana fa come facilmente si intuisce dalle parole di Luca Rigoni:<<La nostra stagione non è iniziata nel migliore dei modi, non per quello visto in occsaione della prima uscita anzi, a Verona abbiamo vinto giocando bene e mettendoci tanto cuore, ma per via dei problemi con la pista. Questo ci ha fatto ritardare la preparazione, non ci ha messo in condizione di allenarci come volevamo e dovevamo e ci ha costretto a rimandare la gara con Ferara. Andremo a Milano per affrontare una squadra che vuole vincere tutto, per me sarà anche motivo di grande emozione tornare su quella pista che mi ha dato tanto, noi però siamo pronti e vogliamo vedere quale sono le nostre capacità>>. Fattore campo che potrebbe avvantaggiare i padroni di casa, ma quando parliamo di queste squadre solo il risultato può essere scontato, mentre lo spettacolo sarà sicuramente garantito. Ingaggio iniziale alle 18.00.
Turno casalingo anche per Vicenza che a differenza dei meneghini avrà una fine settimana più tranquillo contro il Piacenza. Per gli emiliani arriva l'ultima chiamata impossibile, un altro pronostico a senso unico, dopo di che la speranza è quella di trovare un po’ di tranquillità e qualche gara abbordabile come ammette il direttore sportivo Maurizio Varasi:<< Questa gara ci porta al termine di un ciclo impossibile, la trasferta di Vicenza non lascia certo dubbi sul pronostico, cercheremo però di fare il possibile contro una squadra di altissimo livello>>. Per i Diavoli l'approccio mentale sarà differente, mai sottovalutare nessuno, ma quello che si prospetta al Pala Ferrarin è un incontro da sfruttare per fare gambe, fiato e soprattutto punti come suggerisce Nicola Frigo:<< Le prime gara di campionato sono state abbordabili ed hanno consentito anche ai nuovi di ambientarsi, ma i veri Diavoli dovranno venir fuori nelle prossime gare e nelle sfide importanti. Nonostante il turno agevole dobbiamo giocare con attenzione ma una squadra come la nostra deve scendere in pista per vincere sempre >>. Per Piacenza probabile l’innesto dell’americano Taylor, già visto nella passata stagione.
Torna a calcare la pista, dopo lo stop forzato, anche il Ferrara che farà il proprio esordio sulla “nuova” pista casalinga (la società estense ha completato il maquillage del rettangolo di gioco ammodernato in superficie e balaustre) contro il Cus Verona. Ancora non ci sono state reali occasioni per misurare le capacità dei Warriors, padroni del mercato estivo, e questa potrebbe essere un'occasione giusta per capire bene quali possono essere le ambizioni estensi come ammette il Ds Daniele Zabbari:<< Per noi un attesissimo esordio casalingo, anche se a causa dei lavori di ripristino dell'impianto saremo costretti a fare meno del pubblico. Verona sarà il primo banco di prova con il quale testeremo il potenziale della squadra e per l'occasione ci presenteremo al completo >>. Il Verona di coach Roffo, ma in questa sfida soprattutto dell’ex goalie ferrarese Gadioli, finora ha viaggiato a corrente alternata, ma è una formazione che ha grandi capacità ed un roster con grandi margini di crescita come lascia intendere il responsabile del settore hockey del Cus Rossano Freschi:<< Contro i Warriors ci aspettiamo sicuramente una gara difficile, sia per il fattore campo sia per il loro roster rinforzato. Ferrara sarà certamente motivata ed ansiosa di tornare in pista da protagonista per questo dovremmo affrontare la gara con la massima attenzione. Sarà un sabato particolare anche per il nostro goalie che ha militato nelle loro fila per diverse stagioni >>. Per entrambe dunque un test importantissimo nel quale verranno messi in palio, oltre che i punti in classifica, anche una bella dose di autostima. 
Un inizio di stagione che non possiamo definire felice per l’Edera Trieste che dovrà ora vedersela sulla pista dei Ghosts Padova. La formazione giuliana sembra pian piano vedere la luce in fondo al tunnel, infatti dopo le notizie della riapertura della pista di via Boegan (solo allenamenti), sembra prendere forma anche il roster con il rientro degli indisponibili e l'arrivo di qualche innesto come svela il giovane Federico Sindici<< Sicuramente le prime due gare in calendario erano fuori dalla nostra portata a causa del roster ridotto e la mancanza totale di allenamenti. Ora però, con il rientro di alcuni giocatori e forse qualche nuovo arrivo, possiamo iniziare il nostro campionato >>. Certo questi sono fattori positivi, ma per affrontare al meglio gli atleti patavini ci vorrà una prestazione degna di nota. Gara tutt'altro che priva di pensieri invece per Padova che dovrà confermare il suo stato di forma contro un avversario nuovo in questa massima serie come ammette il presidente Zampieri:<< Sarà un incontro diverso dagli altri perché affronteremo un avversario nuovo e del quale sappiamo ancora poco. Noi però vogliamo continuare la nostra striscia positiva e per farlo dovremmo entrare in pista con la solita mentalità>>. 
In chiusura di programma arriva quello che qualcuno definisce già uno scontro diretto. Tra Monleale e Cittadella andrà in scena un match che regalerà i primi punti a due formazioni che finora non sono ancora riuscite a cancellare quell’antipatico zero in classifica. Una gara che vuol dire ripartenza e voglia di iniziare a raccogliere le prime soddisfazioni e tutto questo arriverà per una di loro al termine di quelli che hanno tutta l'aria di essere quaranta minuti interminabili. Durante la settimana per entrambe sono giunti nuovi arrivi, l'ex Real Torino Perazzelli per Monleale e tre giovani da Montorio (Montolli, Chiamenti, De Crescenzo) per Cittadella, condizione che renderà ancora più interessante questo appuntamento come ci fa notare il bianco-arancio Edoardo Crisci<< Ci aspetta una partita combattuta e di alto livello, questo anche per i rinforzi arrivati ad entrambe le squadre. Speriamo che questo ci aiuti a non commettere gli errori della scorsa settimana e iniziare a fare i primi punti contro quella che per noi è una diretta avversaria >>.
Anche se l’autunno ci sta regalando qualche giornata davvero fredda…di certo non si può dire che domani sera in molte piste l’aria potrebbe diventare a dir poco infuocata, non vi sembra?

Serie A – Il programma della 3a giornata (sabato 16 ottobre 2021):

Ore 18:00 HC Milano - Asiago Vipers (Arbitri: Lottaroli - Ferrini) 
Ore 18:00 Diavoli Vicenza - Lepis Piacenza (Fiabane - Stella) 
Ore 18:30 Ferrara Warriors - Cus Verona (Slaviero- Rigoni) 
Ore 18:30 Ghosts Padova - Edera Trieste (Biacoli - Colcuc)
Ore 20:30 Monleale Sportleale - Cittadella Hockey (Marri - Chiodo)


La classifica dopo la prima giornata: HC Milano, Diavoli Vicenza, Ghosts Padova punti 6, Ferrara Warriors*, Asiago Vipers*, Cus Verona punti 3, Cittadella Hockey, Monleale Sportleale, Edera Trieste e Lepis Piacenza punti 0

*una gara in meno

SEGUITECI:  
Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV
Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube 
Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw 
Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX
Instagram:  https://bit.ly/31JJXdo
Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF    

Credit Foto Vanessa Zenobini