instagramyoutubepinterestgoogleplus

Serie B terza giornata: Tergeste consolida il primato contro Legnaro. Forlì e Torre Pellice di forza e primi punti per i Castelli Romani

images/medium/WhatsApp_Image_2021-10-24_at_15.57.39.jpeg

Guardando il calendario a molti sarà balzato agli occhi il ponte che, grazie a questa festività, ha reso più lungo il nostro weekend. Per noi è un'occasione da sfruttare per infoltire ancora di più il programma. Ecco quindi che tra gare e appuntamenti si procede a ritmi serrati. Di fare festa, a meno che non si stia parlando di farla in pista, non c'ha pensato nemmeno la serie B che si è buttata a capofitto sul terzo turno di calendario. Una giornata apparentemente scontata, agevole nei pronostici: ma anche quando si conosce la storia bisogna stare ben attenti su come si sviluppa perché scontato non sempre coincide con noioso.

Partiamo da Forlì dove i War Pigs vincono contro i Mammuth Roma riuscendo ad infliggere agli ospiti un inaspettato 11-1. Inaspettato, perché stavolta la formazione capitolina si è presentata sulla pista di Via Ribolle con un roster ampio che avrebbe potuto dare forza e respiro su un campo grande. La vittoria dei padroni di casa ci poteva stare, ma un po’ meno come si sia concretizzata. Giallorossi che arrivano alla pista poco prima dell'inizio del riscaldamento dopo una trasferta compromessa dal blocco della città di Roma a causa del G20, un'attenuante che forse ha inciso ai fini del risultato finale. Certo che i padroni di casa, dopo un avvio di stagione non brillantissimo sotto il punto di vista del gioco, emergono trovando punti e sorriso come dichiara Andrea Funari<< Una squadra facile sulla carta ma assolutamente da non sottovalutare. Abbiamo avuto la possibilità di provare nuovi schemi e linee e nel complessivo la squadra ha avuto una prestazione positiva >>. Dallo spogliatoio giallorosso giungono le dichiarazioni a caldo di Daniele Gobbi<< Per noi è stata una debacle inaspettata, abbiamo giocato male, senza mettere a frutto ciò per cui stiamo lavorando da mesi. Abbiamo almeno tracciato una chiara via per risalire la china, perché sappiamo di meritare molto di più. L'aspetto più positivo della partita è stato senza dubbio l'esordio in serie B dei 3 giovanissimi ragazzi in prestito dal Kemarin, una risorsa davvero importante per noi >>.
In Veneto era in programma la gara più attesa della giornata, ossia quella tra Fox Legnaro e Tigers Tergeste. L'incontro tra le due capolista del campionato, uno scontro che voleva dire punti e primato in solitaria. Dopo le prime uscite i triestini erano chiamati ad una prova di maturità e anche se sulla carta il Legnaro è squadra giovane e ancora con poca esperienza, questo non vuol dire che tutto sia semplice in pista. Il Tergeste invece, proprio per non incorrere in scomodi intoppi, è partito schiacciando subito sull'acceleratore passando in vantaggio dopo appena 30” con Mariotto imbeccato alla perfezione da De Vonderweid. Un impatto per i Fox che deve essere stato come un colpo di frusta che ti stordisce confondendoti le idee. Nei minuti successivi infatti i ragazzi di coach Buzzo sono incappati in un paio di penalità evitabili e proprio in occasione della seconda concedono il bis agli avversari: Fink serve e capitan Fabietti realizza. Il Legnaro ci prova, è a casa e anche se non sembra facile deve sfruttare l'occasione. Sono però ancora tante le penalità che si alternano in pista e che sbilanciano il gioco. Nessuna delle due riesce a cogliere le opportunità fino allo scadere del tempo. I giuliani commettono fallo e nel momento forse più delicato riescono, quasi al suono della sirena, ad affondare la difesa veneta. 0-3 alla fine del primo tempo e duro colpo per i Fox che da martello passano ad essere incudine. Nella seconda frazione il Tergeste non sbaglia ed è attento a non commettere disattenzioni che potrebbero riaprire la strada ai padroni di casa e, con calma e freddezza, a due minuti dal termine della gara cala il poker con Mariotto (doppietta) che non solo chiude la partita ma scaccia ogni dubbio su quale sia la squadra da battere. La soddisfazione per questa prestazione la si capisce nelle parole del goalie triestino Andrea Gallessi<< Come già si era prospettato la partita è stata molto intensa. I ragazzi dei Fox hanno dimostrato di saper reggere il ritmo dal primo all'ultimo minuto. Anche in questa partita ci siamo portati in vantaggio fin da subito, realizzando la prima rete dopo solo 30 secondi. Il secondo gol l'abbiamo ottenuto sfruttando al meglio un nostro power-play, mentre sul terzo goal è stato “l’effetto sorpresa”. Nel secondo tempo non siamo riusciti a segnare fino a 2 minuti dal termine della partita, complice anche l’ottima prestazione del portiere Morandin, che più volte ci ha impedito di allungare la distanza. Oggi un ringraziamento speciale va a tutti i miei compagni, che mi hanno aiutato a mantenere la porta inviolata, nonostante i 25 tiri e i 5 penalty killing subiti >>. In casa Legnaro resta invece il dispiacere per non aver raccolto più di quanto si fosse meritato, come dichiara Diego Saretta<< Due anni dall’ultimo “Big Match” si sono fatti sentire, siamo partiti molto nervosi e siamo stati puniti su errori iniziali e falli inutili. La partita comunque è stata tutt’altro che a senso unico, Il risultato ci penalizza oltre i nostri demeriti. Penso che abbiamo fatto vedere di cosa siamo capaci, non ci resta che lavorare e migliorare per giocarcela alla pari >>. 
Era invece in cerca di “riscatto” il Torre Pellice che dopo la vittoria sofferta contro Viareggio doveva dimostrare che quella toscana era stata solo una sbandata momentanea. Contro Modena era l'occasione giusta, anche se non la più agevole dati i trascorsi tra le due formazioni. La scorsa stagione i “canarini” diedero filo da torcere ai ragazzi di coach Battaglia e l'insidia era dietro l'angolo. Stavolta però Montanari e compagni non si sono limitati a difendere la propria casa, ma hanno messo in pista una prestazione concreta e convincente che è andata in crescendo con il trascorrere dei minuti. C'è voluta la metà del primo tempo per vedere sbloccare il risultato grazie alla rete di Migliotti su assist di Luca Montanari e solo in chiusura di tempo è arrivato il raddoppio di Viglianco che non si è lasciato sfuggire l’appoggio di Rosso. Un 2-0 apparentemente contenuto ma che è frutto anche delle parate del giovane goalie gialloblu Del Villano. Nella seconda frazione di gioco il Torre Pellice rientra in pista con la chiara idea di chiudere subito i conti senza rischiare nulla e come un fiume in piena travolge gli avversari che subiscono nel giro di tre minuti altrettanti gol a firma di Beccaria, Michelin Salomon e Viglianco (doppietta). Il Modena accusa il colpo e sostituisce tra i pali l’incolpevole Del Villano a favore di Spatafora. Il risultato in pista però non cambia, ma sul tabellone sì, perché i piemontesi continuano il loro forcing che frutta le reti di Rocca, Beccaria (doppietta) e Luca Montanari. Larga vittoria per Torre Pellice che scaccia dai propri ricordi l'opaca prestazione di soli sette giorni prima e festeggia una vittoria meritata e ampia. La sintesi della serata arriva dalle parole di Lorenzo Penna<< Siamo usciti vincenti da una sfida che ci aspettavamo più complicata, visto le partite dei playoff passati, ma comunque abbiamo trovato un Modena aggressivo e molto preparato a livello di pattinaggio. Noi siamo stati migliori nella gestione del disco e abbiamo fatto tutto ciò necessario per realizzare 8 goal. Occhi alla prossima gara a Riccione dove vogliamo arrivare concentrati al massimo >>. Sguardo rivolto al futuro anche per Gabriele Giannatempo che fa ammenda, ma pensa già a come affrontare le prossime gare: << La partita è stata purtroppo a senso unico, ci siamo demoralizzati e non abbiamo più trovato la forza di rialzarci. Non siamo rimasti concentrati e questo è stata causa della sconfitta; per il resto qualche momento di attività c'è stato e siamo andati vicini al segnare, ma purtroppo non sono bastati e non siamo riusciti a riprendere una partita molto difficile come questa. Sarà nostro interesse impegnarci nelle prossime partite, a svegliarci e non arrenderci mai >>.
Domenica pomeriggio è stata la volta di Viareggio e Castelli Romani. Un vero e proprio scontro diretto tra due formazioni ancora ferme a zero punto, un'occasione per entrambe per smuovere la classifica. Il Viareggio, forte della buona prestazione contro Torre Pellice e con i favori della pista di casa, partiva con un vantaggio non da poco, ma i laziali hanno dalla loro l’esperienza di qualche campionato senior in più sulle spalle. L'importanza dell'incontro si sente e si vede fin dalle prime battute quando i Castelli commettono due falli che li costringe a giocare in inferiorità, ma non a chiudersi in difesa. Arriva infatti il gol di Simone Pontecorvi che sblocca il risultato sorprendendo i toscani. Le azioni e soprattutto le occasioni sono molte ed i padroni di casa spingono verso la porta avversaria, ma commettono un fallo che viene subito punito dalla stoccata di Tamburri su assist di Gabriele Pontecorvi, il più piccolo tra i fratelli. Raddoppio che manda tutti negli spogliatoi a cercare ristoro. Al rientro in pista è attesa la reazione del Viareggio, uno slancio per tornare in partita, ma è ancora Tamburri a trovare il tiro giusto per violare la porta avversaria. Non dev'essere la giornata giusta per i ragazzi di coach Bellini che nonostante le ripetute prove non riescono nel guizzo giusto per accorciare le distanze e si sa, se ci si spinge in attacco si rischia di subire in difesa e così arriva nuovamente Tamburri a segnare il suo nome a referto insieme a quello dell’assist-man Gabriele Pontecorvi. A tre minuti dal termine arriva il colpo di reni di Viareggio, una fiammata di orgoglio, che con Cecchini riesce a cancellare almeno lo zero sul tabellone, ma neanche il tempo di riprendere il gioco e ancora una volta Tamburri (poker per lui) segna in power play il definitivo 1-5 che vuol dire vittoria e soprattutto una giornata da ricordare. Questo il commento a mente fredda giunto del dirigente del viareggino Lucchesi<< La partita di oggi è stata dura ed ovviamente dispiace per il risultato, ce l'abbiamo messa tutta per conquistare i primi punti del campionato. In essa si sono evidenziati i vari aspetti su cui la squadra deve migliorare per poter diventare competitiva nel campionato di serie B. Sapevamo che questa stagione sarebbe stata per noi una sfida difficile, ma abbiamo intenzione di portarla a termine nel miglior modo possibile. Quindi ne prenderemo atto e lavoreremo sodo nei prossimi allenamenti per la sfida contro il Modena >>.

Vi avevamo detto che scontato non necessariamente vuol dire noioso. Sta prendendo sempre più vita questa stagione e francamente ci stiamo appassionando alle vicende e alle protagoniste che animano il campionato cadetto.


 

Serie B – I risultati della 3a giornata (sabato 30 ottobre 2021) 
Libertas Forlì - Mammuth Roma 11-1
Old Style Torre Pellice - Invicta Modena 8-0
Fox Legnaro - Tiger Tergeste 0-4
I risultati di domenica 31 ottobre 2021
SPV Viareggio - Castelli Romani 1-5

La classifica dopo tre giornate: Tigers Tergeste* punti 12, Libertas Forlì, Torre Pellice, Fox Legnaro punti 9, CV Skating*, Invicta Modena, Castelli Romani* punti 3, Corsari Riccione, SPV Viareggio e Mammuth Roma punti 0
*una gara in più 

SEGUITECI:  
Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV
Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube   
Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw   
Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX
Instagram:  https://bit.ly/31JJXdo 
Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF        
 

Credit foto Tiger Tergeste