instagramyoutubepinterestgoogleplus

Serie A ottava giornata: Padova ci prova a Milano, Vicenza e Ferrara difendono casa, Verona-Trieste per la salvezza e Asiago mette nel mirino il secondo posto

images/medium/WhatsApp_Image_2021-11-12_at_13.46.29.jpeg

Siamo tutti pronti e carichi per buttarci a capofitto su un altro turno di campionato, l'ottavo per la precisione, ma per un attimo spingiamo il tasto dello stop, riavvolgiamo il nastro, e facciamo un salto indietro. Era il 9 di ottobre e ad Asiago si sarebbe dovuta disputare la gara tra i padroni di casa e il Ferrara. Per indisponibilità dell'impianto dell’altopiano (ma questa storia la conoscete benissimo) l’incontro fu rinviato a data da destinarsi. Nel frattempo la pista di Via Cinque ha riaperto le porte e i Vipers hanno potuto impossessarsi nuovamente dei loro spazi, così mercoledì 10 novembre, a distanza di un mese da quel rinvio, hanno recuperato la gara. A vincere per 3-2 sono stati proprio i ragazzi di Luca Rigoni che sono riusciti così ad allungare la loro striscia positiva di risultati e conquistare il terzo posto in classifica nonostante un'altra gara, quella contro Vicenza, ancora da recuperare. Ferrara invece, dopo l’inatteso stop di Padova, è incappata nella seconda sconfitta consecutiva che ha mostrato un lato umano di quella che sembrava potesse essere una formazione destinata a farsi spazio tra le candidate al titolo…”in un amen”. Questo era un doveroso aggiornamento di ciò che è accaduto in questi giorni nella massima serie. Ora riportiamo velocemente il nastro avanti e torniamo al presente, andando a conoscere quello che accadrà nel fine settimana.

Erase and rewind - Non dev'essere stata una settimana tranquilla per i Diavoli Vicenza ai quali è spettato il duro compito di resettare ciò che è accaduto a Milano e cancellare la sonora sconfitta inflitta dai meneghini. Una settimana nella quale il pensiero deve essere stato rivolto al futuro ed a come affrontare il Cittadella Hockey. La gara, sulla carta - e non ce ne vogliano i granata - è di quelle facili, ma al Pala Ferrarin non servirà solo vincere e fare punti, servirà farlo con la mentalità giusta cercando di dimostrare che i diavoli possono scottarsi ma sanno domare le loro fiamme interiori. La sconfitta infatti più che una macchia sul calendario, dovrà essere una ferita che spinge la squadra a dare il massimo da adesso in avanti come fa capire Nathan Sigmund, l'allenatore giocatore dei Diavoli: << Con Cittadella è una partita importante perché arriviamo da una brutta sconfitta e una partita giocata male. Non dobbiamo sottovalutare gli avversari perché sono giovani e pattinano molto. Dovremo quindi stare attenti a queste loro caratteristiche per contenerli e imporre il nostro gioco, facendo tesoro degli errori commessi per non ripeterli e per affrontare al meglio i prossimi impegni. A partire da sabato >>. Dal canto proprio Cittadella, che in settimana ha festeggiato i primi tre punti che le hanno permesso di abbandonare l'ultimo posto in classifica, affronterà la delicata trasferta con la consapevolezza di chi parte sfavorito, ma che non ha nulla da perdere. Una condizione che, unita alle squalifiche di Pace e Nicola Frigo fra i berici, potrebbe anche aiutare i ragazzi di Marobin a giocare al meglio le proprie carte come ammette anche il vice presidente Giulio Fior: << Andiamo a trovare i Diavoli nel loro campo e per noi è una di quelle sfide 'impossibili'. Ma è proprio in queste occasioni che dobbiamo tirar fuori il nostro spirito. La squadra è sempre più amalgamata e in forma, i giovani si danno da fare e il gioco gira sempre meglio. Venderemo quindi cara la pelle >>.
Avvicendamento di squadre venete per Milano che dopo Vicenza si appresta a lucidare la pista del Quanta per affrontare i Ghosts Padova, una delle rivelazioni di questo inizio stagione. Uno scontro diretto da bibita e salatini, a patto che abbiate, tra un'emozione e l'altra, voglia o rischio di distrarvi. La garanzia di spettacolo, tanto spettacolo, non può che far salire ancora di più la voglia di sapere come andrà a finire fra quelle che ad oggi sono capolista (Milano a 20 punti) e prima inseguitrice (Padova a 18 punti). Quindi il Milano, tornato senza se e senza ma ad essere la squadra da batter e il Padova delle meraviglie, una squadra giovane che, a dispetto di qualche pezzo pregiato perso in estate, sta dimostrando maturità e concretezza da veterana. Serve aggiungere altro? No, non crediamo. A presentare la sfida in casa rossoblu ci pensa coach Sommadossi, capace di ereditare il posto lasciatogli da Luca Rigoni senza finora farlo rimpiangere: << Non sono stupito dalla classifica del Padova, anche se per i primi bilanci sul valore di tutte le squadre aspetterei almeno il termine del girone d’andata. Hanno un roster mediamente giovane, pattinano tanto e un Laner tra i pali che è cresciuto molto negli ultimi anni fino a meritarsi la nazionale. Noi siamo sempre un po’ in emergenza (Ferrari infortunato e Ronco appiedato dal GS per 3 giornate, ndr), gireremo con tutti gli effettivi a disposizione: l'importante è non incappare in un calo di tensione dopo la grande vittoria di sabato scorso e cercare di imporre subito il nostro gioco >>. In vista di questo big match di giornata arrivano da Padova le parole di Giacomo Masiero che non ha dubbi su cosa bisognerà fare attenzione: << Contro il Milano sarà una partita molto interessante, lo scontro al vertice, il primo dei due big match che ci aspetteranno nelle prossime due giornate (Milano e poi Vicenza, ndr). Sarà una partita intensa, contro una squadra di caratura internazionale, che si deciderà nei particolari e in cui dovremo prestare molta attenzione alla fase difensiva, cercando di concedere il meno possibile agli "sniper" milanesi >>.
Due gare da dimenticare, come avevamo detto, ma da qui i Ferrara Warriors dovranno ripartire, dalla gara casalinga contro Monleale per risalire la china. Gli estensi, privi di Alessio Lettera, il loro giocatore di punta infortunatosi mercoledì sera contro Asiago, dovranno usare le loro stecche come un’enorme gomma da cancellare, eliminando tutti i ricordi dei giorni passati e provando a riscrivere la loro stagione nel miglior modo possibile. Per farlo avranno la possibilità di sfruttare il loro campo di casa, fattore sempre fondamentale in queste circostanze, cercando di conquistare subito tre punti che serviranno per il morale e soprattutto per non perdere la scia delle dirette avversarie. Ne è certo anche il DS Zabbari: << Tutte le partite sono importanti, ma dato gli ultimi due risultati negativi, quella con il Monleale acquisisce un aspetto diverso. Importante ritrovare identità, carattere e determinazione per arrivare a fare il risultato pieno e tornare sugli standard e rendimenti delle prime cinque gare di campionato >>. Nel capoluogo emiliano però arriva il Monleale, una squadra che non ha ancora trovato il giusto assetto, ma che di rendere facile la vita alle avversarie non ci pensa proprio. I piemontesi arrivano da una buona vittoria contro Verona e tenteranno di cogliere al balzo la sbandata del Ferrara provando a conquistare punti difficili ma non impossibili come si intuisce dalle parole di Gianmarco Novelli<< Sarà una partita molto difficile. I Warriors hanno dimostrato di essere una squadra che non molla mai e dotata di gran carattere. Sicuramente non scenderemo in campo per perdere e ce la metteremo tutta per contrastarli. Il gruppo si sta amalgamando pian piano e sono sicuro che ci toglieremo belle soddisfazioni. Anche gli avversari sono composti da pezzi da novanta, solo che per sfortuna, nella partita contro i Vipers, il “mago di Molina (Alessio Lettera n.d.r.) si è infortunato. Per questo colgo l’occasione per “ringraziarlo” e fargli gli auguri di pronta guarigione, sperando non sia nulla di grave! >>. 
Non c'è pace per Verona che dopo i problemi in gara (stentano infatti ad arrivare i risultati), deve vedersela anche con le dimissioni giunte da coach Angelo Roffo. La panchina al momento non ha un suo “comandante” (ci sarà Luca Roffo come allenatore a referto) e, alla vigilia di una gara delicatissima contro l’Edera Trieste, non è una notizia rassicurante per gli scaligeri. Sabaini e compagni sono chiamati ancora una volta a dare il massimo ed a stringere i denti in quella che sembra una stagione tutta in salita. Ancora ci sorprende vedere come la formazione veronese sia bloccata e stenti a partire, forse serve qualcosa o qualcuno che riesca a premere correttamente il tasto “Play”. Staremo a vedere. Una cosa è certa, sabato al Pala Avesani ci saranno punti a disposizione ed entrambe le formazioni dovranno essere affamate per coglierli e portarli a casa. In questa fase ogni singolo punto può fare la differenza su una salvezza tranquilla oppure da brividi. A rompere il silenzio in casa Verona ci pensa il responsabile del settore hockey del Cus Rossano Freschi: << In attesa che la società riesca a chiudere per un nuovo allenatore, dopo le inaspettate dimissioni di Angelo Roffo, non bisogna perdere di vista l'obiettivo di cercare di racimolare qualche punto prima di chiudere il girone d'andata. Non sarà un'impresa facile, visto che arriva l’Edera Trieste. Una formazione di tutto rispetto che sta dimostrando di non temere nessuno nemmeno nella massima divisione e che finora è riuscita a capitalizzare al massimo le occasioni avute per far punti. Spetterà quindi ai nostri ragazzi cercare di mettere in campo tutto il carattere e la determinazione necessaria per dimostrare di essere un team compatto, con la voglia di dimostrare ancora che il gruppo vuole fare bene in questo campionato, quindi match ad alta tensione, sicuramente da seguire >>. Ed è vero, l’Edera non sta temendo nessuno e dopo un avvio che sembrava davvero “buio”, è riuscita a conquistare vittorie e punti che hanno fatto girare la loro sorte. Le difficoltà però non sono terminate ed il presidente allenatore Roberto Florean lo sa benissimo: << Andiamo in trasferta con molta voglia di giocare, anche se il nostro roster è sempre più corto a causa di infortuni ed indisponibilità. Verona, nonostante l’impietosa classifica, è squadra solida e dovremo impegnarci a fondo se vogliamo ottenere risultati utili >>.
Il quadro della giornata si chiude da dove eravamo partiti, come in una riproduzione continua, sulla pista di Asiago dove andrà in scena la gara tra i Vipers ed il Piacenza. In via Cinque le luci non hanno neanche avuto il tempo di raffreddarsi che verranno nuovamente puntate su un'altra gara di campionato. Piacenza arriverà sull’altopiano in cerca di quei punti che sembrano proprio non voler arrivare, e anche in questa occasione la missione sembra davvero ardua. Non per altro perché di fronte avranno una formazione davvero in palla che sta dimostrando di poter competere contro tutte le squadre di alta fascia. Il nuovo coach Luca Rigoni sembra davvero aver trasmesso una mentalità determinata e vincente che fa tornare alla mente i Vipers di un tempo e forse è questo il segreto che ha permesso loro di inanellare risultati su risultati e l'impressione è che non vogliano smettere proprio ora. A suonare però la carica per gli emiliani ci pensa Mauro Milani che dichiara: << Questo weekend incontriamo Asiago, i miglioramenti nel gioco di squadra visti nelle precedenti partite fanno ben sperare per il proseguo del campionato noi cercheremo, come sempre, di dare il massimo e di migliorarci anche di poco. Sull'altopiano non sarà facile, la trasferta peserà sulle gambe ma siamo carichi e vogliosi di dimostrare in campo ciò che siamo in grado di fare >>.

Mettiamo ora in pausa, aspettiamo qualche ora e poi con un click avvieremo i tabelloni di queste gare. Renderle un pezzo unico, con assoli o pezzi corali, spetterà solo ai protagonisti. Buon divertimento!  




 

Serie A- Il programma della 8a giornata (sabato 13 novembre 2021)
Ore 18:00 Diavoli Vicenza - Cittadella Hockey (Arbitri: Slaviero e Gallo) 
Ore 18:00 HC Milano - Ghosts Padova  (Lottaroli e Zoppelletto)
Ore 18:30 Ferrara Warriors - Monleale Sportleale (Marri e Monferone)
Ore 18:45 Cus Verona - Edera Trieste (Mancina e Rigoni)
Ore 20:30 Asiago Vipers - Lepis Piacenza (Ferrini e Niederegger)

La classifica dopo sette giornate: HC Milano punti 20, Ghosts Padova punti 18, Asiago Vipers* punti 15, Diavoli Vicenza* punti 13, Ferrara Warriors* punti 12, Monleale Sportleale ed Edera Trieste punti 9, Cittadella Hockey e Cus Verona punti 3, Lepis Piacenza punti 0
*una gara in meno

SEGUITECI:   
Risultati live: https://bit.ly/31DBpEV
Web TV:  https://bit.ly/31EwLqs  o  Youtube  
Su Fisr.it: https://bit.ly/2MG6oMw  
Facebook: https://bit.ly/2ZnFCMX
Instagram:  https://bit.ly/31JJXdo 
Twitter: https://bit.ly/2Ph9bNF     

Credit Foto Michela Ceccarelli